Premiati i vincitori di Born in ’89

07/set/2010 16.34.57 InTarget.Net Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UniCredit, in collaborazione con la Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo e il FT, ha annunciato ieri sera, nel corso di una cerimonia a Londra, i vincitori del concorso Born in ’89, organizzato lo scorso anno per celebrare i 20 anni della caduta del Muro di Berlino.

Il concorso, riservato ai giovani nati nel 1989 nei paesi a est dell’ex cortina di ferro, ha ottenuto un grande successo, con circa 600 scritti pervenuti dall'Europa Centro-orientale, dalla Russia, dal Caucaso e dall'Asia Centrale. Una giuria internazionale presieduta dal noto scrittore ucraino Andrei Kurkov ha assegnato il primo premio alla georgiana Ana Dabrundashvili, per la qualità e lo spessore della sua riflessione sulla vita in Georgia negli ultimi 20 anni. Con i suoi aspetti tragici e buffi allo stesso tempo, la storia raccontata da Ana Dabrundashvili è una testimonianza di come i periodi di transizione possano essere tempi di rivolta e di difficoltà, ma anche di speranze e opportunità.

La vincitrice ottiene un tirocinio di una settimana presso la redazione del FT, oltre a un premio aggiuntivo in denaro conferito da UniCredit. UniCredit ha assegnato un riconoscimento in denaro anche a Nikita Bolgov (Russia), Ulyana Yasna (Ukraine), Irina Fedorenko (Russia), Sonja Kasipovic (Croatia) e Daria Orlova (Russia) selezionati dalla giuria.

Antonella Massari, Head of Identity & Communication del gruppo UniCredit, ha commentato: “La forte partecipazione al concorso Born in ’89 è un’eccezionale opportunità che ci ha permesso di conoscere il pensiero della giovane generazione nata nell’ex Europa dell’Est in merito agli storici avvenimenti dell'Ottantanove e al mondo di oggi. Come gruppo fortemente radicato nella Regione, UniCredit è fiera di aver partecipato a un'iniziativa che ha dato voce ai giovani e ha permesso di scoprire dei talenti”.

A nome della giuria, Andrei Kurkov ha sottolineato: “Siamo stati impressionati dalla qualità degli scritti, che hanno reso il nostro lavoro difficile ma anche estremamente piacevole. Fra i partecipanti abbiamo scoperto alcuni talenti molto promettenti”.

Il concorso ha avuto notevole eco in Russia e Ucraina. Significativo anche il contributo dei Paesi Balcanici e dell'Europa Centro-orientale. I migliori 24 scritti sono stati raccolti in una pubblicazione che è stata presentata a Londra, disponibile presso la BERS e presso UniCredit.


Fonte: UniCredit Group News

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl