“CENA CON COMUNISTI E CADAVERE”: IL POEMETTO INEDITO DI SEBASTIANO ADDAMO VEDE LA LUCE Dal 2 luglio 2012 in libreria edito da Sikeliana

30/giu/2012 17.14.09 Sikeliana Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

«La cena che qui Addamo ammannisce ai lettori è una sorta di rito cannibalesco, meglio di liturgica necrofilia: l’abbrivio, come sovente accade nelle sue carte, pone la scrittura in bilico tra scatologia ed escatologia. Da un lato, l’invasione escrementizia, dall’altro, l’assillo della fine, riferita però alla bieca “quotidianità” del solito personaggio di estrazione borghese, col suo carico vacillante di certezze, con le ansie difficilmente esorcizzabili, con la sua fede politica spiazzata da compromessi e trasformismi» così Salvatore Ferlita offre il quadro di quella che sarà la lettura del lucido, visionario e graffiante  poemetto di Sebastiano Addamo dal titolo “Cena con comunisti e cadavere”.

Il testo addamiano, pubblicato dalla casa editrice Sikeliana (uscito a suo tempo sulla rivista «Spirali» e mai apparso in volume), offre una prova esemplare di quella dialettica tra allucinazione e lucidità che del poeta siciliano è cifra.

Tra tanti artisti e intellettuali che vollero non vedere, Sebastiano Addamo vide. Vide la crisi del marxismo nel suo vivo e con essa coraggiosamente si confrontò.

Il libro, con la prefazione di Salvatore Ferlita, è curato da Salvina Monaco, e sarà disponibile in versione cartacea e in versione e-book dal 2 luglio 2012.

 

«Chi lo abbia visto, non lo so. Io lo vidi.

Un bel cadavere lessato al punto

giusto, con aromi forti e spezie d’oriente

a celare il suo putrefatto odore»

 

 

 

Info

www.sikeliana.com

www.addamosebastiano.it

 

Sikeliana

info@sikeliana.com www.sikeliana.com

Via Madonna della Pietra, 8 – 95044 – Mineo (CT) – 0933/98.17.76 – 340/14.06.795

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl