GRAVE GESTO INTIMIDATORIO NEI CONFRONTI DI ALESSANDRO MARIA CALI', AUTORE DI "DISORDINI", LIBRO INCHIESTA SU MAFIA E ORDINI PROFESSIONALI

GRAVE GESTO INTIMIDATORIO NEI CONFRONTI DI ALESSANDRO MARIA CALI', AUTORE DI "DISORDINI", LIBRO INCHIESTA SU MAFIA E ORDINI PROFESSIONALI.

14/mar/2011 11.53.22 Navarra Editore Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


GRAVE GESTO INTIMIDATORIO NEI CONFRONTI DI ALESSANDRO MARIA CALI',

AUTORE DI "DISORDINI", LIBRO INCHIESTA SU MAFIA E ORDINI PROFESSIONALI



Vi segnaliamo un grave gesto intimidatorio avvenuto nei confronti di Alessandro Maria Cal, ex presidente dell'Ordine degli ingegneri di Palermo, macchiatosi della "colpa" di aver fatto radiare Michele Aiello dall'Ordine e di aver raccontato la sua storia nel libro "disOrdini". Cal diventato uno dei testimoni di un movimento trasversale che punta a rimarcare le prerogative disciplinari degli Ordini e a ripulirli dalla collusione mafiosa. Per questo stato punito con una molotov che rischiava di mandare in fumo la sua Bmw e con una croce tracciata sul cancello della sua villa.

DICHIARAZIONE DI OTTAVIO NAVARRA (EDITORE) SU GRAVE ATTO INTIMIDATORIO AD ALESSANDRO CAL

Un grave atto intimidatorio ha colpito l'abitazione e l'autovettura di Alessandro Cal, ex presidente dell'ordine degli Ingegneri di Palermo e autore del nostro 'disOrdini' il libro inchiesta sugli ordini professionali e sulle connivenze con le organizzazioni criminali.

Esprimo ad Alessandro tutta la nostra solidariet e, insieme a lui, a quanti si stanno battendo, come i ragazzi di Addio Pizzo, perch sia sollevato il coperchio sulle collusioni tra professionisti ed organizzazioni mafiose.

Da poco tempo stata avviata la costituzione dell'Associazione dei Professionisti Liberi che intende battersi per tutto ci. Sappiamo benissimo come la stragrande maggioranza di essi sono persone libere che si battono con forza contro ogni condizionamento e collusione con il potere mafioso e sappiamo altrettanto bene che vanno isolati quanti questo non lo fanno.

Siamo grati ad Ivan Lo Bello e a Confindustria Sicilia di avere accettato, prima ancora che questo atto di sciacallaggio venisse compiuto, di presentare il libro l'11 marzo presso la propria sede, confermando che lo schieramento che, ogni giorno, si batte contro la mafia ampio e radicato.

Auspico che ci sia una adeguata e forte reazione a questo che si configura essere un atto per impaurire e per fermare un processo di rinnovamento.

Chiunque abbia compiuto questo atto vergognoso sappia che siamo in tanti a condividere e sostenere queste battaglie e che sicuramente non piegheranno il nostro bisogno di cambiamento e di innovazione.

Ottavio Navarra

L'episodio, avvenuto domenica scorsa e coperto fino a ieri dal riserbo, stato diffuso solo ieri da un numero esiguo di testate e ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna dichiarazione dagli Ordini Professionali siciliani. http://palermo.repubblica.it/cronaca/2011/03/13/news/una_molotov_contro_l_ingegnere_che_radi_aiello_dall_ordine-13541556/

Vi preghiamo di voler dare risalto a questo grave avvenimento, dimostrando che questi atti vergognosi non ci fermeranno.

In allegato un’intervista realizzata precedentemente al fatto e la scheda del libro.

Rimaniamo a vostra disposizioni per ulteriori informazioni,

 --  Valentina Ricciardo Comunicazione e Ufficio Stampa  ------------------------------ Navarra Editore Via Crispi, 108 - 90139 Palermo tel/fax +39 091.6119342 Mob. +39 320.8058371 www.navarraeditore.it 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl