POSSIAMO CAMBIARE IL NOSTRO FUTURO?

20/ott/2011 16.45.59 Prs Consulting Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

  

POSSIAMO CAMBIARE IL NOSTRO FUTURO?

Seminario di consapevolezza sociale a cura del

Centro Studi Sociali CambiaMenti

 

Sabato 22 ottobre ore 14,30-18,30 e Domenica 23 ottobre ore 9,00-13,00

Terapeuticum Heliopolis - Via dei Lamponi 5, Bologna

 

Bologna, 19 ottobre 2011

Siamo soddisfatti del sistema sociale che oggi si esprime nello Stato italiano? I nostri governanti rappresentano veramente le nostre esigenze o notiamo uno scollamento tra eletti ed elettori? Siamo soddisfatti di come i partiti governano la cosa pubblica e di come gestiscono il denaro pubblico? Comprendiamo e ci soddisfa l’attuale sistema economico? Riteniamo che il nostro attuale sistema scolastico educhi i nostri figli?

Il mondo va male, ce ne accorgiamo tutti e siamo pieni di segnali della sua malattia. Molto criticano, ma quasi mai nessuno indica cose concrete da fare, e se lo fa è sempre dal suo punto di vista, che può essere, a seconda dei casi, economico-finanziario o giuridico - politico o culturale - religioso: ma sempre insufficiente.

 

Manca un punto d’insieme, una visone complessiva del territorio sociale moderno, che possa orientare i passi dei singoli individui, guidare le loro scelte e i loro comportamenti. Nella nostra società, infatti, l’individuo-macchina sembra impotente e naviga in una atmosfera di ansia, scontento, disillusione e paura. Ma siamo davvero impotenti? Possiamo cambiare il nostro futuro? Queste sono le domande a cui si cercherà di dare risposta sabato 22 e domenica 23 ottobre 2011 durante il Seminario di consapevolezza sociale, che si svolgerà presso la sede di Terapeuticum Heliopolis in via dei Lamponi 5 a Bologna.

 

     Scopo del Seminario è fornire a chiunque voglia smettere di criticare soltanto, ma voglia far funzionare veramente la società, una ventata di Open Source Sociale liberamente fruibile e applicabile, al di là del proprio credo politico e/o religioso e della propria condizione sociale. Solo quando tutti conosceranno finalmente come dovrebbe funzionare una società sana (l’Hardware sociale, oggi guasto), i diversi interventi per la soluzione dei problemi (il Software sociale, oggi inutilizzabile) porteranno veramente buoni risultati.

 

Nel corso delle due giornate di incontro - in cui sono previste anche esercitazioni pratiche ed attività didattiche individuali e di gruppo - verranno illustrate due leggi sociali che, se conosciute e inquadrate, possono guidarci dallo Stato Monodimensionale malato attuale alla Società Tridimensionale sana dei nuovi tempi, i nostri tempi. Partendo infatti dall’analisi scientifica dello stato moderno attuale e del concetto di sistema, si arriverà a conoscere le tre aree sociali, a capire la degenerazione che può portare la loro unitarietà e come sia importante porre tra queste delle “barriere di confine”, in modo da ripristinare la tridimensionalità e risanare quindi la società. Una società in cui al centro non ci siano più i gruppi organizzati, le caste, ma sia posto finalmente l’individuo e i suoi bisogni.

 

“Possiamo cambiare il nostro futuro?” sarà condotto da Andrea di Furia - giornalista e scrittore, da oltre trent’anni studioso e opinionista della questione sociale moderna nella rubrica Punto&Virgola su www.economiaitaliana.it - e da Daniela Crivellaro - esperta in sviluppo organizzativo, ha lavorato per le più grandi aziende italiane prima come dipendente e successivamente come consulente e coach.

Per iscriversi al Seminario è necessario inviare la scheda di iscrizione a: cambiamenti@cambiamenti.com. Il contributo di partecipazione è di Euro 50,00 da versare tramite bonifico bancario.

        

         Per informazioni: Centro Studi Sociali CambiaMenti - Cell. 3484030036.

 

Ufficio Stampa - Valentina Zirpoli - Tel. 051/522440 - e-mail: prs@prs.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl