Comunicato stampa

Alla Libreria Liber.mente - via del Pellegrino, 94 Roma

27/apr/2006 08.30.28 Il Filo Edizioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Presentazioni titoli Collana Nuove Voci

Alla Libreria Liber.mente - via del Pellegrino, 94 Roma
ore 18.30 presentazione di:
“L'altro innocente” di Giuseppe Fraschetti “Appena il tempo di andar via” di
Fabio Morici, “Mare verde” di Diego Favale

Il 27 aprile 2006 alle ore 18.30 presso la libreria Liber.mente (Via del
Pellegrino, 94 Roma) prende il via un altro incontro con le voci emergenti
proposte dalle edizioni il Filo nella collana “Nuove Voci” Per la sezione
narrativa verranno presentati tre romanzi: “L'altro innocente” di Giuseppe
Fraschetti, “Appena il tempo di andar via” di Fabio Morici e “Mare verde” di
Diego Favale.
“Appena il tempo di andar via” di Fabio Morici racconta la storia di un
ragazzo che osserva incuriosito l’uomo che ha di fronte, il volto coperto da
un paio di occhiali neri. Inizia così il racconto degli ultimi due anni di
Seth, dall’incontro con Duncan al viaggio che, insieme, legati da un
tremendo segreto, compiono verso la città di Mergor. Rincorsi dalla morte e
dalla vita, l’uno alla ricerca di Lia, l’amore, l’altro in fuga da se
stesso, ad attenderli c’è il destino che, beffardo, li unisce anche nel
dolore.
In Mare verde di Diego Favale convivono, perfettamente amalgamate, due
realtà stilistiche e narrative: da un lato l’inchiesta giudiziaria, rapida
ed essenziale, sui rifiuti nocivi prodotti da una fabbrica causa di molti
decessi tra i suoi operai; dall’altro il ricordo dell’infanzia, di un
passato ormai remoto, il racconto intimo e personale di un’anima allontanata
dal proprio luogo d’origine.
Affascinato e commosso dalla lettura de L’innocente di Gabriele D’Annunzio,
Giuseppe Fraschetti dà un seguito alle vicende dei suoi protagonisti, Tullio
Hermil e sua moglie Giuliana, ri-creando luoghi, psicologie, drammi e
situazioni. Il romanzo prende avvio proprio là dove si interrompe la vicenda
narrata da D’Annunzio, appunto dall’omicidio del piccolo Raimondo per mano
del suo patrigno. Schiacciati da latenti sensi di colpa, i due coniugi
cercano in tutti i modi di dimenticare il passato, di ritrovare quella
serenità turbata dal ricordo dell’adulterio e dell’infanticidio, ma ogni
circostanza non fa altro che ricondurli a quei giorni, aumentando ancor di
più la distanza tra loro.


Info: Il Filo Edizioni 0761 326452 - 06 85356516, www.ilfiloonline.it
ilfilo@ilfiloonline.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl