Invio articolo: "Parigi in auto: da incubo dei turisti a oasi privilegiata per la viabilità"

02/mar/2009 16.33.25 Bigmouthmedia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Girare Parigi in auto non sarà più un problema, anche per i turisti più inesperti. Negli ultimi tempi infatti l’assessore ai trasporti e il sindaco della Ville Lumiere stanno pianificando l’introduzione un piano per migliorare la viabilità in città e ridurre quindi le emissioni nocive.

La città ha già varato una serie di provvedimenti mirati alla riduzione del numero dei veicoli in circolazione nelle strade di Parigi per limitare il traffico e le emissioni: programmi di bike-sharing, una linea di ferrovia tranviaria, minibus e limiti di velocità ancora più restrittivi in tutta la città.

Fra le altre cose, è prevista l’introduzione di programmi di car-sharing e di bike-sharing per 2000 auto elettriche entro il 2010. Questi programmi supporteranno l’amministrazione parigina a raggiungere l’obiettivo ambizioso di ridurre del 30% le emissioni nocive in città.

Questi provvedimenti sono stati messi in atto per migliorare il funzionamento dei trasporti parigini e migliorare quindi la qualità dell’aria in città e al contempo ridurre il traffico.  Quest’ultimo infatti aveva raggiunto livelli di guardia – in particolare in alcune zone come l’Arco di Trionfo, la rotonda più grande del mondo – e le abitudini bizzarre degli automobilisti parigini, spauracchio dei turisti francesi e non, di certo non aiutavano la qualità della viabilità della Ville Lumiére. Per questo motivo sempre più turisti scelgono di affittare un’auto per visitare i dintorni di Parigi ma si muovono con altri mezzi all’interno della capitale.

Ovviamente parcheggiare nei centri più piccoli è meno frustrante che cercare un posto nella capitale francese, però, con un po’ di pratica, si possono trovare anche aree sicure in centro: sono disponibili infatti parcheggi a pagamento custoditi vicino alle maggiori attrazioni turistiche oppure gratuiti nella maggior parte degli hotel e dei motel.

A coloro che intendono noleggiare un’auto a Parigi (http://www.europcar.com/car-rental-FRANCE-PARIS.html) conviene  chiedere indicazioni sui parcheggi direttamente agli autonoleggi.

Il segreto per visitare Parigi in auto senza stressarsi è dare un occhio al calendario: in agosto ad esempio potrete godere di strade semi-deserte in quanto i parigini sono ancora aficionados delle “ferie d’agosto”.

Parigi in auto è comunque una vacanza da godersi in tutto e per tutto: potrete girare liberamente e raggiungere qualunque destinazione senza dover dipendere dai mezzi pubblici, fate solo attenzione a calcolare i tempi con un buon margine di ritardo e non muovervi giusto in tempo per arrivare all’ultimo minuto. D’altronde, Parigi “val bene qualche ingorgo”!


This message has been scanned for viruses

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl