IN "RESET", ROMANZO DI LARA ZAVATTERI, LA TECNOLOGIA DOMINA L'UOMO, MA TRE RAGAZZI TENTANO DI SALVARE IL PROPRIO PASSATO E QUELLO DI TUTTI

IN "RESET", ROMANZO DI LARA ZAVATTERI, LA TECNOLOGIA DOMINA L'UOMO, MA TRE RAGAZZI TENTANO DI SALVARE IL PROPRIO PASSATO E QUELLO DI TUTTI Un futuro dominato dalla tecnologia, che annienta il passato e l'importanza di conservare la memoria nel romanzo "Reset" della giornalista e scrittrice trentina Lara Zavatteri edito da Silele edizioni.

29/set/2009 12.38.40 Lara Zavatteri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Un futuro dominato dalla tecnologia, che annienta il passato e l’importanza di conservare la memoria nel romanzo “Reset” della giornalista e scrittrice trentina Lara Zavatteri edito da Silele edizioni. A settembre è uscito il romanzo “Reset” della giornalista e scrittrice trentina Lara Zavatteri, edito dalla casa editrice Silele di Gerenzano (Varese). La storia alterna passato e futuro in val di Sole (Trentino), con il filo conduttore della memoria e della volontà di salvare il passato. Siamo infatti nel 2020 e il Governo, per favorire le grandi industrie produttrici di tecnologia, da il via all'operazione Reset (dal termine resettare-cancellare) per cui tutti i documenti riferiti al passato delle persone devono essere distrutti. Ci si è resi conto infatti che quando l'uomo guarda al suo passato prova sentimenti come la nostalgia che però non porta a nuovi acquisti e quindi la nostalgia stessa risulta controproducente per il mercato. Lo scenario è quello di una tecnologia che ormai domina ogni aspetto della vita dell'uomo, ormai dipendente dalle macchine e quasi incapace di scambi umani. A questo stato di cose si ribellano tre ragazzi, Martina, Alessandro e Daniele, che dagli archivi segreti del Reset riescono a sottrarre il materiale relativo a tre delle famiglie del loro albero genealogico. Iniziano così a leggere la storia dei loro avi, ambientata in un piccolo paese del Trentino-Mezzana in val di Sole- tra gli anni Ottanta dell'Ottocento e il 1919, scoprendo una storia fatta di povertà, emigrazione e guerra, ma anche di dignità e speranza. Protagoniste tre famiglie di Mezzana: la prima (i Ravelli) si trova costretta ad abbandonare il paese emigrando a Monte San Savino (Arezzo) con il capofamiglia che è un parolot (lavoratore del rame) per fare poi ritorno in seguito, la seconda (i Pangrazzi) vive l'incendio che devastò Mezzana nel 1904 e si parla anche del trasferimento a Trento di uno dei ragazzi e sempre a Trento dell'Istituto per sordi dove viene portata una delle ragazze, oltre all'emigrazione verso il Sudamerica, la terza famiglia (i Pedergnana) vive l'esperienza della prima guerra mondiale al Tonale, con uno dei ragazzi che si trova ad essere attendente di un ufficiale austriaco anche se vorrebbe scappare in Italia e vede di là dal Tonale amici e parenti di Ponte di Legno, sperando di non dover sparare su di loro. Tutte le storie sono intrecciate e vi sono degli intermezzi per capire come procede la storia nel 2020. Solo alla fine si saprà se i ragazzi riusciranno o meno a smantellare il Reset e, in particolare, tutte e tre le storie sono vere. Il libro (costo 14 euro) si trova alla libreria La Cattedra di Cles, Disertori di Trento, è ordinabile in tutte le librerie italiane, acquistabile su www.silele.eu o www.ediq.it (settore fantascienza) anche in contrassegno, contattando direttamente l’autrice a larazavatteri@gmail.com, profilo su Facebook, dov’è presente anche il gruppo “Reset-romanzo di Lara Zavatteri-Silele editore” o 348/7702561 o in via 4 novembre 21 a Mezzana. Per altre informazioni è attivo il blog http://operazionereset.blogspot.com.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl