Invio articolo: "Siena: la magia del Medioevo nella campagna toscana."

06/apr/2009 17.29.43 Bigmouthmedia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Tra le tante scelte possibili nel nostro paese, sembra che quella di fare una vacanza a Siena sia una tendenza sempre più in voga.

Siena, infatti, oltre ad essere uno dei principali capoluoghi della Toscana, è una delle città italiane più belle: non è un caso che, specialmente in alcuni periodi "caldi" dell'anno, prenotare un hotel a Siena sia di fatto un'impresa.

Fondata dai Romani ai tempi dell'imperatore Augusto col nome di Saena Iulia (anche se si presuppone un precedente insediamento etrusco), Siena solo nell'Alto Medioevo diventa un centro di una certa rilevanza, soprattutto con l'avvento dei Franchi.

La crescita commerciale e politica porta la città a scontrarsi con la vicina Firenze sin dal X secolo: le lotte contro i fiorentini saranno una costante fino al XVI secolo, quando, con la pace di Cateau Cambresis, la città venne ceduta dai Francesi agli odiati rivali toscani.

Non a caso, proprio al Medioevo (l'epoca di maggior splendore della città) risalgono i monumenti più importanti di Siena: Piazza del Campo, con il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia, e il Duomo.

Quest'ultimo è una delle costruzioni più maestose di tutto il Medioevo europeo: il Duomo è uno splendido esempio di gotico, costruito con il tipico abbinamento marmoreo toscano (bianco e nero) e rappresenta uno splendido incompiuto, dato che l'attuale pianta avrebbe dovuto essere solo una delle navate di un nuovo Duomo mai ultimato.

Molto apprezzato il pulpito a pianta ottagonale, realizzato da Nicola Pisano nel XIII secolo e considerato uno dei pulpiti gotici più belli in assoluto.

La piazza principale di Siena, Piazza del Campo, ospita anche uno dei più bei palazzi comunali del Medioevo, il Palazzo Comunale, con la Torre del Mangia, una delle più alte torri italiane, con i suoi 102 metri.

Proprio in questa splendida piazza ha luogo uno degli eventi più sentiti e affascinanti per la cittadinanza senese e non solo: il Palio di Siena, infatti, catalizza l'attenzione anche di molti turisti stranieri, che in questo periodo saturano da soli gran parte dell'offerta degli hotel di Siena.

Il Palio è una storica corsa di cavalli che ha luogo dal 1644 e coinvolge tutte le contrade storiche del capoluogo: ogni contrada è rappresentata da un fantino e da un cavallo, che hanno il compito di rappresentare la contrada e portarla alla vittoria sulle altre contrade rivali.

Quest'antica giostra equestre di origine medievale è probabilmente la festa storica più rinomata e importante d'Italia: ogni anno il Palio si corre due volte (una ai primi di luglio, l'altra per Ferragosto), ma di fatto la sua organizzazione, con la scelta di cavallo e fantino, dura tutto l'anno.

Oltre al famosissimo Palio, però, Siena offre tanto altro, a partire dalla sua ricca tradizione culinaria.

Siena vanta, infatti, un'antica tradizione gastronomica, dovuta forse anche alla ricchezza del periodo medievale, durante il quale era un punto di passaggio importante per molti traffici commerciali: non a caso negli ultimi decenni molti antichi piatti medievali sono tornati in auge.

Ci riferiamo ai "pici"(grossi spaghetti fatti a mano originari della zona della val d'Orcia e della val di Chiana), alla "ribollita" (una zuppa di verdure e fagioli servita su fette di pane bruschettato e agliato, il cui ingrediente principale è il cavolo nero), alla cacciagione e al cinghiale.

La città è anche la patria di dolci tanto buoni quanto noti: il celebre panforte (nero o panpepato, al cioccolato, bianco, fiorito) e i ricciarelli, oltre ai cantucci da bagnare nel vin santo, tutti ulteriori motivi per regalarsi una bella vacanza a Siena.

E la tradizione enologica della zona non scherza nemmeno, dato che proprio i vigneti del senese producono vini tra i migliori al mondo: non solo Chianti, ma anche Vernaccia di San Gimignano e, soprattutto, Brunello di Montalcino.

Non è un caso che oltre alle citate difficoltà nelle prenotazioni di hotel a Siena, spesso anche gli splendidi agriturismi della zona vedano il "tutto esaurito".

Sono dunque tanti i motivi per visitare questa splendida città, tutta l'area circostante e le sue splendide campagne.

Una vacanza a Siena comprende, infatti, una gamma di esperienze molto varia e vivace: dai monumenti artistici alla tradizione del Palio; dalle splendide campagne della zona al sapore di alcuni tra i vini e tra i piatti più buoni del nostro paese.

Prenotare un hotel a Siena, poi, è ora più semplice: basta andare su http://www.hotel.it e scegliere tra i tantissimi soggiorni proposti nella località, disponibili per tutte le tasche.

Siena è una vacanza da ricordare in una città che, soprattutto in primavera e in estate,  costituisce una meta turistica incantevole e unica: vieni a scoprirla!

 



This message has been scanned for viruses

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl