Lou Griffin Zanutta seconda posizione con Il sentiero delle parole al Leandro Polverini, Rupe Mutevole Edizioni

05/dic/2011 12.37.19 Alessia Mocci Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il premio Nazionale di Poesia Edita “Leandro Polverini” si è concluso, molti sono stati i premi e diverse le soddisfazioni della serata di premiazione avvenuta il 27 novembre 2011 ad Anzio (RM).

 Al secondo posto nella sezione Poesia Concettuale è risultata vincitrice Lou Griffin Zanutta con la sua silloge “Il sentiero delle parole”, edita nel 2011 dalla casa editrice Rupe Mutevole Edizioni nella collana editoriale “Sopralerighe”.

La motivazione del premio:

 

La poesia di Griffin Lou Zanutta crea il proprio spazio nell'istante della sua comparsa, aprendo uno squarcio concettuale nella realtà. E dunque essa è presente esattamente nello stesso momento in cui la si evoca e la si evoca celebrandone l'assenza. Così come lo spazio, essa è identificabile in ogni punto del suo tessuto verbale e contemporaneamente nella sua totalità di testo.


Una raccolta di ampio respiro, vera foresta di suoni che si richiamano continuamente l'uno con l'altro urtando fra di loro come molecole in movimento, di cui è possibile predire la traiettoria.
"

 

“Il sentiero delle parole” è un libro che presenta un importante bilinguismo, infatti le poesie sono sia in ligua italina sia in lingua inglese. Il titolo inglese è: “The word’s path”

 

"Mare" (tratta da “Il sentiero della parole”)

"...E mi è dolce naufragare in questo mare......"

 

“mare di silenzi, di similitudini,
mare di fiumi che sgorgano ideali,
mare di tempeste che si scagliano sul molo,
perché la vita è uno scoglio
e tu la devi abbracciare
per non scivolare
infondo,
infondo agli abissi
o infondo alle tenebre.
Mare di profumi
mesti, sudati,
gira la spirale
gira l'asse solare
gira la vita,
girano i volti
i grandi amici
che piangono "i loro morti" (vivi?),
e li ritrovi a viaggiare in prima classe,
scendendo il solito sentiero
il tuo solito costone frastagliato a picco sul mare.
Il carillon suona la sua musica,
mentre la ballerina
delicata, di rosa vestita,
gira all'infinito,
non sai ancora girare?
forse non ti piace imparare,
il vero, il falso,
il giusto o il reale.
Fuggi,
da te stesso
e dai tuoi stessi pensieri
l'eco della tua anima
si diffonde
.........
si ritrova di nuovo qui
sulla riva,
o alla deriva,
a respirare questo
salmastro profumo
di mare"

 

Lascio link utili per visitare il sito della casa editrice e per ordinare il libro.

http://www.rupemutevoleedizioni.com/

http://www.reteimprese.it/rupemutevoleedizioni

http://www.facebook.com/pages/Ufficio-Stampa-Rupe-Mutevole/126491397396993

 

Alessia Mocci

Responsabile Ufficio Stampa Rupe Mutevole Edizioni

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl