A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo

A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo Le Nuove Voci delle Edizioni Il Filo presentano le loro opere Lunedì 16 giugno 2008 alla libreria "Libermente" avverrà la presentazione di quattro libri degli autori della casa editrice Il Filo.

06/giu/2008 11.49.00 Casa editrice Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della
casa editrice Il Filo

Le Nuove Voci delle Edizioni Il Filo presentano le loro
opere

Lunedì 16 giugno 2008 alla libreria “Libermente”
avverrà la presentazione di quattro libri degli autori
della casa editrice Il Filo. Nella serata presenteranno i
loro testi Gian Paolo Camurri per “Mister Campanello”,
Maurizio Elisio con “Lei”, Gaetano Insabato “Notte di
San Lorenzo” e Aldo Police “I Due fratelli”.

“Mister Campanello” (Edizioni Il Filo) di Gian Paolo
Camurri
Ormai ne abbiamo letti tanti di libri che raccontano di
malattia, di incidenti e tutti, o quasi, ci hanno lasciato
sempre un senso di angoscia e amarezza. Questo però non
accade in “Mister Campanello”. Un testo singolare che ha
il merito di descrivere un avvenimento drammatico, quale un
incidente d'auto con degenza a seguito, con insolita
leggerezza stilistica. Come sfida a uno scherzo del destino,
l'autore trae da un'esperienza sofferta il risvolto positivo
della situazione. È il rovescio della medaglia. A
sdrammatizzare ulteriormente la vicenda si inserisce
un'esilarante ironia che rende ancora più piacevole la
lettura di questa prosa. Ma, lungi dall'essere superficiale,
Gian Paolo Camurri affronta temi importanti come la
malattia, la convalescenza, la fede, l'amicizia, la
solidarietà, la famiglia con alta sensibilità. Con
altrettanta spontaneità, riesce a farci riflettere su come
la vita possa cambiare il suo significato osservandola da un
diverso punto di vista e, come a volte, basta solo fermarsi
e guardarsi intorno per capire che la felicità risiede
là, dove la lasciamo ogni volta che chiudiamo la porta per
cercarla altrove.


“Lei” (Edizioni Il Filo) di Maurizio Elisio
Talvolta, quando tutto sembra preordinato e ormai
immutabile, uno sconvolgimento imprevedibile si presenta a
turbare l'armonia della quotidianità routinaria
dell'esistenza.
Questo è ciò che succede a Marco nel trovarsi di fronte
Lei, conosciuta casualmente in chat in un giorno di noia.
Lei, con i suoi vent'anni e il suo inarrestabile brio,
irrompe nella vita tranquilla di Marco, capovolgendo e
infrangendo equilibri apparentemente solidi e duraturi.
Un romanzo che pone in luce, tra presente e passato, il
dramma interiore di un uomo, i suoi dubbi, le sue
esitazioni, i suoi sentimenti e le sue sofferenze dinnanzi a
un amore nato per caso e destinato a scontrarsi contro i
vincoli, gli imprevisti e le frustrazioni di una realtà
affettiva alla quale sembra impossibile sottrarsi.

“Notte di San Lorenzo” (Edizioni Il Filo) di Gaetano
Insabato
Ascesa e declino in un solo giorno di un amore, forse
immaginario. Tutto inizia una notte di S. Lorenzo il cui
ricordo, sfocato dai fumi dell’alcool, suggerisce solo due
grandi occhi che chiedono di essere cercati; ma gli indizi
sono pochi, e la ricerca porterà a frutti non sperati: un
amico ritrovato, i ricordi dei bei momenti passati. E la
riscoperta della gioia di vivere. Con continui salti tra
sogno e realtà, tra prima e terza persona, tra una pagina
di diario e la pura narrazione, Gaetano Insabato ci fa
vivere la delicata fase della maturazione, del passaggio
dalla giovinezza all’età adulta, con la semplicità di
chi l’ha vissuta da poco e con il ritmo di sottofondo del
pianobar, sua grande passione che fa da filo conduttore alla
storia. Leggero ritratto del momento in cui si capisce chi
siamo.

“I due fratelli” (Edizioni Il Filo) di Aldo Police
Nel romanzo “I due fratelli” prendendo spunto da
un'impostazione saggistica, si è avuto modo di sviluppare,
intorno alla vicenda principale, un tema di fondo che, nel
caso specifico, è quello dei cosiddetti "Sistemi di
condizionamento".
Non si vuole entrare nel merito delle modalità tecniche
con le quali si sarebbero attivati i controlli, bensì
nelle valutazioni degli effetti discriminatori prodotti su
alcuni membri (il padre e uno dei due figli) di una
famiglia, apparentemente perseguiti per la propria ideologia
controcorrente rispetto al tessuto politico della realtà
di appartenenza. [...] Al riguardo, la figura cardine
dell'intera vicenda è quella relativa al cosiddetto
"dottor X", il notabile cioè che, materialmente, avrebbe
elaborato "le strategie di condizionamento" a carico del
protagonista. [...] In tale contesto, pur trovandoci dinanzi
a un finale aperto, si può con una certa sicurezza
ritenere che la strada che intende seguire il protagonista
è quella del perdono nei confronti dei presunti
responsabili dei torti subiti e inoltre quella della
conoscenza poiché anche la sola percezione degli
accadimenti costituisce - utilizzando un ossimoro - La
vittoria sulla propria sconfitta.





Lunedì 16 giugno 2008, ore 18
Roma, Libreria “Libermente”
Via del Pellegrino,94

www.ilfiloonline.it

Per info:
Casa Editrice Il Filo - Ufficio Stampa
valentina.petrucci@ilfiloonline.it
Telefax 0761326452 - 0761323225
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl