A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo

A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della casa editrice Il Filo Le Nuove Voci delle Edizioni Il Filo presentano le loro opere Giovedì 19 giugno 2008 alla libreria "Libermente" avverrà la presentazione di quattro libri degli autori della casa editrice Il Filo.

12/giu/2008 11.30.00 Casa editrice Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A Roma presentazione dei libri degli autori esordienti della
casa editrice Il Filo

Le Nuove Voci delle Edizioni Il Filo presentano le loro
opere

Giovedì 19 giugno 2008 alla libreria “Libermente”
avverrà la presentazione di quattro libri degli autori
della casa editrice Il Filo. Nella serata presenteranno i
loro testi Simona Bertocchi per “I colori di Venere”,
Giorgio Massignan per “Il respiro del bosco”, Massimo
Lodato “esempio a chi in Amor pone speranza” e Claudia
Giada Simoncelli con “Danzano per te i miei litri di
sangue”.


“I colori di Venere” (Edizioni Il Filo) di Simona
Bertocchi
Un universo interamente femminile quello che si racconta
nelle sei storie che compongono I colori di Venere.
Come in un caleidoscopio dalle sfumature cangianti, le
protagoniste mutano volto e anima, regalando al lettore
realtà ed esperienze uniche, sapientemente dipinte in
piccoli cammei di estrema sensibilità. Drammi, misteri,
sentimenti e passioni che si intrecciano, formando ed
esplorando quel microcosmo esclusivo e colorato che si cela
dietro i volti delle donne.

“Il respiro del bosco” (Edizioni Il Filo) di Giorgio
Massignan
Tommaso Colle è un giornalista che si occupa di problemi
ambientali e urbanistici. Portando avanti un'inchiesta,
scopre i non chiari rapporti tra politica ed economia e
porta alla luce un meccanismo perverso. Quando manca poco
per arrivare ai nomi che contano e causare uno scandalo, il
suo direttore lo ferma. La sua coerenza però non gli
permette di piegarsi al volere dei capi e il suo
allontanamento diviene inevitabile. Insieme al lavoro,
perde anche la propria compagna. Dopo una crisi depressiva,
prende la decisione di abbandonare la città per lasciarsi
alle spalle tutto. Il richiamo ancestrale delle origini, il
desiderio di tornare a confrontarsi con gli elementi della
natura, lo spingono a comprare una baita in un bosco. Quando
la serenità inizia a risollevare la sua vita, Tommaso
viene a sapere che anche gli artigli della speculazione
edilizia stanno per devastare anche quel piccolo paradiso.
Da buon giornalista Tommaso indaga, fino a scoprire le fitte
trame tra politica, affari e comunicazioni. Qui inizia la
sua crociata, nella quale dovrà combattere con tutte le
proprie forze, per la salvaguardia di un ecosistema
equilibrato, di un bosco e di un lago di montagna nel quale
permettere a sé e agli altri di vivere la propria
serenità.


“esempio a chi in Amor pone speranza” (Edizioni Il Filo)
di Massimo Lodato
esempio a chi in Amor pone speranza è una poesia che si
svolge, che non si lascia intrappolare dal tempo ma che, al
contrario, si lascia attraversare tanto dal tempo che dalle
stagioni. Metafora di una continua corrispondenza tra uomo e
natura, le stagioni si vestono a interpretare il cadenzare
delle età e dei diversi sentire dell'animo.
E così come la primavera raccoglie la vitalità,
l'autunno, specialmente sui capelli di una donna ha il
sapore delle occasioni sprecate e rinnova l'invito a un
cogliere l'attimo prima che la rosa davvero appassisca.

“Danzano per te i miei litri di sangue” (Edizioni Uil
Filo) di Claudia Giada Simoncelli
“Danzano per te i miei litri di sangue” è una raccolta
dalla quale emerge un instancabile dinamismo che coinvolge
l'intera realtà dei versi. L'universo poetico di Claudia
Giada Simoncelli infatti è in perenne movimento; un eterno
divenire anima ogni oggetto, anche il più piccolo, di
questo cosmo. Tutto è vivo e questa vitalità tende ad
esprimere la propria forza, la propria energia attraverso il
movimento. Non a caso lungo la raccolta si possono
rintracciare i simboli di questo dinamismo: la ballerina ad
esempio, o il suo tutù [...]. Questo dinamismo, che nel
suo incessante divenire può sfiorare la confusione, è
anche all'interno dell'autrice stessa, è il simbolo di una
profonda creatività, di un incessante flusso di pensieri,
tipico di chi sa guardare il mondo con occhi diversi, acuti,
di chi sa cogliere le sfumature più sottili della realtà
e farne poesia [...]. L'uomo divora la vita perdendone "il
gusto", non assaporando le esperienze fantastiche che la
caratterizzano. Tutto va vissuto fino in fondo con coraggio
ed euforia, tutto infatti può essere un "regalo", bisogna
solo distendere le braccia ed essere pronti a gioire, a
gridare. Questa poesia vuole dunque essere un invito a
riscoprire in ogni attimo, in ogni istante, in ogni minimo
particolare, la meraviglia di ciò che ci circonda.






Giovedì 19 giugno 2008, ore 18
Roma, Libreria “Libermente”
Via del Pellegrino,94

www.ilfiloonline.it

Per info:
Casa Editrice Il Filo - Ufficio Stampa
valentina.petrucci@ilfiloonline.it
Telefax 0761326452 - 0761323225
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl