Roma 5 Luglio: TANGO, TUTTO IN UNA NOTTE nelle Necropoli di Via Portuense

20/giu/2012 11.55.06 Associazione Donne di Carta Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TANGO: TUTTO IN UNA NOTTE
 
 
Tangheri per una notte a Roma: viaggio in Argentina nella necropoli di Via Portuense dove il 5 luglio si balla con i ritmi di Buenos Aires. Performance, proiezioni e lezione culturale sul Tango. Dalle 19.00 in poi.
 
Roma, 20 giugno 2012.  Il 5 luglio il Centro del Tango argentino “Astor Piazzolla” e l’Accademia della lettura dell’Associazione Donne di carta presentano “Il Tango: l’identità in corpo. Storie e passi della migrazione”, evento multisensoriale e interdisciplinare ospitato nella cornice d’eccezione del Drugstore Gallery Portuense(via Portuense 317).

Tra decorazioni in stucco e tombe nel tufo della necropoli romana della Via Portuense, prende vita un viaggio che porta dritto al cuore emotivo dell’Argentina, un viaggio verso la salvezza o forse solo un sogno per i tanti emigranti che videro nelle sterminate pampas e nella frenesia vitale della periferia di Buenos Aires il miraggio di una Terra Promessa. L’Argentina come un Nuovo Mondo forse troppo vasto per quella gente poverissima che dal Nord e dal Sud dell'Italia, spinta dalla fame, dalla miseria e dalla speranza, vendeva le poche cose che possedeva, acquistava un biglietto di terza classe e, ammassata nelle stive dei piroscafi, affrontava la vastità dell'Oceano. E dopo l’arrivo, la fatica dell'integrazione, il confronto con nuove culture, l'identità minacciata. Abbandoni, separazioni, partenze quasi sempre senza ritorno, nostalgia. Il Tango è il ballo di questo Tempo fermato nell'addio. I suoi passi sono quelli dell'emigrante: passi del distacco e della speranza; la sua musica è l'impasto di incontri culturali diversi, eterogenei. Il bisogno di contatto, la traduzione in corpo delle istanze del cuore.
 
Passo dopo passo, il viaggio nel mondo dell’emigrazione inizia con una “lezione culturale” sul Tango, a cura di Eliana Montanari, cofondatrice con Ali Namazi del Centro del Tango argentino “Astor Piazzolla”, primo Centro e Scuola stabile in Italia dedicato alla musica e alla danza di Buenos Aires. La sua voce farà da guida per comprendere i luoghi (quartieri, bordelli, caffè, vicoli), i protagonisti (guappi, gauchos, magnaccia e spiantati), i temi e i movimenti di questa danza. Ad accompagnarne il ritmo, saranno immagini d'epoca sull'emigrazione italiana e testi “tangheri” affidati alle voci delle persone libro dell'Associazione Donne di carta.
 
Il viaggio continua, le parole sfociano inevitabilmente nel ballo e la necropoli romana del Drugstore Gallery Portuense si trasforma, per una sera, in un quartiere della periferia di Buenos Aires. Passi di tango e coinvolgenti musiche argentine fino a notte.
 
Data unica: 5 luglio dalle ore 19.00. Buffet e visita guidata all’area archeologica del Drugstore.
 
 
«Quella raffica, il tango, quella diavoleria,
gli anni affannati sfida;
fatto di polvere e tempo, l’uomo dura
meno della leggera melodia,
che solo è tempo.»(Borges)
 
 
 
Informazioni:
Drugstore Gallery Portuense
Via Portuense 317
Ingresso riservato ai Soci
www.donnedicarta.org
 
 
 
Centro del Tango argentino “Astor Piazzolla”
Primo Centro in Italia interamente dedicato alla musica e alla danza di Buenos Aires, dal 1990 mette in campo energie, iniziative e passione con l'obiettivo di promuovere e diffondere la cultura del Tango Argentino. Alla Scuola stabile si sono formate e hanno studiano centinaia di persone, amatori e professionisti; oltre all'attività didattica diversi gli spettacoli teatrali, i programmi televisivi, radiofonici e la partecipazione ad altre manifestazioni; l'attività di promozione culturale ha avuto un suo importante avvio nel 1992 con la realizzazione della Prima Rassegna sul tango argentino in Italia, l'Associazione svolge anche una importante missione sociale attraverso la gestione di uno spazio, il Tango bar luogo di incontro, confronto e socializzazione. Sede: via Macerata n. 9, quartiere Pigneto, Roma - Tel / Fax 06 70301101 - www.tangoargentino.it
 
 
La Necropoli della Via Portuense �“ “Drugstore Gallery Portuense
Fa parte di un’area archeologica compresa tra via Q. Majorana, via Portuense, viale di Vigna Pia e via Giuseppe Belluzzo. Lungo la via Portuense sono state rinvenute un’area di impianti idraulici e una serie di tombe a camera: tra queste, il complesso archeologico del Drugstore, composto da cinque ambienti in parte ricavati nel tufo e in parte costruiti in muratura. La tomba più grande presenta resti di affreschi con motivi geometrici, floreali e nature morte. Molto ben conservato è il pavimento a mosaico bianco e nero. La tomba D, un colombario di forma rettangolare, ha tre lati scavati nel tufo e il quarto in muratura: su questa parete, che presenta una decorazione floreale e alcuni graffiti, si aprono 4 file di 10-13 nicchie ciascuna con foro rettangolare sul fondo per la deposizione delle ceneri dei defunti. Il pavimento è in cocciopesto.
 
 
L’Associazione Donne di Carta
Nasce a ottobre del 2008 con l’intento di costruire una rete di solidarietà tra tutti gli attori della filiera editoriale. Come formula attiva della promozione della lettura viene utilizzata l’esperienza delle Persone Libro, progetto ideato a Madrid da Antonio Rodriguez Menendez (Proyecto Fahrenheit 451 las personas libro) e di cui l’associazione diventa portavoce in Italia. Sono persone che imparano a memoria brani di libri e li portano in giro dicendoli ad alta voce tra la gente: un repertorio orale che ad oggi contempla oltre 200 brani. Il viaggio delle Persone Libro ha portato lontano fino all’ideazione di una Carta dei Diritti della Lettura �“ pubblicata da Il Caso e il Vento �“ che ha ricevuto una medaglia di rappresentanza dal Presidente Napolitano. www.donnedicarta.org - personelibrodonnedicarta.wordpress.com
 



 





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl