Appuntamento con la casa editrice Il Filo e le sue "Nuove Voci"

03/mar/2008 20.10.00 Casa editrice Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Appuntamento con la casa editrice Il Filo e le sue “Nuove Voci”


Il giorno mercoledì 19 marzo 2008, alle ore 18, presso il Caffè Letterario l'800 (via San Giovanni in Laterano, 278/b - Roma), saranno presentati alcuni titoli della collana Nuove Voci della casa editrice Il Filo, dedicata ad autori emergenti. Le opere proposte saranno: "Gotem e il diabolico viaggio" di Nicola Lancia, "Il suono del violino" di Naike Chantal Meazzi, "S.I.C.U.L.O." di Francesco Pizzirani e "La pillola dell'oblio" di Claudia Ronchetti.


"Gotem e il diabolico viaggio" (Edizioni Il Filo), Nicola Lancia

Un viaggio esemplare, che porterà il protagonista a un livello di evoluzione spirituale sorprendente. Un viaggio davvero particolare, perché protagonista di questo cammino dantesco che passa in rassegna i principali gironi infernali è proprio il principe del male, Gotem, il figlio di Lucifero, già leggenda prima ancora di nascere perché destinato a liberare il suo popolo e a dannare per sempre la specie umana. Ma se di Dante in questo libro si ritrovano infiniti rimandi e suggestioni, non si tratta di una ripresa pedissequa degli schemi della "Commedia". Gli inferi descritti da Nicola Lancia appaiono del tutto originali e pensati per l'educazione del principe del male, accompagnato dai due grandi "diabolici" Satanna e Mefisto. E nel percorso del piccolo Gotem, che filtra l'eterna lotta tra bene e male da questo secondo punto di vista, c'è spazio per la rabbia e l'odio, ma anche per la tristezza e la gioia, la nostalgia e la pietà. E la ferocia è anche degli arcangeli. Insomma i sentimenti sono gli stessi, e forse il bene e il male sono concetti molto più relativi di quanto non si creda. Forse un grande principe è colui che sa padroneggiarli tutti, superandoli alla scoperta di un destino superiore, rispettando in questo il ruolo che Dio ha voluto assegnargli, nel bene o nel male.


"Il suono del violino" (Edizioni Il Filo), Naike Chantal Meazzi

Indifferenza, amicizia, amore. E poi ancora amore e amicizia, illusione e disillusione. Felicità. Silvia, Roberto e Nicola si conoscono tra i banchi di scuola e un legame molto saldo li accompagnerà lungo tutto l'arco della loro vita. Storie che si intersecano l'una con l'altra, sentimenti più forti delle inevitabili distanze - fisiche o mentali - che il destino li obbliga a seguire. L'amore del resto ha tante facce, tante voci e tanti modi peri essere letto e raccontato. In fondo è un po' come le note su un pentagramma: sono solo sette, ma il suono che producono è sempre differente, modulandosi a seconda di chi le interpreta.


"S.I.C.U.L.O." (Edizioni Il Filo), Francesco Pizzirani

Il giardino della casa in campagna dei nonni si trasforma per quattro ragazzini in un vero e proprio universo della fantasia dove poter vivere meravigliose avventure. Uno spazio riorganizzato secondo un'attenta toponomastica: viale delle pesche, viale della mondezza, viale del cancello verde, per poter prendere possesso del territorio. Per attuare una scrupolosa azione di controllo i quattro danno vita ad una società segreta, con tanto di regolamento e ruoli stabiliti. In questo modo e con l'ausilio di appropriati punti di osservazione la società eserciterà uno scrupoloso controllo del territorio minacciato da intrusi a quattro zampe e da una banda di ragazzini che scorrazza sul confine tentando continue incursioni.


"La pillola dell'oblio" (Edizioni Il Filo), Claudia Ronchetti

"So cos'è la paura. È il cervello che aggredisce il cuore, e lo stringe in un pugno. Movimento sussultorio dell'anima o tachicardia. Risalita dei visceri in gola". Con queste parole inizia il romanzo di Claudia Ronchetti, una narrazione in cui è la suspense a dominare. Un incubo, un terribile e interminabile incubo sembra intrappolare la protagonista che si muove in modo confuso tra una fitta nebbia in cui realtà e immaginazione, vita e morte si confondono a tal punto da essere impossibile distinguerle. È proprio così che la paura si impossessa della donna spingendola a trovare una spiegazione a uno stato di cose impossibile da accettare perché privo di qualsiasi logica... un labirinto che, nonostante gli innumerevoli tentativi, sembra non avere una via di uscita... soprattutto se l'incubo minaccia di non essere altro che la realtà...



Mercoledì 19 marzo 2008, ore 18

Caffè Letterario l'800

Via San Giovanni in Laterano, 278/b - Roma


www.ilfiloonline.it


Per info:

Casa editrice Il Filo - Ufficio Stampa

stampa@ilfiloonline.it

Telefax 0761 326452-323225


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl