"Scherzi del destino", in libreria l'opera prima di Giuseppe Mallozzi

Senza ricorrere ad orpelli inutili, ma utilizzando ritmi e scansioni temporali ben studiate, l'autore incornicia nove storie diverse, ma ugualmente convincenti.

23/ott/2008 18.26.55 Giuseppe Mallozzi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

E' in libreria "Scherzi del destino", opera prima del giornalista

Giuseppe Mallozzi.



Nove racconti che catapultano il lettore in un mondo reale e allo

stesso tempo parallelo, un luogo dove le abitudini, i tratti

distintivi di ogni giorno riescono a trasformarsi in qualcosa di

diverso, talvolta nel nostro peggior incubo. Le ansie, le paure o

semplicemente i ricordi vivono in una dimensione in cui il confine tra

realtà e surreale è labilissimo e sfumato, un mondo onirico che può,

ma non necessariamente deve, simboleggiare i nostri desideri.



L'autore riesce ad utilizzare la tecnica della suspence con grande

abilità, con uno stile scorrevole e godibilissimo, per una lettura

breve e tutta interiore, evocatrice di un realismo quotidiano abitato

dai fantasmi della mente. I personaggi delineati o lasciati

volutamente nell'ombra sono connotati con brevi tratteggi

nell'ambiente e nel contesto sociale che è loro proprio.



Senza ricorrere ad orpelli inutili, ma utilizzando ritmi e scansioni

temporali ben studiate, l'autore incornicia nove storie diverse, ma

ugualmente convincenti. L'autore segue passo passo il lento insinuarsi

del dubbio e la progressiva rivelazione di una verità agghiacciante ed

inattesa nell'animo del lettore. Il suo sguardo introspettivo, ma

anche le descrizioni, riprese come delle scene in soggettiva,

solleticano la capacità di ognuno di noi di riflettere su ciò che ci

circonda, sfiorando anche i nostri pensieri inconfessabili.



Meritorio di particolare menzione per l'atipicità è il racconto "Nel

buio"; per la struttura in crescendo ed il finale ad effetto

"Insonnia"; mentre intriso di espliciti rimandi pirandelliani appare

"L'inizio" con i suoi "personaggi in cerca di una storia". Per

chiunque sia attratto dall'animo umano, in tutte le sue sfaccettature,

un libro che sembra quasi un film per la sua capacità di evocare

immagini nitide e "impressionanti".





Giuseppe Mallozzi nasce il 2 giugno 1976 a Minturno, un piccolo paese

nel sud Lazio. Ha cominciato a scrivere poesie e racconti all'età di

14 anni. Si è laureato in Lettere Moderne all'Università "Federico II"

di Napoli nel 2003. Ha collaborato con diversi magazine, scrivendo di

cinema, musica e letteratura. Per il settimanale "Corriere del Sud

Lazio" si è occupato di politica e cronaca per la zona del Golfo di

Gaeta. E' stato redattore del mensile freepress "Riviera di Ulisse

Magazine" e corrispondente per tre anni del quotidiano "Il

Territorio". Ha girato quattro cortometraggi (visionabili sul sito

personale www.joemallo.net), apprezzati in festival e rassegne. Nel

2004 il suo quarto cortometraggio "L'Ultimo Soldato" è giunto tra i

finalisti del Tohorror Film Fest di Torino. Ha curato la ristampa

anastatica "Minturno - Storia e Folklore" di Padre Benedetto Fedele.

Attualmente, è corrispondente locale del quotidiano pontino "La

Provincia". Da alcuni mesi ha iniziato a scrivere sceneggiature anche

per fumetti. "Scherzi del destino" (Sovera, 2008) è il suo primo

libro.





Giuseppe Mallozzi

Scherzi del destino

Sovera, 2008

pp. 80 - Ill. (Contiene disegni di Stefano Manieri)

Euro 9



www.joemallo.net



--

__________________________________

visit my site:

www.joemallo.net

www.myspace.com/joemallo





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl