Prima che sia buio Emozioni erranti, la rappresentazione come decodificazione

19/nov/2010 22.48.47 laura sales Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

<<Emozioni erranti, la rappresentazione come decodificazione>>

Quando il dolore trova condivisione, incontra la parola raccontata, la rappresentazione scenica, l’arte, diventa proposta creativa e si incammina sulla strada della gioia

 

Roma, Martedì 23 novembre 2010 - Presso la libreria L’Argonauta in via Reggio Emilia, 89 dalle ore 18.00 si terrà presentazione del libro "Prima che sia buio

In ordine sparso seguendo un filo" di Ilaria Guidantoni, Giornalista del settore trasporti che mette al centro delle sue riflessioni la sacralità della vita.

La giornalista, già autrice di "Vite sicure", saggio sulla comunicazione che ruota intorno alla sicurezza stradale, "dedica" questo secondo libro alla parola come decodificazione del vissuto.

Le emozioni trovano condivisione nell’incontro con la parola raccontata, con la rappresentazione scenica, con l’arte pittorica diventando in tal modo proposta creativa, viaggio metaforico verso la strada della gioia e della luce.

Vi trova spazio il sentire sensuale, lo sfinimento della passione ma anche care memorie di esseri che si sono amati, ammirati compresi in un dopo che sta dolorosamente nella natura dei rapporti più intensi, ma che ridona malinconia e gratitudine più che rimpianti.

La raccolta segue il profilo contraddittorio della vita, un po’ inseguendola, prima che sia buio, prima che sia troppo tardi, in ordine sparso seguendo un filo, come recita il sottotitolo: la raccolta comprende infatti poesie, racconti brevi quasi istantanee più vicini alla lirica che alla prosa.

Con un stile evocatore di immagini, basato su un attento lavoro di levigatura e di ricerca dell’esattezza del linguaggio, che oltrepassa le regole senza tradirle, creando una scrittura scenografica, l’autrice conduce il lettore ad immergersi in veri e propri quadri espositivi, scene di un palcoscenico dove si respirano odori e suoni lontani che toccano l’anima.

L’autrice sembra dire: la ricerca della felicità, non la felicità stessa - che sarebbe una pretesa - è certamente un diritto verso se stessi e verso la vita.

Programma

 

Coordina la serata Andrea Menaglia, Editore di Colosseo Editoriale

 

 Intervengono

Agostino Rocco Pittore e FotografoGiovanni De Feudis Regista teatraleSarà presente l’Autrice

 

Letture di

Francesca Bellino Giornalista e ScrittriceMario Farina Attore

al pianoforte Fabio Bianchini al clarinetto e alla fisarmonica Salvatore Zambataro

 

Libreria l'Argonauta, Via Reggio Emilia, 89 – tel. 06.8543443; 320.9640077

uff-stampa@ilariaguidantoni.com

 

 

Ilaria Guidantoni, Giornalista Politico economico, dedicata soprattutto ai trasporti ed infrastrutture, esperta di sicurezza stradale. Fiorentina, ha studiato a Milano laureandosi in Filosofia teoretica all’Università Cattolica del Sacro Cuore; vive prevalentemente a Roma. Ha conseguito il Corso di Perfezionamento in Bioetica occupandosi di problemi legati alla corporeità, disturbi del comportamento alimentare e disagi affettivi; Diplomata Sommelier AIS. Ha collaborato con diverse testate e diretto "Sviluppo Imprese"; è titolare della rubrica Politica e infrastrutture su "leStrade". Consulente di molte istituzioni – Censis, Tecla, Publifoto, CNI, UIR – Consigliere Bic Lazio e già direttore Fondazione d’arte Jorio Vivarelli. E’ Responsabile Rapporti istituzionali ANITA e della Comunicazione strategica ASSOSEGNALETICA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl