PRESENTAZIONE DEL LIBRO Alessandra, Capitano del RIS - Una nuova strada da percorrere di Francesca Padula

27/feb/2010 17.08.51 Ufficio Stampa FP Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
PRESENTAZIONE DEL LIBRO Alessandra, Capitano del RIS. Una nuova strada da percorrere di Francesca Padula - Manidistrega Editrice.
VENERDÌ 12 MARZO ALLE ORE 18.30 alla Biblioteca Comunale di Cascina - Viale Comaschi, 67.

 

INTERVERANNO:  Moreno Franceschini, Sindaco di Cascina - Margherita Dalle Vacche della Casa Editrice Manidistrega - Francesca Padula - Autrice

 

È una giovane donna, madre di un bambino e studiosa di biologia, la protagonista del romanzo Alessandra, Capitano del RIS. Una nuova strada da percorrere, scritto da Francesca Padula. Una  donna che in un attimo vede cambiare la propria vita e si trova a dover affrontare la perdita del marito, ucciso da una banda criminale mentre svolgeva il suo lavoro come carabiniere. Una vita spezzata, dalla quale la protagonista riesce con la sua determinazione a riemergere e motore di tutto è l’amore per il figlio. Alessandra, grazie alla sua preparazione scientifica entra nel mondo dell’Arma, diventando un capitano del Ris. La vita della protagonista sì divide fra il ruolo di madre e quello di scienziata nei laboratori del Ris a Parma, con il compito di trovare risposte e colpevoli dei casi su cui si trova a lavorare.

Un romanzo che si tinge di giallo, ma anche di rosa. L’autrice infatti dà molto spazio alla sfera affettiva della protagonista: oltre al rapporto con il figlio, la rete di amicizie che Alessandra crea con il suo arrivo a Parma e la storia d’amore a cui non vuol cedere, temendo di soffrire di nuovo.

 

Un libro che ha già ricevuto gli apprezzamenti di Luciano Garofano e di Leonardo Gori, che nell’introduzione e nella prefazione esprimono i loro positivi commenti. Scrive, infatti, Luciano Garofano: “Ne esce un racconto pieno di sentimento, di emozioni, di umanità, ma anche di contrarietà, di momenti di tristezza e di gioia, dove non mancano certo i colpi di scena. Il tutto è sapientemente condito di onestà, umanità, altruismo, tenerezza, passione, scienza, in un intreccio dal ritmo pacato, delicato, romantico, ma sempre dinamico e coinvolgente, che ti permette di immaginare e di rivivere i personaggi con grande realismo e altrettanta partecipazione emotiva”.

 

Il romanzo ha vinto nella sezione editi la XII Edizione del Premio Firenze Capitale d’Europa, con la seguente motivazione: “Per la profondità e l’espressività dei temi affrontati nel libro, per l’incalzante stesura realizzata dalla scrittrice senza che la stessa conceda niente a formalismi di maniera, per l’impegno e per la testimonianza di una esperienza umana e civile che fa riflettere, per l’originalità e il verismo del contesto narrativo che producono nel lettore una forte emozione e una condivisione della drammaticità che sta attraversando la nostra attuale società politica, civile e sociale”.

 

 

 

Il libro è pubblicato dalla casa editrice Manidistrega, formata da donne che hanno fatto una precisa scelta editoriale: pubblicare soprattutto scrittrici donne ed aiutarle ad emergere in un settore di non facile accesso come quello editoriale, che spesso non lascia molto spazio agli esordienti e ai piccoli autori. L’editrice si rivolge preferibilmente ad un  pubblico femminile, che da ormai 6 anni è già affezionato lettore della rivista ondine www.manidistrega.it, portale dedicato alle donne toscane (e non soltanto!).

 

L’autrice, Francesca Padula, è una giovane donna toscana, madre e biologa, ed oltre a questo romanzo ha scritto: il libro umoristico, dal titolo Quanto pesa…, edito nel gennaio 2005 e premiato con la Menzione d’Onore all’VIII edizione del “Premio Firenze Capitale d’Europa”; la poesia dal titolo “Se potessi parlarti...”, che si è classificata 4^ al Concorso “Il Club degli Autori 2004-2005”; la raccolta “Tre casi per il maresciallo Nardella e altre storie gialle e noir”, che comprende dei racconti gialli ambientati in provincia di Pisa, con protagonisti i Carabinieri della Stazione di Riglione – due sono antefatti del romanzo e uno di questi (in versione ridotta per esigenze di concorso) si è classificato 3° all’edizione 2006 del Premio Letterario Carlo Alberto Dalla Chiesa di Chivasso –, un noir ambientato in Maremma e un giallo/rosa ambientato a Firenze, con protagonista una donna magistrato; dei racconti noir risultati finalisti alle edizioni 2007 dei Premi Maremma Mystery di Grosseto e Orme Gialle di Pontedera; alcune storie di donne.
Suoi articoli, riguardanti tematiche femminili e di attualità, sono presenti sul web (due sono compresi ne Il Calderone di Manidistrega: libro dai contenuti tratti da www.manidistrega.it).

L’autrice, inoltre, ha una passione per i segnalibri, che crea con frasi poetiche ideate da lei e ricette della propria famiglia.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl