Al via la seconda edizione di In Primis, il concorso letterario promosso da Banca di Cherasco e da SEI Editrice che dà una chance agli esordienti

27/apr/2012 12.32.11 Proposte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Addio romanzi inediti nel cassetto.

Fino al 31 maggio In Primis raccoglie i romanzi degli aspiranti scrittori e li porta in libreria

 

Al via la seconda edizione di In Primis, il concorso letterario promosso da Banca di Cherasco e da SEI Editrice che dà una chance agli esordienti

 

 

Buone notizie per gli aspiranti scrittori tra i 18 e i 45 anni: prende il via la seconda edizione di In Primis – Premio Giovani Scrittori, promosso dalla Banca di Credito Cooperativo di Cherasco in partnership con la SEI Editrice.

 

L'opportunità in palio è di quelle da cogliere al volo: sottoporre la propria opera prima inedita alla valutazione di una giuria di esperti e aggiudicarsi un contratto editoriale con la casa editrice SEI, la pubblicazione all'interno di una delle collane a catalogo con la conseguente promozione e distribuzione dell'opera sul territorio nazionale.

 

Il termine per la presentazione dei manoscritti scade il 31 maggio 2012; la partecipazione è gratuita e riservata ad aspiranti scrittori residenti in Italia con un'età compresa tra i 18 e i 45 anni, che non abbiano precedenti pubblicazioni cartacee. Sono ammessi coloro che hanno pubblicato parte delle loro opere all'interno di raccolte e/o su internet. I romanzi devono essere in italiano e il tema della narrazione è libero; non è prevista una lunghezza massima; l'opera non deve essere stata premiata o segnalata in precedenza in altri concorsi, e ogni partecipante può presentare un solo manoscritto.

Il regolamento completo è consultabile su www.in-primis.it.

 

La giuria della seconda edizione è composta dalla scrittrice Margherita Oggero, dal giornalista e scrittore Maurizio Crosetti e dallo scrittore, blogger e conduttore radiofonico Luca Bianchini, insieme a Stella Sorcinelli, vincitrice della prima edizione con il romanzo “I mammiferi felici ridono fino a tarda notte”, affiancati da una giuria popolare di 15 componenti estratti a sorte (su www.in-primis.it i moduli e le modalità per candidarsi). La giuria voterà le 4 opere finaliste risultate dalla valutazione tecnica a cura degli editors della SEI Editrice, che esamineranno ogni manoscritto in forma rigorosamente anonima.

 

In Primis nasce dalla volontà della Banca di Cherasco - coerente con la sua profonda mission sociale e di attenzione per le giovani generazioni - di offrire un'opportunità concreta ai giovani per sviluppare le proprie potenzialità artistiche e dare concretezza ai frutti del proprio talento. Un'iniziativa che assume una valenza particolarmente significativa nell'attuale periodo di tagli alla spesa pubblica destinata alla cultura e alle arti.

Il concorso offre agli autori esordienti la possibilità di presentare le loro opere in un contesto letterario di qualità, quale trampolino di lancio per un più vasto pubblico. Scopo del concorso è anche quello di individuare nuovi talenti, ai quali offrire una vetrina d'esordio di prestigio e un luogo di incontro e di valutazione costruttivo.

 

Abbiamo voluto dare un seguito alla prima edizione di In Primis – spiega il Direttore Generale della Banca di Cherasco Giovanni Bottero – perché è un’iniziativa nella quale crediamo molto per il messaggio positivo che trasmette. Dare un’opportunità ai giovani scrittori ed avere fiducia in loro è come dare credito al progetto di un’azienda, si punta sulla persona e sulle sue capacità: un modo di operare che da sempre contraddistingue il nostro istituto”.

 

 

 

 

A tale progetto si associa per vocazione la SEI-Società editrice internazionale di Torino, la casa editrice storica dei Salesiani, che da oltre cento anni è attivamente impegnata nella promozione culturale e umana delle giovani generazioni con le sue collane di narrativa, di saggistica e di libri scolastici: a nomi di tradizionale fama quali quelli di Sergio Zavoli, Sergio Quilici, Vittorio Messori (per rimanere fra gli italiani), a best-seller internazionali, quali Momo di Ende e Il principe delle nebbie di Ruiz  Zafòn, intende ora prestare nuova attenzione alla preziosa realtà degli scrittori esordienti.

 

 

 

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/InPrimis

Seguici su Twitter: https://twitter.com/#!/_InPrimis

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl