La rivista "In Purissimo Azzurro" cerca nuovi collaboratori

In questo mese: il cinema di I. Bergman e M. Antonioni, le mostre d'arte in Italia, Andrea Parodi dei Tazenda un anno dopo, i concorsi di letteratura e drammaturgia in scadenza, Alda Merini e la poesia, il genio di Arthur Rimbaud, un ricordo di Tomasi di Lampedusa, e molto altro.

04/set/2007 19.49.00 BOOK WORLD PRESS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
LA RIVISTA "IN PURISSIMO AZZURRO" CERCA NUOVI COLLABORATORI

E' on line il numero di settembre della rivista telematica In Purissimo Azzurro (
www.inpurissimoazzurro.org) con molte splendide novita'. Innanzitutto, una nuova veste grafica, piu' agile e accattivante, accoglie il visitatore nell'homepage, per introdurlo ai molti articoli presenti in questo mese e alle sue interessanti rubriche. In questo mese: il cinema di I. Bergman e M. Antonioni, le mostre d'arte in Italia, Andrea Parodi dei Tazenda un anno dopo, i concorsi di letteratura e drammaturgia in scadenza, Alda Merini e la poesia, il genio di Arthur Rimbaud, un ricordo di Tomasi di Lampedusa, e molto altro. In Purissimo Azzurro, fondata e diretta dalla giornalista e scrittrice Maria Di Lorenzo, e' una rivista di "letterature & dintorni" impegnata nel dialogo fra le diverse arti oggi presenti nel mondo - in primo luogo la letteratura, ma anche il cinema, il teatro, la musica, le arti figurative - rappresentate attraverso il filtro della loro comune tensione verso l'assoluto, ricercato nei mille chiaroscuri dell'esperienza umana. "In Purissimo Azzurro - spiega il suo direttore, Maria Di Lorenzo - vuole essere una voce libera e indipendente nel panorama culturale italiano, con la volonta' di dare spazio e fiato a tutte quelle realta' culturali piu' interessanti nel mondo contemporaneo che spesso faticano a trovare una visibilita' nel grande "circo massmediatico" di oggi, insipido e piuttosto sclerotizzato. Noi crediamo che sia possibile fare spazio all'inconoscibile e rifiutiamo l'idea dell'arte mercificata e del nonsenso nichilistico proposto, e quasi imposto, direi, dai "lupi mercanti" che infestano la cultura al giorno d'oggi e che hanno appiattito la letteratura e le arti sorelle in un modo cosi' avvilente". La rivista cerca nuovi collaboratori e invita gli appassionati di cinema, poesia, narrativa, teatro, musica, pittura e scultura a farsi avanti, inviando alla redazione il loro curriculum vitae. Informazioni sul sito: www.inpurissimoazzurro.org


________________________________________________
Message sent using Webmail by Natan.it 2.7.2
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl