L'Amore Magico e l'Incesto Filosofale

18/lug/2009 23.27.08 giacomo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Il rapporto tra droghe psichedeliche e ricerca del sacro non è cosa nuova, ma mai in campo narrativo si era giunti a parlare in questo modo di sostanze come l’ecstasy e l’LSD, nel caso in questione per giunta legate a un contesto come la discoteca, che appare (almeno per il senso comune) indissolubilmente legato al consumismo. E invece tutto questo, in combinazione con un amore nobilissimo e disinteressato, anch’esso del tutto sui generis, conduce il protagonista de “L’incesto Filosofale” dritto dritto all’Illuminazione, che avviene –udite udite- durante una grande festa after-hours. Grazie alla forza “magica” del suo amore e al distacco dall’ego facilitato dall’LSD, Gabri diventa improvvisamente consapevole della sua natura divina… Eccovi la quarta di copertina: "Ferragosto, tre ragazzi di vent’anni in vacanza a Riccione, la magica atmosfera della riviera romagnola, le discoteche, l’ecstasy, l’Lsd, e soprattutto l’amore…un amore puro, nobile, disinteressato, del tutto alieno dai canoni imposti dalla volgarità massmediatica. Un amore che consentirà a Gabri di ricevere il dono più grande al quale possa aspirare un essere umano: la Grande Illuminazione, l’Identificazione Suprema, la Pietra Filosofale di cui parlavano gli antichi alchimisti". Da quel momento il mondo per Gabri non sarà più lo stesso, e anche quelli che fino al giorno prima gli sembravano problemi insormontabili gli appariranno come qualcosa di cui ridere allegramente. Si tratta del romanzo di esordio di Giacomo Albano, edito da Zerounoundici Edizioni. L’originalità del testo è tale che vien quasi da pensare che si tratti di un libro profetico sul modo in cui gli uomini vivranno l’amore e la ricerca del sacro nel ventunesimo secolo. 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl