SULLE ONDE: IL ROMANZO EROTICO CHE RACCONTA L’AMORE PARTENDO DALLA CAMERA DA LETTO

23/lug/2012 13.15.12 Sand Editrice Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Copertina Sulle Onde

Unisce sentimenti ed erotismo, amore e sesso, in uno stile narrativo semplice e leggero. Stiamo parlando di Sulle Onde, il romanzo erotico d’esordio di Isabelle Sand, giornalista italiana dalle peculiarità multiculturali, figlia di un diplomatico marocchino e di unatedesca. Il libro, edito dalla neonata Sand Editrice (www.sandverlag.com), è uscito da poche settimane anche nel mercato editoriale italiano. E ha già incassato i suoi primi successi.

Sulle Onde parla di sentimenti, nella loro dimensione romantica ed erotica, aprendo le porte della camera da letto, il cui limite solitamente rimane invalicabile nei tradizionali romanzi d’amore. Invalicabile ingiustificatamente, visto che è impensabile di raccontare e comprendere le relazioni sentimentali senza nella dimensione privata del sesso. E’ partendo da questo presupposto che Isabelle Sand decide di cimentarsi nel genere erotico, connotando in questo modo il suo ingresso nel mondo della letteratura contemporanea.  Libro erotico dai tratti squisitamente originali, che lo rendono un esperimento perfettamente a metà tra il genere del romanzo sentimentale, dalla narrazione a volte sdolcinata, e quello del romanzo erotico, dal linguaggio spinto e senza censura. Ne risulta un libro dallo stile narrativo duplice, apparentemente dicotomico, ma in realtà espressione realistica ed empatica della dimensione relazionale di ciascuno di noi. Nel racconto di Sulle Onde, le vite dei personaggi si muovono tra queste due dimensioni,  imprescindibili l’un l’altra, ma il cui equilibrio e peso variano  a seconda delle personalità e delle esperienze di vita  di ciascun personaggio.

C’è Marina, ad esempio, giovane ragazza dalla vita difficile, per cui i confini dell’amore e del sesso sembrano ancora confondibili. Poi c’è l’affascinante Britt, che il racconto immortala in un momento della vita che la vede reduce da un matrimonio fallito e saldamente impegnata nel tentativo di riappropriarsi della propria dimensione spensierata, dalla quale restano fuori i sentimenti. E poi c’è Marco, professionista in cerca di  avventura, ma aperto ancora ad accogliere l’esperienza dell’amore. Si tratta di tre dei numerosi personaggi che riempiono la storia di Sulle Onde, che racconta la vita di ognuno di noi, con un linguaggio semplice e scorrevole che lo fa adatto ad una lettura estiva e tipicamente femminile. Lo stile narrativo, poi, ricco d’intrecci, incontri e sovrapposizioni rendono la narrazione intrigante e dinamica.  

Il racconto presenta, poi, dei tratti chiaramente multiculturali, in linea con le peculiarità  e l’esperienze di vita dell’autrice. La storia, che ha forti accenni autobiografici, si muove tra Roma, Berlino e Malmö; un viaggio europeo che si delinea soprattutto nella geografia dei sentimenti, delle emozioni, in cui, appunto, amore ed erotismo trovano il loro terreno comune. s

 “Si tratta del tentativo di intrufolarsi come una clandestina tra un genere e l’altro”. –dice l’autrice in una intervista. “ Da una parte c’è il ‘genere’ pornografico che rappresenta una sessualità del ‘fare’ e dello ‘sbrigare’ quasi che il sesso fosse una incombenza. La pornografia è un racconto senza struttura, al servizio di svelta sessualità masturbatoria. Dall’altra parte c’è il ‘genere’ sentimentale, in cui lo sviluppo di una storia si ferma improvvisamente davanti alla porta della camera da letto. Tra questi due ‘generi’ esistono però universi interi di erotismo possibile. Ho cercato di scoprire proprio quegli universi, nei quali è soprattutto l’emozione a colorare la vita intima, sessuale, erotica dei personaggi e a dare una struttura al racconto”.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl