IL VENTO E GLI AUGURI

26/mar/2007 19.49.00 Gian Domenico Mazzocato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Il vento è un aspro vento di quaresima
geme dentro le crepe, sotto gli usci,
sibila nelle stanze invase, e fugge;
fuori lacera a brano a brano i nastri
delle stelle filanti, se qualcuna
impigliata nei fili fiotta e vibra,
l'incalza, la rapisce nella briga.
 
Io sono qui, persona in una stanza,
uomo nel fondo di una casa, ascolto
lo stridere che fa la fiamma, il cuore
che accelera i suoi moti, siedo, attendo.
Tu dove sei? sparita anche la traccia...
 
Ho ripensato, per gli auguri pasquali, a questi versi "quaresimali" di Mario Luzi. Nulla da aggiungere: che ognuno possa ritrovarsi come persona, come identità. Che di chi amiamo sia possibile trovare traccia e presenza fisica. Che ci siano attese di speranza e di gioia.
 
Un abbraccio affettuoso
gian domenico mazzocato
 
 
SITO DELLO SCRITTORE
GIAN DOMENICO MAZZOCATO
giandoscriba@tin.it
webmaster Nicola Novello
------------------------------------------
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl