La casa editrice Il Filo pubblica un libro di Luciano De Crescenzo.

25/feb/2008 16.00.00 Casa editrice Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La casa editrice Il Filo pubblica un libro di Luciano De Crescenzo.
Il libro:
Il nano e l’Infanta di Luciano De Crescenzo è una acuta e amara filastrocca in senari, illustrata dai disegni dello stesso De Crescenzo, proposta ai lettori in un’edizione preziosa che riproduce la grafia a mano dell’autore. Un nano dei boschi è inviato alla corte della Infanta di Spagna e Portogallo per allietarne la festa. L’Infanta gradisce lo spettacolo al punto che dona al nano una rosa. Quando però questi si vede riflesso in uno specchio del castello, scambia la propria immagine per un altro in carne ed ossa. Allora, credendo che l’Infanta abbia donato anche ad altri il fiore, crolla a terra con il cuore spezzato. La festa è finita. Il nano non potrà più intrattenere la corte. Bisogna prendere provvedimenti urgenti. Così l’Infanta decreta che nessun buffone debba più avere un cuore. De Crescenzo, con lo strumento straniante della filastrocca, esemplifica idee filosofiche da sempre al centro della propria opera divulgativa. La purezza e l’autenticità dell’uomo nello stato di natura postulate da Rousseau e qui rappresentate dal nano. Le conseguenze distruttive del suo ingresso nella società civile e politica. Le assurdità e gli orrori legati a una visione puramente positivistica del diritto, per cui l’Infanta può stabilire l’obbligo di non avere un cuore. Nell’orizzonte dei totalitarismi del Novecento, non si comanda il giusto ma è giusto ciò che si comanda. Il nano e l’Infanta costituisce il poetico e svagato richiamo da parte di uno degli autori italiani più amati ai valori eterni che abitano la natura stessa dell’uomo.

L'autore:
Luciano De Crescenzo, personalità poliedrica, è regista, attore, autore e conduttore televisivo, ma soprattutto scrittore di enorme successo con circa 18 milioni di copie vendute in Italia e all’estero. Dopo la laurea in Ingegneria e un impiego da dirigente all’IBM, ha deciso di dedicarsi interamente alla scrittura. Nel 1977 ha pubblicato il suo primo libro, Così parlò Bellavista. Ad esso sono seguiti altri venticinque titoli fra romanzi e opere di divulgazione filosofica, in cui De Crescenzo è riconosciuto maestro per la lieve ironia, l’inventiva e l’esatta chiarezza della propria esposizione. Le sue opere sono tradotte in diciannove lingue e in venticinque Paesi.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl