La casa editrice Il Filo premiata al Concorso “Libri Editi”

22/gen/2009 14.42.08 Gruppo Albatros Il Filo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

Numerosi i riconoscimenti ottenuti dalle pubblicazioni delle Edizioni Il Filo

 

 

La giuria del Premio Letterario Nazionale “Libri Editi”, giunto alla sua V edizione, ha assegnato vari premi ad alcune opere pubblicate dalla casa editrice Il Filo.

Nella Sezione Poesia Silvio Matta ottiene il secondo posto con “Potrà perdonarci l’amore”, mentre nella Sezione Narrativa hanno ricevuto una segnalazione d’onore “Racconto esistenziale” di Antonio Bonelli, “Fermo davanti al cielo” di Adelaide Distefano e “Per non morire” di Annunziata Scarponi.

 

POTRÀ PERDONARCI L'AMORE di Silvio Matta (Edizioni Il Filo)


“Potrà perdonarci l’amore” di Silvio Matta è una raccolta caratterizzata da una profondità di pensiero articolato in una molteplicità di temi che, nello scorrere delle pagine, si mescolano e si confrontano. Questo dà certamente una certa frammentarietà, ma nondimeno offre a chi si accosta a questa poesia la possibilità di conoscere il percorso mentale che ha seguito l’autore nel corso della sua scrittura. E questo accade appunto per l’estrema limpidezza che caratterizza questa poesia, così immediata e direttamente accessibile. È una poesia nella quale la dimensione intima e spirituale è di certo predominante e lo sguardo che l’autore volge nel proprio intimo e offre al lettore è a volte dolce, a volte più titubante, consapevole come è di star riportando non solo i propri pensieri ma anche la propria anima.

 

 

Silvio Matta è nato a Cagliari il 17 febbraio del 1950. Dopo aver svolto il servizio militare nella Marina ed aver girato il mondo, si è stabilito a Capoterra, dove lavora come imprenditore, e si è occupato dell’Amministrazione Comunale. “Potrà perdonarci l’amore” è la sua seconda raccolta di poesie, dopo Ljubavimoia.

 

FERMO DAVANTI AL CIELO di Adelaide Distefano


“Guardai a lungo il tramonto, quel giorno. Quel cielo muto è diventato da allora il mio unico interlocutore, e l’ho identificato con Te, Signore. Ma le mie domande si perdono nella sua cavità, e io non so se riescono a oltrepassarla e a raggiungerTi, Signore. Quel cielo diventa limite alla mia disperazione, alla mia inquietudine, alla mia sofferenza”.
Un uomo, ormai giunto alla vecchiaia, rievoca la sua dura esistenza, segnata dalla morte della moglie e del figlio prediletto, in un continuo confronto con Dio. Un Dio che viene di volta in volta rifiutato, bestemmiato, interrogato, fino a quando, ormai pacificato, il protagonista si rende conto di avere sempre misurato il Signore con i suoi parametri, a seconda delle sue capacità e del suo modo umano e fallibile di vedere.

 

Adelaide Distefano è nata a Palermo, ma vive e lavora a Mazara del Vallo. Si è laureata presso l’Università degli Studi di Palermo in Lettere Classiche con il massimo dei voti e la lode nel 1981, iniziando subito la professione di insegnante. Ha al suo attivo esperienze lavorative in vari ordini di scuola: scuola media, liceo classico, liceo scientifico, istituti tecnici. Collabora con un ente di formazione professionale in diversi ambiti, dall’ideazione di progetti P.O.R alla stesura delle relazioni finali. Ha svolto compiti di coordinamento in progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo. Fermo davanti al cielo è il suo primo libro.

 

RACCONTO ESISTENZIALE di Antonio Bonelli (Edizioni Il Filo)


Un giovane come tanti, un’infanzia felice, una storia d’amore bella e sincera, tante prerogative che sembravano fare da preambolo a una vita piena di gioie e di soddisfazioni. Poi un incedente spaventoso, Luigi si salva ma rimane paralizzato. Un racconto forte, devastante. La voglia di mollare tutto che si alterna a quella di reagire e di “muoversi”. Un macchinario permette infatti al giovane di comunicare con il mondo. La consapevolezza di dover rimanere in quelle condizioni per sempre scalfisce però il suo iniziale entusiasmo, lo indirizza verso una decisione drastica. “La mia esistenza è permessa solo dalle macchine, dalla tecnologia. Se queste non esistessero, sarei polvere già da un pezzo”. Inizia un’altra lotta, un vero e proprio scontro morale. Un’opera piena di valori che costringe il lettore a riflettere su temi importanti.

 

Antonio Bonelli è nato a Milano il 22 aprile del 1954, vive a Casalpusterlengo (LO). Laureato in Medicina e Chirurgia, dirige l’Unità Operativa di Audiologia e Vestibologia dell’Ospedale Maggiore di Crema. Racconto esistenziale è la sua prima opera.

 

PER NON MORIRE di Annunziata Scarponi (Edizioni Il Filo)


Trentadue anni sono molti per dire di non conoscere l’amore, eppure per Gloria è così.
Trascurata dalla famiglia, ingannata e usata da un uomo che le aveva promesso il successo e che mirava solo a sedurla, si è ritrovata, appena sedicenne, a dover provvedere all’unico dono che la vita le ha concesso: sua figlia Anastasia. Un’esistenza di sacrifici e rinunce l’ha, però, trasformata nella co-proprietaria dell’albergo in cui Stefano Accardi, famoso scrittore di thriller, decide di rifugiarsi per sfuggire alla vendetta di un boss della malavita. Il loro sembra un incontro casuale come tanti altri, tuttavia qualcosa in entrambi muta, portandoli a vagheggiare la possibilità di una felicità mai conosciuta prima. Sarà realmente così o è soltanto un’illusione?

 

Annunziata Scarponi è nata e vive a Roma. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti: nel 2006 una segnalazione per merito al concorso internazionale “D’Annunzio & Michetti” grazie al suo racconto breve Una manciata di minuti; nel 2007 una menzione d’onore per la poesia Non solo tu al trofeo internazionale “Penna d’autore”; nel 2008 una benemerenza per la poesia Un nuovo giorno al concorso nazionale “Il folle Cupido” e il quarto posto nel concorso “Sandrina Miele, Deus Art” con la poesia Un tempo verrà. Nel 2006 ha pubblicato il romanzo Un anno una vita, edito dalla Maremmi editore, e Il girasole nero, edito da Il Filo.

 

 

 

 

 

Il Filo si conferma come il progetto editoriale che continua ad ottenere il maggior numero di riconoscimenti letterari del settore.

Gli altri risultati ottenuti sono consultabili al link http://www.ilfiloonline.it/?page_id=71

 

 

 

 

Casa Editrice Il Filo – Ufficio Stampa
Per contatti: Valentina Petrucci
Telefax 275687-271106

stampa@ilfiloonline.it
www.ilfiloonline.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl