In arrivo un romanzo storico che svela fatti e misfatti rimasti in ombra nel rinascimento.

19/mag/2012 01.53.18 Ivrag Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

È stato annunciato dall'autore, l'uscita imminente di un romanzo storico intitolato “Il fantasma di Girolamo Riario” che svelerebbe diversi fatti e misfatti avvenuti tra Forlì e Firenze nel Rinascimento.
In particolare l'autore indagando alcuni fatti veramente accaduti nel palazzo comunale di Forlì tra il 2010 e il 2011, quando alcune persone raccontarono di aver visto un fantasma che se ne andava in giro lamentandosi con la testa spaccata, è riuscito a ricostruire a ritroso nel tempo chi era quella persona, cosa ci faceva in quel luogo e chi lo aveva conciato così.
Secondo alcune anticipazioni, quel fantasma era Girolamo Riario, primo marito di Caterina Sforza che fu assassinato in quel palazzo da una congiura.
L'autore indagando i particolari e i dettagli di quello che raccontarono i testimoni che videro il fantasma e ricercando cronache e documenti dell'epoca, ricostruisce passo dopo passo quegli avvenimenti, in un crescendo di fatti e notizie dimenticate dalla storia, che portano il lettore ad avere una visione sempre più profonda di quello che realmente accadde.
In particolare svela per la prima volta dopo secoli, dove si trovava esattamente la vera stanza dove fu assassinato Riario, che fu distrutta poco dopo e mai più ricostruita e come quel luogo possa essere ancora oggi rintracciato da chiunque lo desideri.
Inoltre svela pure per la prima volta assoluta perché Caterina Sforza, moglie di Riario, fu falsamente accusata per secoli di aver mostrato le sue vergogne dagli spalti della rocca di Forlì ai suoi nemici che gli chiedevano di arrendersi e cosa mostrò invece e tante altre novità che salteranno fuori durante la lettura.

Ecco una lista di alcune cose trattare nel libro:

Fu scritto un libro in versi che annunciava la morte di Riario?
Chi lo scrisse ? Per conto di chi?
Era la prima volta che qualcuno vedeva il fantasma di Riario?
Quanti secoli prima fu visto per la prima volta?
Il fantasma aveva un lungo taglio sulla testa? Perché?
Perché il fantasma fu visto "danzare" sul muro esterno del palazzo comunale?
Chi furono i veri mandanti dei sicari di Riario?
Cosa aveva fatto Riario per finire assassinato?
Lorenzo il Magnifico e suo fratello assassinato dieci anni prima a Firenze, c'entravano qualcosa con questa storia?
Fu creata una compagnia di sicari con lo scopo di assassinarlo? Da chi fu creata?
Che scritte apparvero nei portoni e nelle colonne delle chiese forlivesi prima del suo assassinio?
Dove era veramente la stanza delle Ninfe nella quale fu assassinato Riario?
Quella stanza fu poi fatta sparire?
Da chi e perché fu fatta sparire?
È possibile rintracciare dopo cinque secoli dov'era quella stanza?  
Cosa fecero i sicari di Riario, dopo averlo ucciso?
Perché Caterina Sforza, moglie di Riario, fu falsamente accusata per secoli di aver mostrato le sue vergogne dagli spalti della rocca di Forlì ai suoi nemici che gli chiedevano di arrendersi?
Cosa mostrò invece?
E tanto altro che salterà fuori durante la lettura.
In poche parole si tratta di un pezzo di storia dimenticata, ritrovata dopo secoli ed è sotto questa ottica che bisognerebbe vederla.
Buona riscoperta.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl