A Com&Te Giordano B.Guerri

11/giu/2011 12.02.51 salerno trading Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sarà Giordano Bruno Guerri, con il saggio Il sangue del sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio (Mondadori), l’ospite del sesto appuntamento del Premio e rassegna letteraria Com&Te Comunicazione, giornalismo e dintorni, che si terrà mercoledi 15 giugno prossimo, alle ore 18.30, nel Salone delle feste del Social Tennis Club di Cava de’Tirreni. La rassegna, giunta alla V edizione, è organizzata dall’associazione Comunicazione & Territorio.

Altro che banditi incivili e incolti: i briganti che si opposero alle truppe savoiarde erano patrioti ribelli, contadini esasperati dall'avidità e dallo sfruttamento dei latifondisti, cittadini delusi dalla mendace propaganda garibaldina. E quella che venne combattuta tra 1861 e 1870 fu la prima guerra civile italiana. Parola di Giordano Bruno Guerri, lo storico più coraggioso, spirituale e anticonformista del secondo Novecento, che celebra con la disorientante onestà di sempre i 150 anni dell'Unità d'Italia.

Il saggio sarà presentato dall’ideatore e curatore della rassegna letteraria Pasquale Petrillo e dal direttore di Telecolore Franco Esposito.

Guerri vuole che il Risorgimento sia recuperato per intero, nel bene e nel male. Perché è dall'Unità in avanti che l’Italia ha saputo diventare un grande Paese. E cercare la verità a proposito di quanto è accaduto non può macchiare l'orgoglio della nascita di una nazione.

Una lettura penetrante e lucida delle vicende post-unitarie, fondanti per determinare incomprensioni, ostilità e inimicizie tra le due metà della nazione. Giordano Bruno Guerri, scrittore, giornalista e storico italiano, è stato direttore del mensile “La Storia Illustrata” e de “L’Indipendente”, collabora col “Giornale” come opinionista. Ha lavorato come redattore per Bompiani e Garzanti; è stato direttore editoriale Mondadori. Attualmente presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, la casa di Gabriele D'Annunzio a Gardone Riviera, cui ha ridato slancio con nuove creazioni museali e l'acquisizione di importanti documenti.

Per ulteriori informazioni consultare il sito web www.premiocomete.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl