"Alessandra, Capitano del RIS" romanzo vincitore alla XII Edizione del Premio Firenze Capitale d'Europa

Una protagonista che non si arrende alle difficoltà, che supera grazie alla sua grande passione per le scienze forensi e all'amore per il figlio, rimasto orfano del padre carabiniere durante un conflitto a fuoco.

25/gen/2010 09.02.54 Ufficio Stampa FP Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

“Alessandra, Capitano del RIS. Una nuova strada da percorrere” è il romanzo di Francesca Padula edito da Maniditrega Editrice che ha vinto il primo premio alla XII edizione del Concorso Internazionale “Firenze Capitale d’Europa” nella sezione libri editi. Un libro che intreccia lo stile giallo al rosa, narrando del lavoro di una biologa nei laboratori del RIS di Parma alle prese con difficili casi da risolvere, ma anche con una romantica storia d’amore da vivere. Una protagonista che non si arrende alle difficoltà, che supera grazie alla sua grande passione per le scienze forensi e all’amore per il figlio, rimasto orfano del padre carabiniere durante un conflitto a fuoco. Una donna quindi coraggiosa e determinata, che appassiona il lettore con le sue avventure.

Il Premio Internazionale "Firenze capitale d´Europa" è organizzato dall´ACSI Nazionale, in collaborazione con l´Assessorato allo Sport e alle Politiche Giovanili, ed è suddiviso in diverse sezioni comprendenti la poesia e la  narrativa, rivolta anche ai ragazzi.

Presidente di Giuria: Manrico Testi; giurati: Donatini Dario, Daniela Giacometti, Gianni Giampaoli, Clara Piscopo

La premiazione è avvenuta Firenze nella suggestiva cornice del Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, sabato 12 dicembre 2009 alle ore 16.00: in palio opere artistiche e medaglie d'oro ai primi classificati, nonché trofei, coppe, targhe, etc...

 

Questa la motivazione del Primo Premio assegnato:

Per la profondità e l’espressività dei temi affrontati nel libro, per l’incalzante stesura realizzata dalla scrittrice senza che la stessa conceda niente a formalismi di maniera, per l’impegno e per la testimonianza di una esperienza umana e civile che fa riflettere, per l’originalità e il verismo del contesto narrativo che producono nel lettore una forte emozione e una condivisione della drammaticità che sta attraversando la nostra attuale società politica, civile e sociale.

 

Francesca Padula è nata a Pisa nel 1967.

Biologa, Specialista in piante officinali, con Tesi su sostanze stupefacenti, dal 2001 fa praticamente la mamma a tempo pieno.

Nel 2003 si avventura nel mondo della parola scritta, cimentandosi in generi diversi.

Ha scritto: il libro umoristico “Quanto pesa…” (2005); il romanzo “Alessandra, Capitano del RIS” (2008); la raccolta di gialli e noir “Tre casi per il Maresciallo Nardella” (2009); alcune storie di donne; suoi racconti sono risultati finalisti a Concorsi Letterari e sono contenuti nelle relative antologie.

Suoi articoli, riguardanti tematiche femminili e di attualità, sono presenti in web (due sono compresi ne “Il Calderone di Manidistrega”: libro i cui contenuti sono tratti dal portale delle donne toscane).

Ha una passione per i segnalibri, che crea con frasi poetiche ideate da lei e ricette della propria famiglia.

Scrive su alcuni blog nella piattaforma di style.it.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl