Mi Piace anche Berlusconi

ovviamente no... calcio, donne e Rock... no, non rock and roll (troppo culturale), calcio, donne e Papi.

10/mag/2011 22.18.00 Dario Pruneddu Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
10/05/2011 
"Mi piace anche Berlusconi", così risponde, un giovane tifoso milanista, di si e no dieci anni, in un' intervista per la Gazzetta, in Piazza Duomo durante i festeggiamenti per il diociottesimo scudetto rossonero.
E ad un passo delle amministrative spunta anche un nuovo, fantastico, spot rubavoti, che da oggi possiamo ammirare in giro per la rete come ha fatto notare Dino Amenduni sul Fatto. Il manifesto ritrae la biondona Rubacuori (sarcasmo sulla maiuscola) Barbara Berlusconi impegnata in un abbraccio strappa lacrime con Pato, campioncino delle Coccinelle neo campioni d'Italia. In basso al manifesto compare la famosa frase del Papi "L'amore vince sempre sull'invidia e sull'odio". E allora c'è da chiedersi perchè il giovane rossonero abbia risposto in quella maniera raccapricciante al giornalista? ovviamente no... calcio, donne e Rock... no, non rock and roll (troppo culturale), calcio, donne e Papi. Papi a volontà!
Questa è la formula che ha portato Berlusconi ha essere l'uomo più discusso dagli Italiani... ha cancellato la politica, in un momento in cui gli ItaGliani non ne potevano più della politica. E ora, dopo gli ultimi boccheggi di questo governo, che tenta di tenere salda una maggioranza che si sta sfaldando (vedi il mercato delle poltrone a cui abbiamo assistito nei giorni precedenti), il coperchio che chiude il bidone delle malefatte sta saltando. Il marcio comincia a colare fuori come il percolato cola dai camion dell'immondizia di Napoli. E lui lo sa, sa che non c'è persona più colpevole di lui, e difatti rischia l'esaurimento. La prova della confusione che deve regnare nel suo cranietto sono le sue stesse esternazioni. Ieri, in mattinata, arrivano le ormai scontate dichiarazioni verso i PM milanesi:" Sono un cancro da estirpare"... a seguire del non scontato rimprovero del capo dello stato: "Bisogna onorare i giudici", il Papi si illumina di immenso con un: "Parole Sante". Roba da far vacillare anche il più umile dei servi.
Ecco, Berlusconi è' stato come una droga presa quotidianamente per quasi vent'anni, nè è la prova quel manifesto politico che di politico non ha assolutamente niente. Ora, come togliere la droga a un tossico dipendente ridotto al limite? bisogna dargli vitamine, minerali, calcio (ma poco poco, se no si rischia una ricaduta), c'è bisogno di un'assistenza giornaliera 24h su 24, di sano giornalismo, di sana politica e anche di sana televisione.
E mentre gli ultimi Saruman (Formigoni), difendono con le unghie e con i denti le loro roccaforti di criminalità organizzata , e mentre gli ultimi Uruk Hai (Sallusti) mandano i loro poveri orchetti (Porro), a morire e fare scempio dei propri corpi in prima linea, il referendum darà la mazzata definitiva a questa fantomatica storia Tolkeniana, e allora si verdà se gli Italiani saranno davvero pronti per iniziare la disintossicazione.
 
Dario Pruneddu
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl