comunicato stampa

Allegati

23/mar/2005 12.57.07 ass. amici della badia di s. gemolo in ganna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BADIA DI GANNA ? STAGIONE 2005

Domenica 17 aprile ore 16:30

Associazione Amici della Badia di San Gemolo in Ganna, Provincia di Varese,
Regione Lombardia

MUSICA IN TRANSITO: Scott Joplin e gli altri

ANTONIO BALLISTA, pianoforte
Il programma proposto dal grande pianista italiano esemplifica l?evoluzione

del ragtime tra America ed Europa nel breve arco di ventiquattro anni, da

?Maple Leaf Rag? del 1899 (Joplin) a ?Grandpa?s Spells? del 1923 (Morton)..
In questo lasso di tempo il ragtime fa in tempo a nascere, svilupparsi e

decadere fagocitato dal jazz. Antonio Ballista ebbe il merito, assieme a
Alide Maria Salvetta e Marga Nativa, di introdurre negli anni ?80 il Italia
il ragtime di Joplin con uno spettacolo che allora si chiamava ?Il pianoforte,
il canto e la danza nell?America di Scott Joplin?.

Antonio Ballista, pianista, clavicembalista e direttore d? orchestra, ha
rivolto il suo interesse agli universi più vari della musica, effettuando
personalissime escursioni nel campo del ragtime, della canzone italiana
e americana, del rock e della musica da film, delineando così una sorta
di vita parallela tra la musica definita di consumo e quella d? estrazione
colta.
Dal 1953 suona in duo pianistico con Bruno Canino, impegnandosi attivamente
per la diffusione e lo sviluppo della ?nuova musica?. Ha suonato inoltre
con numerosissime orchestre tra cui la Filarmonica della Scala, l? Orchestra
della BBC, la New York Philarmonic, la London Simphony e molte altre. Come
direttore d? orchestra ha debuttato al Teatro dell? Opera di Roma con l?
opera ?Gilgamesh? di Franco Battiato. Numerose le sue collaborazioni con
i nomi più importanti del panorama musicale internazionale, come Berio,
Ligeti, Cage, Morricone, Sollima, Sciarrino ecc.
E? inoltre fondatore e direttore dell? ensemble ?Novecento e oltre?, una
formazione stabile per l? esecuzione sia della musica del Novecento storico,
sia delle più recenti tendenze. Nel 1993 fonda insieme a Alessandro Lucchetti
e Federico Mondelci il trio ?Fata Morgana?, per l? esecuzione della musica
cross-over.Ha insegnato al Conservatorio di Parma, al Conservatorio di Milano
ed attualmente è docente presso l? Accademia Pianistica di Imola ?Incontri
col Maestro?

Al termine del concerto avrà luogo la conferenza ?Lo spettacolo della fotografia
in musica?
con ROBERTO MASOTTI
Chiacchiere sulla fotografia, sulla musica, comunque chiacchiere per mettere

insieme una cosa che non si vede e una che non si sente e che
orgogliosamente se ne stanno separate. Mica come l?opera, il cinema, la

televisione che solleticano più sensi contemporaneamente... e allora proviamo
a parlare di immagini fotografiche e musica e musicisti di classica e di
jazz e anche qualcos?altro tentando di comporre un quadro, di mettere assieme
i pezzi e di riuscire a rispondere all?annoso quesito:
ma come si fotografa la musica?
Roberto Masotti, nato a Ravenna nel 1947, diploma di Industrial Design,
si è dedicato alla documentazione e ricerca, attraverso il mezzo fotografico,
ma anche intervenendo con scritti, interviste ed articoli nel campo dello
"spettacolo" e in particolare della musica jazz, contemporanea e sperimentale.
Molte sue immagini sono state utilizzate dall'editoria per libri, riviste,
copertine di dischi ecc.
Il suo lavoro più noto "You tourned the tables on me", centoquindici ritratti
di musicisti contemporanei (1974-1981), è stato esposto a Berlino, Londra,
Monaco di Baviera, Milano, Torino e altre città italiane ed europee. Lo
stesso lavoro ha offerto lo spunto per una azione scenica per immagini in
proiezione, musicisti e danzatori dal titolo "Il giro del tavolo" commissionata
dal festival Rumori Mediterranei di Roccella Jonica nell'agosto '98 e andata
in scena con successo di pubblico e di critica.
Nel 1984 ha riunito un centinaio di immagini su John Cage (con la supervisione
del compositore) per la mostra Photographs Cage a Torino. Sempre attorno
al compositore americano e ancora a Torino elabora, nel '99, l'installazione
CAGE wall per il Teatro Regio.
Tra il 1987 e il 1995 realizza ed espone Nine Variations for Electric Guitar,
un visionario omaggio al fondamentale "nuovo" strumento musicale del '900,
sperimentando assemblaggi e forti ingrandimenti.
Dal 1979 al 1996 è fotografo ufficiale del Teatro alla Scala di Milano
con Silvia Lelli. Insieme hanno realizzato diversi libri e alcune importanti
mostre. Diverse sono le esperienze che si rapportano alla scena: collaborazione
per immagini in proiezione con Pier'Alli (Erwartung) e Bussotti (scene e
costumi per il Tabarro) elaborazione e produzione di immagini per l'opera
multimediale di F. Hoch "Leonardo e/und Gantembein" per la TSI di Lugano,
proiezioni e contributo registico per Transarmonica di Roberto Cacciapaglia.
La mostra più recente "Jazz Area, la mia storia con il jazz in venticinque
quadri, una mostra fotografica" segna per Roberto Masotti una tappa importante
del suo percorso di artista visivo; risale infatti al 1973 (alla prima edizione
di Umbria Jazz) la sua ultima mostra a soggetto interamente jazzistico.
Nel giugno '99 Masotti ha nuovamente progettato per il palcoscenico. La
performance sonoro-visivo-ambientale "Inventario con figure (fuori confine)"
ha inaugurato infatti Vignola JAZZin'it 99.
ore 20:00 APERITIVO
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

Info:www.badiadiganna.it info@badiadiganna.it

Ufficio Stampa:
Elisa Colombo 333/6159642 elicolombo@virgilio.it




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl