Un romanzo svela la vera storia di Alberto da Giussano

25/nov/2007 10.20.00 Compagnia della morte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La vera storia di Alberto da Giussano: un romanzo svela le
misteriose origini (forse) del condottiero della Lega
Lombarda

Anno del signore 1176. Nella Brianza coinvolta nella
disputa tra Papa e Imperatore i comuni della Lega si
preparano alla battaglia più famosa della loro storia.
Anno del Signore 2005. Giussano. L'Amministrazione
Comunale si appresta a riesumare le fondamenta dell'antica
chiesa dedicata ai Santi Filippo e Giacomo.

Nel periodo compreso fra il settembre del 2002 e l'agosto
del 2005 Massimiliano De Rose ha ricoperto l'incarico di
responsabile del servizio lavori pubblici presso il comune
di Giussano. Durante quel periodo si è trovato a dover
seguire da vicino i lavori di riqualificazione di piazza
San Giacomo, una piazza situata nel centro del paese dove
un tempo sorgeva una vecchia chiesa (demolita nel 1939) ed
un cimitero. Sulla piazza si affaccia il famoso casone di
Alberto da Giussano, luogo dove la leggenda vuole sia
vissuto l'eroe della battaglia di Legnano. La curiosità lo
ha portato a documentarsi sulle vicissitudini storiche di
quella piazza e di quello scorcio di Brianza. L'esperienza
diretta e la documentazione storica raccolta, unite
ovviamente ad un pizzico di fantasia, sono confluite in un
romanzo, la compagnia della morte.

Nell'ottobre 2005, un breve passo tratto dal romanzo "la
compagnia della morte", ottenne il primo premio al
concorso letterario nazionale città di Giussano. La
Giuria, attraverso le parole del Prof. Giuseppe Lo Sciuto,
ha espresso la seguente motivazione. "Il fascino del
racconto, ambientato nell'epoca medievale dei liberi
comuni e della ribellione all'imperatore Federico,
proviene da una sapiente sintesi tra riferimenti storici
ed elementi di pura invenzione, che ha consentito
all'autore di dare la parola a personaggi realisticamente
inseriti nel loro tempo. Non mancano nel racconto i
riferimenti alla situazione religiosa dell'epoca, alla
frammistione a volte ambigua dei due poteri (politico e
religioso), in una sorta di continuità tra la situazione
milanese e quella delle località del circondario, in
particolare Giussano. L'autore fa tesoro di quanto emerso
nei recenti studi storici che documentano una presenza
catara nelle nostre contrade. La storicità è felicemente
consegnata al racconto, senza negarne un andamento
autonomo e originale. I personaggi si muovono con libertà
sul ricco sfondo di date eriferimenti di cronaca,
all'interno dell'aspro confronto fra Chiesa e Impero. Non
sembra fuori luogo pensare allo scritto come possibile
fonte efficace e ricca di spunti didattici atti a offrire
stimoli ai nostri studenti”

Visitando il blog dell’autore
http://www.maxdero.blogspot.com/) è possibile leggere
approfondimenti e notizie relativi ai temi storici e ai
luoghi del romanzo, nonchè acquistare il volume inedito
dell'opera. Sul blog, inoltre, è possibile leggere
gratuitamente alcuni racconti brevi dell'autore.

Massimiliano De Rose, ingegnere, ha 34 anni e lavora nel
settore della progettazione stradale. Vive ad Alzate
Brianza, con la moglie e la figlia. Il suo libro è
disponibile qui:
http://www.maxdero.blogspot.com/
http://www.lulu.com/content/1484055

--------------------------------------------------------------------------
Hai tempo fino a dicembre per azzerare i costi di attivazione:
da casa o dall'ufficio naviga con la qualità di Infinito ADSL
(www.infinito.it/adsl)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl