A “Incontri con l’autore” lo scrittore Mario Desiati

Nella sala consiliare del palazzo comunale, il 19 novembre alle ore 17.30 (ingresso gratuito), il critico Raffaele Manica dialogherà con lo scrittore, poeta e giornalista Mario Desiati, autore del libro Ternitti edito da Mondadori nella collana "Scrittori italiani e stranieri" e finalista del "Premio Strega".

Persone Orlando Domenica, Raffaele Manica, Mario Desiati, Domenico, Arianna, Ippazio
Luoghi Roma, India, Puglia, Svizzera, Salento, Tarquinia, Viareggio, Laterza
Organizzazioni Quirinale, Mondadori
Argomenti editoria, letteratura

16/nov/2011 11.33.53 Dabel Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Ottavo appuntamento per “Incontri con l’autore”, il ciclo di eventi letterari organizzato nell’ambito del “Premio Tarquinia Cardarelli 2011”. Nella sala consiliare del palazzo comunale, il 19 novembre alle ore 17.30 (ingresso gratuito), il critico Raffaele Manica dialogherà con lo scrittore, poeta e giornalista Mario Desiati, autore del libro Ternitti edito da Mondadori nella collana “Scrittori italiani e stranieri” e finalista del “Premio Strega”. Romanzo in cui si respira il profumo del Salento intriso della nostalgia magica di chi vive lontano, Ternitti racconta una storia di emigrazione e di una figura femminile indipendente, coraggiosa e combattiva, Domenica Orlando, detta Mimì, capace di misurarsi con la chiusura e le durezze della cultura tradizionale del Sud italiano. Nel 1975 Mimì è una ragazzina quindicenne il cui mondo viene sconvolto quando, insieme alla famiglia, parte per la Svizzera a seguito del padre, operaio in una fabbrica di eternit. La giovane viene affascinata da un ragazzo fantasioso, Ippazio. Spesso di notte si rifugia nel suo letto, in cui vive magici atti d’amore. Resta incinta, ma decide di non abortire. All’inizio degli anni Novanta, Mimì è oramai una donna con una bambina, Arianna, che ritorna nella sua terra natale. Ha il coraggio e la forza di tirare su la figlia, di lavorare in un cravattificio, di diventare un punto di riferimento per tutti e di protestare sul tetto della fabbrica, perché gli imprenditori vogliono trasferirla in India. Intanto gli uomini, che sono andati a lavorare l’eternit, muoiono colpiti da tumori incurabili ai polmoni. E con loro se ne vanno anche le donne che hanno lavato i panni dei mariti. «Mimì è come la reduce di una guerra, perché l’amianto poco alla volta le sottrae le persone vicine o le inquina. – afferma lo scrittore – La peste non la contagia con il male dei polmoni, ma con quello del cuore e dei sentimenti. E attraverso le difficoltà diventa più forte, come tante ragazze del sud italiano dopo il secondo conflitto mondiale». Nato in Puglia nel 1977, Mario Desiati oggi vive a Roma. Ha esordito nel 2003 con Neppure quando è notte, pubblicato da peQuod. Il suo secondo romanzo Vita precaria e amore eterno, edito nel 2005 da Mondadori, è stato finalista al “Premio Viareggio” e vincitore nel 2006 del premio “Paolo Volponi – letteratura e impegno civile”. Nel 2008 è uscito, sempre per Mondadori, Il paese delle spose infelici, che ha ottenuto il “Premio Mondello”, seguito dal reportage Foto di classe, stampato da Laterza. Attualmente è direttore editoriale di Fandango Libri e redattore della rivista “Nuovi Argomenti”. Per informazioni: Assessorato alla Cultura, tel. 0766/849407. Il “Premio Tarquinia Cardarelli 2011” ha ottenuto l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tarquinia, Raffaele Manica, Mario Desiati, Premio Cardarelli, letteratura, libri, Ternitti
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl