17a edizione del Porretta Soul Festival, Tribute To Otis Red

03/mar/2004 13.14.15 Giovanni Sonego Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La 17a edizione del Porretta Soul Festival, Tribute To Otis Redding si terrà al Rufus Thomas Park di Porretta Terme (Bologna) dal 9 all’11 Luglio 2004.

La direzione artistica è di Graziano Uliani.

E’ dal 1988 che la località termale per alcune giornate diventa il cuore pulsante della black music europea.
Wilson Pickett, Percy Sledge, Solomon Burke, James Carr, Eddie Hinton, Rufus Thomas, Sam Moore, The Memphis Horns, Isaac Hayes sono alcuni dei nomi leggendari che negli anni la manifestazione ha avuto l’onore di ospitare. Alcuni di questi hanno solcato l’oceano per la prima volta proprio per venire a suonare a “Soulsville Europe”, come la stampa internazionale ha ribatezzato Porretta, una cittadina che ha una via Otis Redding e un Rufus Thomas Park.

Ancora una volta Porretta presenta uno dei miti del soul, il leggendario Howard Tate, considerato morto per anni, ma ritornato con l’album “Rediscovered” che ha avuto la Grammy Nomination come “Best Blues Records” e ben tre Handy Awards.
Howard Tate è considerato l’erede di Otis Redding e di Sam Cooke ed è tornato ad incidere dopo trent’anni.
Inoltre sul palco del Rufus Thomas Park si esibiranno Millie Jackson che torna a Porretta dopo il “live and uncensored concert” di dieci anni fa, con una band di 12 elementi, stella di una serata dedicata alle Ladies Of Southern Soul che vede anche la presenza di Dorothy Moore e Keisha Jackson. Grande attesa inoltre per un'altra leggenda, Clarence Carter che nei primi anni ’70 scalò le classifiche mondiali con “Slip Away” e “Patches” per l’Atlantic Records

Ci sarà una Italian Rhythm & Blues Explosion , spazio per le band e le voci italiane di soul, una mostra fotografica di Luciano Morotti “Sulle Strade del Soul” e “Sweet Soul Cars”, parata di auto americane d’epoca.

..Giovedì 8 Luglio con “Alan Lomax Italian Treasury” verrà presentato il lavoro fatto in Italia nel 1954 dal famoso etno musicologo americano, che soggiornò diversi mesi nell’Appennino ToscoEmiliano raccogliendo registrazioni storiche di musicisti folk locali. Saranno presenti la figlia di Lomax Anna Lomax Chairetakis, lo studioso Goffredo Plastino e il produttore Scott Billington

Prezzi: una serata euro 20 ­ abbon. Alle tre serate euro 50
Prevendite www.boxoffice.it
Info www.porrettasoul.com
Infoline 0534 22021

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl