Comunicato stampa presentazione Pio La Torre - Una storia italiana

Comunicato stampa presentazione Pio La Torre - Una storia italiana IL MENABÒ Agenzia di servizi editoriali presenta PIO LA TORRE - UNA STORIA ITALIANA di Giuseppe Bascietto e Claudio Camarca Lunedì 3 novembre, alle 17:30, nel Complesso di Vicolo Valdina 3/A, presso la Camera dei Deputati, Roma, sarà presentato il volume Pio La Torre - Una storia italiana, scritto da Giuseppe Bascietto e Claudio Camarca e pubblicato da Aliberti Editore.

22/ott/2008 17.33.49 Il Menabò Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

IL MENABÒ

Agenzia di servizi editoriali

presenta

PIO LA TORRE – UNA STORIA ITALIANA

di

Giuseppe Bascietto e Claudio Camarca

 

 

Lunedì 3 novembre, alle 17:30, nel Complesso di Vicolo Valdina 3/A, presso la Camera dei Deputati, Roma, sarà presentato il volume Pio La Torre - Una storia italiana, scritto da Giuseppe Bascietto e Claudio Camarca e pubblicato da Aliberti Editore.

All’evento, oltre agli autori, presenzieranno l’on. Walter Veltroni, segretario del Partito Democratico, il dott. Piero Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia, l’on. Pierpaolo Baretta, deputato del Partito Democratico, e Franco La Torre. La presentazione di Pio La Torre - Una storia italiana vuole essere un’occasione per ricordare una delle figure più importanti della legalità e della storia italiana del secondo dopoguerra, a ventisei anni dal suo brutale assassinio per mano mafiosa. Pio La Torre è stato infatti, nella sua attività di deputato e di uomo di partito, il primo politico a pensare e a codificare il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso (416 bis). Pio La Torre amava il proprio Paese e si batteva insieme ai braccianti, alle persone comuni, per affermare i valori dello Stato e della legalità, come dimostra la grande mobilitazione di massa che organizzò a Comiso contro l'installazione della base missilistica americana.

 Pio La Torre - Una storia italiana è un biopic, forse tra i primissimi ad essere pubblicati in Italia, e  contiene una lettera del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, amico personale di Pio. Il termine biopic, preso a prestito dal mondo del cinema, indica una biografia romanzata che, avvalendosi degli strumenti propri del genere romanzo, affonda le radici in fatti e individui realmente accaduti ed esistiti. In questo modo, sappiamo con quale ostinazione il piccolo Pio abbia affrontato il padre, Filippo, per andare a scuola, affrancandosi da una condizione di povertà non solo materiale ma anche intellettuale, per poi usare l’istruzione a favore di quella stessa fascia di popolazione alla quale ha sempre voluto appartenere: i braccianti e i contadini. Per loro, infatti, Pio, a soli 22 anni, il 13 novembre 1949 organizzò l’occupazione di terre censite come incolte o mal coltivate nel Palermitano, con la partecipazione di trenta comuni, facendo sì che tremila ettari fossero affidati al lavoro del popolo.

Gli autori e la famiglia La Torre, che hanno lavorato insieme per la stesura del biopic, sono ora affiancati anche dalle istituzioni, come dimostra l’interesse del mondo politico. Interesse che va oltre lo schieramento partitico. Mai, come in questo momento storico della lotta alla mafia, è necessario che storie ed esempi di vita come quella di Pio La Torre debbano essere presi a riferimento. La memoria di questo uomo e cittadino italiano aiuterà a non commettere gli stessi errori.

 

Per contatti:

Rosanna Romano: 339 6376532

06 30811404

                                                                                                                                                                                                                                        Giuseppe Martella: 328 2940878
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl