inaugurazione scultura Albissola pozzani-boj

29/mag/2009 22.09.00 Festival Internazionale di Poesia di Genova Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

ALBISSOLA MARINA 1 GIUGNO ORE 21.00

 INAUGURAZIONE SCULTURA MONUMENTALE SVOLTA CELESTE
OPERA PRIMA DI VALTER BOJ E CLAUDIO POZZANI
 
Lunedì 1 giugno, alle ore 21.00,  avrà luogo la cerimonia di inaugurazione dell’opera d’arte che gli artisti Valter Boj e Claudio Pozzani  hanno creato per il Comune di Albissola Marina nell’ambito del loro progetto S-Volta Celeste.
Il sindaco Stefano Parodi e l’assessore alla cultura Fabio Lenzi del Comune di Albissola, hanno accolto con entusiasmo il progetto presentato dai due artisti liguri.
 
La scultura sarà posizionata in Piazza Liguria, uno dei luoghi più frequentati di Albissola, e va ad arricchire il “il museo all’aperto” che caratterizza la “Libera Repubblica delle Arti” (Filippo T.Martinetti) e che si sviluppa dalla Passeggiata degli Artisti (tra gli altri Lam, Jorn, Fontana, Capogrossi, Sassu, Luzzati, Fabbri, Salino) al monumento di Leoncillo, da Pozzo Garitta alla panchina monumentale di Moncada, dalle Tuberie di Siri alla p.zza della Concordia con il selciato disegnato da Fabbri e Rossello, da Casa Jorn ai pannelli futuristi di Tullio e Torido d’Albisola, dal muro Raku a p.zza Lam.
 
La scultura in ferro a forma di stella, ha una struttura di oltre 4,50 metri di altezza , di colore “blu oltre cielo” ed è stata realizzata dall’artista Valter Boj in collaborazione con la ditta Albiscavi.
 
 
L’artista Claudio Pozzani ha dato poesia al monumento, con i versi di una delle sue poesie più note, “Non so se il mare”.
Non so se il mare
fabbrichi le onde
o le subisca
 
Il testo è scritto con speciali led azzurri su pannelli trasparenti creati per l’occasione dalla ditta      TS TECNOSISTEMI di Torino, e montati su una struttura metallica che rappresenta lo sviluppo di una stella nello spazio, a sintetizzare il rapporto tra microcosmo e universo che è la cifra della produzione poetica di Pozzani e della filosofia del progetto S-Volta Celeste di Valter Boj.
 
“Volevamo creare un’opera che partisse da due linee - forza: la parola, la luce, il tempo, il continuo rapporto tra alto e basso – spiegano i due artisti – e abbiamo progettato questa scultura che cambia completamente dal giorno alla notte, quando i versi appaiono sospesi nel buio, come un pensiero che fluttua o una domanda senza risposta”.
 
Alla cerimonia interverranno anche John Giorno, vera icona dell’arte americana tra pop art e beat generation, Gian Piero Reverberi, compositore e musicista, entrambi attivi nel progetto S-Volta Celeste, e il pianista Fabio Vernizzi.
 
Con preghiera di darne divulgazione.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl