invito - comunicato stampa

08/feb/2008 02.30.00 Festival Internazionale di Poesia di Genova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In occasione dell’esposizioneNATALIA GONTCHAROVA, Opere su Carta dal 1906 al 1940
in corso alla Galleria MARTINI & RONCHETTI fino a sabato 16Febbraio
 
Martedì 12Febbraio 2008 alle ore 18.00
Sala Conferenze dell’Accademia Ligustica, Largo Pertini 4, Genova
 
Claudia Pastorino

 Leggerà alcuni brani di 

Le Gars
poema di Marina Cvetaeva


L'incontro, a ingresso libero, è organizzato da
STANZA DELLA POESIA, ACCADEMIA LIGUSTICA DI BELLEARTI e MARTINI & RONCHETTI


In occasione della lettura saranno proiettati idisegni di Natalia Gontcharova


 
L’opera è stata scritta dalla poetessa russa tra il 1929 eil 1930 e illustrata negli stessi anni da Natalia Gontcharova.
Le Gars, come scrive Sebastiano Grasso su Il Corriere della Seradel 23 Dicembre scorso, è “una vicenda d’amore terribile”, e come ladefinisce la stessa autrice “la storia di una donna che preferì perdere isuoi cari, sé stessa e la sua anima, piuttosto che il suo amore”.
Prendendo spunto dalla fiaba popolare russa Il Vampiro di A.Afanas’ev, Marina Cvetaeva ne scrive una prima versione in russo nel1924, intitolato Molodec - il Prode - e ne pensa cinque anni piùtardi una seconda versione in francese, ampiamente rimaneggiata eaccompagnata dalle illustrazioni dell’amica Natalia Gontcharova.
Le due artiste russe Cvetaeva e Gontcharova, l’una usa a trattare didonne, della loro sensualità e della tensione continua tra le loroemozioni e il ruolo pubblico imposto dalla società, l’altra messaall’indice anni prima nel suo paese d’origine con un processo peroscenità - causato dalla sua pittura, trovano in questa storia a tintefosche l’ispirazione per una profonda intesa.
Le quarantatre illustrazioni, immagini incisive  nel rigoredell’illustrazione in bianco e nero che fanno da straordinaria corniceall’opera letteraria, sono rimaste finora inedite poiché il poema vennepubblicato a Parigi circa cinquant’anni dopo la morte di Marina Cvetaeva,senza i disegni.
 
La traduzione in italiano di Le Gars - Il Ragazzo  a cura diAnnalisa Comes è stata pubblicata dalla casa editrice Le Lettere, Firenzenel 2000.
 

 
MARINA CVETAEVA (1892 - 1941)
Marina Cvetaeva è tra i maggiori poeti russi del 20° secolo, mal’avversione di Stalin e del regime bolscevico ne determinò lariabilitazione solo negli anni ’60.
Nella sua infanzia, dal 1902 al 1903, soggiorna con la famiglia a GenovaNervi.
Negli anni successivi alla Rivoluzione Russa vive tra Berlino, Praga e laFrancia. Rientra in patria alla fine degli anni trenta, dove a causadelle sue idee politiche è vittima dell’ostracismo della comunitàletteraria.
Muore suicida il 31 Agosto 1941, mentre è sfollata con il figlio aElabuga.
 
NATALIA GONTCHAROVA  (1881 - 1962)
Natalia Gontcharova è uno dei più significativi artisti russi delleavanguardie durante gli anni che precedettero la Rivoluzione d’Ottobre;la sua arte si impose subito, dopo il  trasferimento a Parigi nel1914, in tutta l’Europa occidentale.
Insieme a Michael Larionov fonda il Raggismo, pubblicandone il Manifestonel 1913.
Nella sua pittura, non dimentica e mai rinnega le sue origini, inventandoun linguaggio figurativo in cui combina gli elementi dell’iconografiatradizionale russa reinterpretandoli nel linguaggio dell’avanguardia.
 
Per ulteriori informazioni e/o richieste di materiale iconografico siprega di telefonare al n° 010586962 
http://www.martini-ronchetti.com 
email:info@martini-ronchetti.com
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl