“Liber.MenTE”

Per la narrativa: Alberto Capeccioni, "La Terra di Mezzo", Gabriele Cicconetti, "Il passato futuro", Cristina Negrello, "Eveline".

11/feb/2008 20.20.00 Gruppo Albatros Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La casa editrice Il Filo a... “Liber.MenTE”

Venerdì 15 febbraio 2008, alle ore 18, la casa editrice Il
Filo presenterà alcuni titoli della collana Nuove Voci,
dedicata ad autori emergenti. Ospiterà l'evento la
libreria Liber.MenTE, sita in Via del Pellegrino 94, Roma.
Per la narrativa: Alberto Capeccioni, "La Terra di Mezzo",
Gabriele Cicconetti, "Il passato futuro", Cristina Negrello,
"Eveline". Per la poesia: Gaetana Luchetti, "Messaggi".

"La Terra di Mezzo" (Edizioni Il Filo), Alberto Capeccioni
Quello delle adozioni internazionali è un fenomeno molto
complesso, con tempi spesso talmente dilatati da divenire
interminabili. La toccante testimonianza narrata da Alberto
Capeccioni è però un esempio di come tenacia e forza di
volontà, unite a un pizzico di fortuna, a volte vengano
premiate. È proprio grazie a questi sentimenti che una
delle sempre più numerose famiglie italiane ha potuto
tenere definitivamente con sé una bambina ucraina, Karina.
Con lei, i Capeccioni hanno aperto le porte anche a una
nuova cultura, a un altro mondo, come si legge nelle
toccanti pagine de "La Terra di Mezzo". Con una prosa
semplice ma ricca di spunti interessanti, lo scrittore ci
accompagna nella tortuosa via delle adozioni, lasciando
trasparire un'umanità fuori dal comune.

"Il passato futuro" (Edizioni Il Filo), Gabriele Cicconetti
Nel 1995 Matteo, rappresentante di vestiti, si trova davanti
a un hotel deserto, inzuppato d'acqua a causa di un violento
temporale. Nella sua mente risuonano le parole del nonno
Aurelio: durante i temporali, tieniti al riparo, perché
possono accadere le cose più strane. Improvvisamente e
misteriosamente è in un bosco e, vagando per qualche
minuto, capisce di non essere solo in un altro luogo, ma
addirittura in un'altra epoca: è a Samuel City, nel
Kentucky, uno degli Stati dell'Unione, ma nell'anno 1868. Un
viaggio a ritroso nel tempo, un evento talmente assurdo,
possibile solamente nei film di fantascienza o in qualche
libro di avventura. Perché è accaduto proprio a lui? E
com'è potuto succedere tutto questo? Ma la questione più
importante è un'altra: Matteo cercherà di rifarsi una
vita nel vecchio west o proverà a ritornare nel suo tempo?
Le avventure che affronterà e le persone che incontrerà
lo guideranno in questa difficile scelta.

"Eveline" (Edizioni Il Filo), Cristina Negrello
Elisa ha una vita abbastanza tranquilla: un posto
all'Università di Torino come assistente del titolare
della cattedra di Biologia Marina, un marito adorabile e
appassionato egittologo, un figlio che sta per laurearsi e
dei genitori sempre pronti a sostenerla. Un giorno, però,
la sua intera esistenza viene stravolta da un investigatore
privato che le rivela di essere stata adottata fin dalla
nascita. Inizia, così, un viaggio a bordo della sua
vecchia barca a vela, Eveline, che la condurrà nei luoghi
dell'infanzia, nell'isola dove è sempre cresciuta insieme
alla sorellina Flavia e in quell'angolo di mare in cui
affondano le sue profonde radici. È un percorso spirituale
che sente di dover affrontare con coraggio. Cristina
Negrello, infatti, dipinge una donna forte e allo stesso
tempo lacerata dalla verità che l'ha portata a
confrontarsi con due diverse realtà: l'origine naturale e
quella "affettiva". Ma alla fine Elisa farà la sua scelta.

"Messaggi" (Edizioni Il Filo), Gaetana Luchetti
La poesia di Gaetana Luchetti è fatta di emozione allo
stato puro. Essa è insieme la causa scatenante e il fine
ultimo che la spinge a scrivere. Ciascuna delle liriche
della raccolta diventa in questo modo un mondo a sé, lo
spazio unico e irripetibile in cui si esprime un sentimento,
una sensazione, un pensiero. [...] Sono "pensieri nomadi"
quelli che popolano la silloge, l'Io poetico sembra seguire
le curve del cuore e mettere nero su bianco ogni battito,
ogni movimento desueto, fino a disegnare un mondo interiore
che non è mai scontato o banale, ma che al contrario
riesce a trasmettere, con una semplicità solo apparente,
tanto sentimenti universali quanto le lievi sfumature
dell'animo umano. Nonostante la tematica "difficile", ogni
lirica sembra permeata da un profonda e contagiosa fiducia
nella vita, dalla matura consapevolezza che "in ogni notte
nera / ci sarà una stella e che... / nonostante tutto... /
la vita è bella". [...] La poesia è l'universo ideale in
cui dare voce alle emozioni intense, le emozioni che non si
riesce a trattenere dentro e che restano indelebili nella
mente e nel cuore, come quelle che scaturiscono dai ricordi
ai quali l'Io poetico si abbandona con una passione che
rimane intatta anche al presente.


Venerdì 15 febbraio 2008
Libreria Liber.MenTE
Via del Pellegrino 94, Roma


www.ilfiloonline.it
Per info:
Casa editrice Il Filo - Ufficio Stampa
stampa@ilfiloonline.it
Telefax 0761 326452-323225
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl