Occhio della dea di Stefano Giovanni Muscolino

03/set/2011 15.28.12 Arkavarez Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

L'Occhio della Dea, dell'autore esordiente Stefano Giovanni Muscolino, è un romanzo d'avventura d'ispirazione storica con una buona dose di fantasy, il cui protagonista racconta le sue gesta come se il tutto fosse la sua stessa autobiografia. Per cui il racconto procede in prima persona e si compone in ben 376 pagine suddivise il XXI capitoli, ogni capitolo presenta un'icona introduttiva realizzata dallo stesso autore. Ma veniamo alla storia vera e propria, Cristòbal Ortega è un giovane ragazzo che vive su di un'isola tropicale nel 1572 governata dagli spagnoli, la sua origine è mista (da parte di padre spagnolo e da parte di madre indigeno, precisamente della tribù dei quemi). Non si sa bene che fine abbiano fatto i suoi genitori e fin da piccolo si ritrova orfano e senza una famiglia a cui far riferimento, viene cresciuto come se fosse suo figlio dal gestore di una taverna, Ferdinandez Valencia (in cambio di vitto e alloggio aiuta nel lavoro alla taverna), insieme alla di questi figlia legittima Christina. I due ragazzi ormai cresciuti, iniziano a provare qualcosa di più di una semplice amicizia, ma nessuno dei due è ancora pronto per dichiararsi. La vita tranquilla di Cristòbal, come del villaggio, viene però interrotta dall'arrivo di una nave dei corsari, con al capo Sir Henry Murdock. Con la speranza di un lavoro migliore, il giovane verrà convinto a salire sulla nave, senza però rendersi conto di cosa lo attenda, una volta scoperto il trucco sarà ormai difficile venirne fuori e la sua vita si trasformerà in un incubo, soprattutto quando dopo la sua fuga dalla nave inglese, sarà l'amata Christina a finire catturata. Di qui in poi le cose si complicano e farà il suo intervento l'elemento fantasy rappresentato da una ragazza colpita da una maledizione, costretta ad avere l'aspetto di un'arpia. La maledizione sarà legata sia alla nave dei corsari Occhio della Dea, sia alla storia del villaggio e anche alla storia più intima e personale di Cristòbal. Saprà il nostro eroe risolvere tutti questi enigmi e riportare la pace nel villaggio? naturalmente non sarà solo, durante le sue avventure conoscerà diversi amici e preziosi alleati, tra cui una ladra, quello che diventerà il suo migliore amico e adirittura un monaco. Le vicende si sposteranno anche all'interno di una maestosa Cattedrale dove sarà necessario recuperare un'antica reliquia custodita non si sa bene dove. Il libro è acquistabile online, sia in versione ebook, pdf o epub, sia in versione classica cartacea. Sul romanzo è stata creata anche una pagina facebook dal nome Occhio della dea, e l'autore ha anche un blog dedicato sia al suo romanzo che alla passione per pirati, corsari e affini che è questo: http://arkavarez.blogspot.com/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl