E' on-line il sito di Giuseppe Lastaria

16/ott/2008 01.23.08 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
E' on line il sito internet www.giuseppelastaria.com, dedicato all'attività dell'editore Giuseppe Lastaria.

Ampio spazio è offerto alle due case editrici fondate da Giuseppe Lastaria, Il Filo e Vertigo, e alla rivista letteraria da lui diretta.
Tra le altre cose, il sito contiene una sezione dedicata alle interviste realizzate con Gianrico Carofiglio, Erri De Luca, Giuseppe Genna e Maurizio Maggiani.
Inoltre, giuseppelastaria.com riporta l'elenco dei premi letterari vinti dagli autori emergenti della collana Nuove Voci.
Infine, il sito offre la possibilità ai visitatori di proporre testi da pubblicare all'interno della rivista Il Filo, ecco il regolamento:
E' possibile proporre un articolo per la pubblicazione all'interno della rivista Il Filo, inviandolo in esame all'indirizzo proposte@giuseppelastaria.com
La redazione valuterà interviste, articoli, biografie, inchieste, recensioni di una lunghezza compresa tra i 6.000 e i 20.000 caratteri.
L'autore autorizza l’editore alla pubblicazione gratuita del materiale inviato e dichiara che lo stesso è frutto unicamente del suo ingegno e non lede in alcun modo diritti di terzi.
 
Altre informazioni:
 
Giuseppe Lastaria è uno dei più giovani editori italiani. Dopo aver collaborato con numerose testate giornalistiche nazionali, nel 2002 fonda la rivista Il Filo, da cui in breve tempo nasce l'omonima casa editrice. Nel 2007 fonda un'altra casa editrice, Vertigo, che si contraddistingue subito per il successo editoriale del suo libro d'esordio, Il Codice 632, che supera le 20.000 copie vendute. La sua attività si estende anche alla produzione di programmi televisivi e radiofonici.


Il titolo di punta:

Luciano De Crescenzo
Il nano e l'Infanta (Il Filo)

Un’acuta e amara filastrocca di Luciano De Crescenzo. Il volume riproduce, come da manoscritto originale, la grafia a mano e le illustrazioni realizzate dallo stesso autore. Un nano dei boschi è invitato ad allietare il ballo dell’Infanta di Spagna e Portogallo. Potrà la purezza incontaminata del nano sopravvivere all’ambiguità e all’arbitrio dei potenti? De Crescenzo, attraverso lo strumento straniante della filastrocca, esemplifica idee filosofiche da sempre al centro della propria opera divulgativa. L’autenticità dell’uomo nello stato di natura, postulata da Rousseau e qui rappresentata dal nano. Le conseguenze distruttive del suo ingresso nella società politica. Le assurdità e gli orrori legati a una visione puramente positivistica del diritto: non si comanda il giusto ma è giusto ciò che si comanda. Il nano e l’Infanta costituisce il poetico e svagato richiamo da parte di uno degli autori italiani più amati ai valori eterni che abitano la natura stessa dell’uomo.

Luciano De Crescenzo è regista, attore, autore e conduttore televisivo, ma soprattutto scrittore di enorme successo con circa 18 milioni di copie vendute in Italia e all’estero. Dopo la laurea in Ingegneria e un impiego da dirigente all’IBM, ha deciso di dedicarsi interamente alla scrittura. Nel 1977 ha pubblicato il suo primo libro, Così parlò Bellavista. A questo sono seguiti altri ventisei titoli fra romanzi e opere di divulgazione filosofica, in cui De Crescenzo è riconosciuto maestro. Le sue opere sono tradotte in diciannove lingue e in venticinque Paesi.



----
Email.it, the professional e-mail, gratis per te:clicca qui

Sponsor:
Con Meetic trovi milioni di single, iscriviti adesso e inizia subito a fare nuove amicizie
Clicca qui


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl