Paolo Gioli un cinema dell'impronta

Paolo Gioli un cinema dell'impronta La Cineteca Nazionale dedica la giornata di domenica 29 novembre a Paolo Gioli (Cinema Trevi, 17.00-22.30, ingresso libero).

27/nov/2009 13.52.38 Centro Sperimentale di Cinematografia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La Cineteca Nazionale dedica la giornata di domenica 29 novembre a Paolo Gioli (Cinema Trevi, 17.00-22.30, ingresso libero). Fotografo, cineasta e pittore, Gioli è da quarant’anni uno sperimentatore instancabile e solitario. Maggiormente conosciuto per la sua attività fotografica, sta ricevendo crescente attenzione anche per il suo cinema, in modo particolare negli Stati Uniti. I film presentati in questa occasione attraversano i quattro decenni dell’attività dell’artista, dalla sua prima opera, Commutazioni con mutazione (1969), fino alle ultime produzioni (2009), in un viaggio le cui tappe sono connesse da improvvisi ritorni e stratificazioni. Un cinema difficile da collocare, punto di intersezione di forme e discorsi sull’immagine, e un cinema molto personale, vissuto e realizzato nella libertà di un laboratorio casalingo in cui, come un moderno alchimista, Gioli manomette le macchine da presa, le ibrida, le spinge oltre le loro programmate funzioni e possibilità, in un rapporto fisico con la tecnica che innesta una forte dimensione performativa nell’atto cinematografico.

La giornata prevede, alle ore 19.00, un incontro con alcuni studiosi del cinema di Gioli: Adriano Aprà, Bruno Di Marino, Giacomo Daniele Fragapane, Enrico Ghezzi e Italo Moscati.

 Durante l’incontro sarà presentato il primo volume + dvd interamente dedicato al suo cinema: Paolo Gioli. Un cinema dell’impronta, a cura di Sergio Toffetti e Annamaria Licciardello, edito dal Centro Sperimentale di Cinematografia e Kiwido di Federico Carra editore.

 

Inizio proiezioni h. 17.00  - Commutazioni con mutazione (1969) 6' - Tracce di tracce (1969) 7' - Immagini disturbate da un intenso parassita (1970)  38' - Secondo il mio occhio di vetro (1972)  10' - Del tuffarsi e dell'annegarsi (1972)  10' -Immagini reali, immagini virtuali (1972)  10'

 

h. 19.00 incontro e presentazione del volume

a seguire     Anonimatografo (1972)   27'  -  Traumatografo (1973) 26' -   L'operatore perforato (1979)   9' - Filmstenopeico (l'uomo senza macchina da presa) (1973-1989)  13'

 

h. 21.30    Quando l'occhio trema (1989)  11' - Metamorfòso (1991)   12'- Filmarilyn (1992)   11' - Farfallìo (1993)   7' - Rothkofilm (2008)   7' - Children (2008)   6' - I volti dell'anonimo (2009)   10'

 

 

CINEMA TREVI

Vicolo del  Puttarello 25, Fontana di Trevi, Roma - tel. 06.6781206

 ufficio stampa: Susanna Zirizzotti ,  tel. 339.1411969

www.fondazionecsc.it; susanna.zirizzotti@fondazionecsc.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl