La Poesia va in scena ad Arezzo

06/giu/2008 11.49.00 Scuola di Narrazioni Arturo Bandini di Nausika Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il 14 e 15 giugno appuntamento ad Arezzo conperfomance, reading, laboratori e concerti

 
LA POESIA VA IN SCENA AD AREZZO

 

All'anfiteatro romano Chimenti, Hirschman, Scarlini, Rustici.Previsto un omaggio a Pietro Aretino, le mostre-omaggio a Umberto Saba e Cesare Pavese e ilpremio letterario Sergio Manetti
Nausika - Scuola di Narrazioni
, incollaborazione con la Provincia e il Comune di Arezzo, la l'azienda agricolaMontervertine, Fraternita dei Laici, Unicoop Firenze e APT, organizza ilfestival ArezzoPoesia, che sisvolgerà i prossimi 14 e 15 giugno presso l'anfiteatro romano di Arezzo.

ArezzoPoesia è un festivalinternazionale di poesia che dopo il grande successo della prima edizioneamplia le proprie prospettive: si comincia alle 15 del 14 giugno con La luna era il mio paese, unreading poetico in omaggio a Claudio Boschi ad un anno dalla morte, in scenal'attore Francesco Botti, voce narrante, e Daniele Malvisi, sax soprano etenore, alle 17 l'incontroe il reading con Agneta Falk, poetessa americana, ChristianHawkey poeta americano e Uljana Wolfpoetessa tedesca, si prosegue alle 17.30 con CosimoCinieri in Versi Divini, sarabanda di suoni, travoce e musica, come una leggera alterazione della coscienza al seguito della‘bellezza’ dei versi dei poeti, con laregia di Irma Immacolata Palazzo e Sergio Romani alla fisarmonica. Alle 18.30 in programma unreading omaggio a Pietro Aretino con ospiti a sorpresa e alle 19 con uno degliappuntamenti più attesi del festival, il reading del poeta americano JackHirschman, personaggio a lungo in contatto con i più notiesponenti della beat generation e autore dei celebri Arcani. Alle 21, in collaborazione con ArezzoFestival, ScottRipley presenta I Am My Own Wife,spettacolo vincitore del premio Pulitzer nel 2004. Alle 22 il protagonista è LucaScarlini in Parole per immagini, immaginiper parole, anteprima nazionale della conferenza-spettacolo suipittori poeti. A chiudere la prima giornata del festival AndreaChimenti insieme a Francesco Chimenti al violoncello con losplendido spettacolo Il porto sepolto tratto dall’omonima raccolta diGiuseppe Ungaretti.

Il festival prosegue il 15 giugno a partire dalle 15 con Una donna così, con GianniMarchetti alla voce e Andrea Trecate allesincronizzazioni elettroniche. Una donna così è editoda Edizioni Torino Poesia. Si prosegue alle 16 con TizianoFratus in Il Vangelo della Carne, readinga cura di Farmacia Zoo E (Venezia) in collaborazione con Edizioni TorinoPoesia. Alle 17.30 appuntamento con i reading musicali di MirceaDinescu, Grete Tartler, RuxandraCesereanu e Daniela Crasnaru, alcunitra i più noti poeti rumeni. Alle 19 la poesia in ottava rima, in collaborazione con Circolo G.M. Sacchini, èprotagonista del festival, sul palco l'estro e la fantasia di EmilioMeliani e Enrico Rustici. Alle 20.30 in programma Resonancia de Cuba con Mauro Chechi, AntonioJosé Roche e Marzio Mattioli in unospettacolo di improvvisazione poetica italocubano. A chiudere la serata glispettacoli, in collaborazione con ArezzoFestival, di Teatro Dimitridi Verscio (Svizzera) che presenta Spectators alle 21e alle 23 Trinity College di Dublino, chemette in scena Sweeney's flight tratto da testi di SeamusHeaney, premio Nobel per la letteratura nel 1995.

Per tutti e due i giorni del festival, con orariocontinuato, sono allestite le mostre-omaggio a UmbertoSaba e Cesare Pavese. Previsti due laboratorigratuiti in entrambi i giorni, con Simone Giusti, Gabriel DelSarto e Martino Baldi, con orario 11-13 e 14-17, con obbligo di prenotazione(per informazioni 0575 380468 e corsi@narrazioni.it).

Simone Giusti è il docente dellaboratorio: Vedersi vivere sulle sponde del nulla, laboratoriodi lettura della poesia del primo '900 a partire da una poesia di Camillo Sbarbaroed alcuni versi di Charles Baudelaire. Il laboratorio affronta il tema del distacco da sé,sintomo della divisione del soggetto e della sua frantumazione, una dellegrandi novità della poesia moderna. Il poeta si separa da sé stesso e daglialtri, abbandona il mondo e si sente abbandonato. E ne trae il grande vantaggiodi potersi finalmente vedere da fuori, con distacco, come se fosse unfantoccio, un manichino.

Gabriel Del Sarto e Martino Baldi sono idocenti di Scelte e scorie: la costruzione di una raccolta dipoesia. Il laboratorio affronta il percorso di selezione e perfezionamentodelle proprie poesie nella costituzionedi un'antologia. Nel programma del festival è inserito il premioletterario “Sergio Manetti” riservato a opere di poesiaedite. Nei due giorni del festival, a partire dalle 15, si svolgeranno leperfomance dei partecipanti al concorso, in totale oltre quaranta iscritti, conla premiazione prevista per il 15 giugno alle ore 19.30.

Tutti gli appuntamenti di ArezzoPoesia sono a ingresso gratuito. Per tuttele informazioni 0575-380468 e info@narrazioni.it

Il programma completo, tutte le informazioni e il bandodel premio letterario sono su www.narrazioni.it


Associazione NausiKa -
Scuola di Narrazioni «Arturo Bandini»
piazza Risorgimento 8, 52100 Arezzo
tel. 0575 380468 - fax 0575 355966

info@narrazioni.it - www.narrazioni.it

 



Windows Live Mobile Collegati a Messenger dal tuo cellulare!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl