comunicatoSpettacolo 19-30Nov_Testamento del sarto

comunicatoSpettacolo 19-30Nov_Testamento del sarto ALL'ATTENZIONE DELLE REDAZIONI CULTURALI COMUNICATO E FOTO 19 I 30 NOVEMBRE 08 ALTRARTE IL TESTAMENTO DEL SARTO di Michel Ouellette regia di Antonio Serrano con Gianna Paola Scaffidi - Giovanni Maria Buzzatti Costumi Antonella D'Orsi Massimo Scene Stefania Ponselé Musiche Flavio Mainella0 Il "Testamento del Sarto" è un testo visionario ambientato in una città futuribile, dove ogni cosa è fatta e controllata dalle macchine, dove l'omologazione, anche nel modo di vestire, è Legge e dove cinque personaggi dipingono gradualmente un quadro spaventoso della periferia (La Zona) di questa città.

05/nov/2008 19.51.40 casa delle culture di roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
ALL'ATTENZIONE DELLE REDAZIONI CULTURALI
COMUNICATO E FOTO
 
19 I 30 NOVEMBRE 08 ALTRARTE

IL TESTAMENTO DEL SARTO

di Michel Ouellette regia di Antonio Serrano

con Gianna Paola Scaffidi - Giovanni Maria Buzzatti

 Costumi Antonella D’Orsi Massimo

Scene Stefania Ponselé

Musiche Flavio Mainella0

 

Il “Testamento del Sarto” è un testo visionario ambientato in una città futuribile, dove ogni cosa è fatta e controllata dalle macchine, dove l’omologazione, anche nel modo di vestire, è Legge e dove cinque personaggi dipingono gradualmente un quadro spaventoso della periferia (La Zona) di questa città.

La Zona, presentata da IL TESTAMENTO DEL SARTO è una distopia come quella de IL NUOVO MONDO di Aldous Huxley o di 1984 di George Orwell.

Governata da un sistema totalitario con a capo un uomo, l’“Eletto”, nella Zona si predica la castità e la purezza e quindi tutti gli impulsi di base dell’essere umano sono stati banditi.

Tutti coloro che non riescono a controllare tali impulsi sono considerati malati e vengono prelevati dai Servizi Sanitari, gli S.S., per essere trasportati al Lazzaretto, appositamente costruito per loro.

Il confine tra la Zona asettica e asessuata e il centro della città, ancora vittima degli errori dei secoli passati, è protetto da un sistema di controllo computerizzato che monìtora le entrate e le uscite per proteggere la Zona dalla contaminazione.

Ma anche se la retorica dell’ideologia di regime esalta la purezza e la perfezione, la realtà della Zona è ben diversa: è il regno della paura, della vergogna, del silenzio, dei segreti, delle cospirazioni.

Il testo dimostra ancora una volta che nonostante la tecnologia, i sistemi di controllo e monitoraggio, e a dispetto di qualsiasi ideologia e governi totalitari, non si potranno mai sopprimere gli impulsi di base della natura umana che si manifestano nella scansione drammaturgica in varie forme: dall'ambizione alla passione, dall’adulterio al desiderio di vendetta,…

Un testo insolito questo in cui i personaggi dialogano monologando, in cui vengono fatte molte domande seguite solo da silenzi. Il pubblico ha quindi la libertà e l’obbligo di essere parte attiva dello spettacolo fornendo a se stesso le risposte non dette.

STUDIO APERTO PER LO SPETTATORE :OLTRE I CODICI  

Lo stage propone un esperimento per l’utilizzo di linguaggi nuovi, fuori dai ruoli codificati. In quest’ottica il testo teatrale, al di là del suo valore letterario, diventa un mezzo attraverso cui l’attore danza con le parole e parla con il corpo alla ricerca di una nuova identità.                        sabato 22 dalle 16 alle 19 ( quota di partecipazione : € 5 studenti € 10 adulti)

____________________________
CASA DELLE CULTURE DI ROMA 
via San Crisogono 45 – 06.58333253 - 06.58157182
casadelleculture@interfree.it www.casadelleculture.net
prenotazioni a botteghinocasaculture@interfree.it  
intero € 14.-  ridotto € 9.-  gruppi ( 5 persone su prenotazione ) € 7.  - studenti € 4.
SCEGLI L'ABBONAMENTO AD INGRESSI /  CEDIBILE / SPENDIBILE COME E QUANDO VUOI   5 ingressi € 35.
BIBLIOTECA DI LIBERO SCAMBIO: PORTA UN LIBRO – PRENDI UN LIBRO
vi invitiamo a venire a teatro con un libro da donare e di prenderne uno nuovo da leggere
______________________________________________________________________
Ai sensi del D. Lgs. 196/03, La informiamo che i suoi dati non saranno comunicati a soggetti esterni - i destinatari della mail sono in copia nascosta (Privacy L.75/96).- e che è sua facoltà cancellarsi in qualsiasi momento dalla mailing-list inviando una e-mail a casadelleculture@interfree.it  specificando nell'oggetto: CANCELLA,diversamente ci autorizza a proseguire il servizio.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl