“Amailija” di Romina Casagrande: un fantasy moderno e innovativo

"Amailija" di Romina Casagrande: un fantasy moderno e innovativo.

Persone Romina Casagrande, Alice, Margaret
Luoghi Tirolo, Merano
Organizzazioni Castel Grafenstein
Argomenti letteratura

09/dic/2011 14.46.46 Recensione Libro.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Nel libro “Amailija” di Romina Casagrande ci sono tutti gli ingrediente essenziali per rendere un romano fantasy degno di nota: amore e magia, leggenda e personaggi che seppur rivisitati sono realmente esistiti.

La scrittrice esordiente stupisce nel suo libro “Amailija” raccontandoci due vicende che hanno qualcosa che le lega. Il mistero è presente per tutta la durata del romanzo ed è proprio questo l’elemento vincente della storia.

Nel 1342 un patriarca di Aquilea ha gettato una maledizione sulle terre di Margareth, l’ultima Signora del Tirolo e il suo popolo viene piegato in due. Nel 2010 invece a Merano c’è una ragazza, Alice, a cui è stata affidata la guida al Castel Grafenstein dove l’aspetta una presenza misteriosa.

“Amailija” è un romanzo denso, pieno d’intrighi, ricco di mistero e di suspense che lascerà incollati i suoi lettori alle pagine del libro fino all’ultimo. Romina Casagrande è riuscita a scrivere un fantasy che non per niente banale, con molti elementi innovativi, che prende spunto da personaggi e luoghi esistenti rivisitandoli per riportali alla luce nel suo splendore.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl