comunicato stampa

15/mag/2006 12.17.00 Il Filo Edizioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Presentazioni titoli Collana Nuove Voci

Libreria Liber.mente via del pellegrino, 94 Roma

Anna Langiano Controluce
Antonella Cruciani Il profumo delle guave
Vezio Bonera Lo scrigno di latta
Michele Onofri Parole Respirate
Valerio Vittori Cubi poetici


Il 15 maggio 2006 alle ore 18.30 presso la libreria Liber.mente (via del
pellegrino, 94 Roma) prende il via un altro incontro con le voci emergenti
della letteratura contemporanea proposte dalle edizioni il Filo nella
collana “Nuove Voci” .
Per la sezione narrativa verranno presentati i romanzi “Controluce” di Anna
Langiani, “Lo scrigno di latta” di Vezio Bonera e “Il profumo della guave”
di Antonella Cruciani.
Dove iniziano i libri?”: da questa domanda apparentemente semplice, Anna
Langiano inizia, a sua volta, un viaggio nei libri, sui libri, coi libri.
Ciascuno dei personaggi, le cui eteree vicende popolano l’immaginario
dell’autrice, si muove e respira proprio sui libri, su un valore che,
intrinseco, guida le loro esistenze e le conduce in una zona d’ombra, quella
in cui realtà e fantasia, verità e immaginazione si incontrano e, per poco,
giusto il tempo di un libro, si compenetrano, sfiorandosi, e diventano
poesia. “Lo scrigno di latta” di Vezio Bonera è un grande affresco storico
che copre gli ultimi sessant’anni della storia d’Italia fa da sfondo
all’appassionante saga familiare. Attraverso le vicende di tre giovani e
delle loro famiglie rivivono, forti come un tempo, gli ideali, le sconfitte,
le passioni di un’intera generazione, la stessa che ha contribuito con la
propria esistenza alla nascita e allo sviluppo della nostra società,
indipendentemente dal “colore” o dall’ideologia ad essa sottesa. “Il profumo
delle guave” di Antonella Cruciani è il vissuto africano, intenso e
problematico al tempo stesso, di Antonella, giovane agronoma alle prese con
un lavoro impegnativo che la porta a confrontarsi con il Continente Nero.
L’Africa la incanta avvolgendola nella propria magia, le si offre con tutti
i suoi caldi colori, quelli di una natura ancora incontaminata, pagando però
questo suo privilegio con il dramma incommensurabile della povertà e della
malattia. Per la sezione poesia verranno presentate due silloge poetiche
“Parole Respirate” di Michele Onofri e “Cubi poetici” di Valerio Vittori.
Con “Parole Respirate” Michele Onofri si lascia attraversare dalla
scrittura, donandosi pienamente al corso degli eventi poetici. Il suo è un
racconto generoso, che offre al lettore l’opportunità di sentirne il
respiro, il motivo profondo che l’ha generato. L’autore sembra quasi
trascrivere un unico flusso di pensiero, manifestando, nel farlo,
un’ambivalenza sostanziale.
“Cubi poetici” Valerio Vittori respira attraverso la poesia il tempo e la
sua assenza sospesa nell’immensità dello spazio e vede racchiuso il suo
sogno di libertà nel volo, un volo che sfida le vette più alte per coronare
un destino che egli sente come errante, fatto di ali, fatto di cielo.

Info: Il Filo Edizioni 0761 326452 - 06 85356516, www.ilfiloonline.it
ilfilo@ilfiloonline.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl