L'Energia secondo la scrittrice Sveva Casati Modignani.

06/ott/2009 11.31.15 Ufficio Stampa Extera Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

"Io e l'Energia", la rubrica del web magazine "Notizie tra le linee", continua ad indagare sul rapporto tra personaggi pubblici e l'energia elettrica confrontandosi su problematiche ordinarie quali consumi, impiego e confronto con la tecnologia.

In questa occasione "Io e l'Energia", curato dallo staff di Terna, coinvolge la scrittrice Bice Cairati. La popolare autrice diede vita assieme al marito alla fortunata serie di romanzi rosa scritti sotto lo pseudonimo di Sveva Casati Modignani.

- Cos’è per lei l’energia elettrica?
- Quando non c’è hai una crisi d’identità, è lo smarrimento totale.

- Pensa che l’umanità potrebbe farne a meno?
- Se gli uomini l’hanno inventata è perché era indispensabile.

- E’ una fonte inesauribile o bisogna usarla con parsimonia?
- Le fonti rinnovabili sono inesauribili.

- Lei si sente o potrebbe definirsi un risparmiatore energetico?
- Sì, abbastanza, evito di sprecare energia.

- Per esempio, quando esce da una stanza spegne sempre la luce?
- Sempre.

- Lascia spesso apparecchi elettronici in stand-by?
- La televisione sì… solo quella però.

- Quando si verificano emergenze energetiche e viene chiesto di limitare il consumo di energia, si adegua? O continua imperterrito con le sue abitudini?
- Cerco di fare quel che posso... di adeguarmi.

- Cosa illuminerebbe meglio nella sua città o in Italia?
- Non illuminerei le basiliche e i monumenti, le cose antiche nate quando il paesaggio era immerso nell’oscurità.

- Cosa farebbe per rendere più simpatici i tralicci dell’alta tensione?
- Devo confessarle che non ci ho mai pensato... ma lo farò.

- Dia un consiglio a Terna, il gestore nazionale della rete elettrica.
- Puntare di più sulle energie rinnovabili.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl