22-23 Maggio: Orte e Roma le prossime tappe del FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ORGANO E STRUMENTI ANTICHI

20/mag/2010 13.59.53 "Incontri Mediterranei" Associazione Culturale Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

IX EDIZIONE FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ORGANO E STRUMENTI ANTICHI

ORTE E ROMA LE SEDI DEI PROSSIMI APPUNTAMENTI CONCERTISTICI

 

Giunto alla IX edizione, il Festival Internazionale di Organo e Strumenti Antichi, diretto dai Maestri Armando Fiabane e Adriano Falcioni, propone per il prossimo fine settimana un doppio appuntamento, sia nella sua sede ordinaria, la cittadina ortana, sia nella sede straordinaria di Roma.

 

Orte. Sabato 22 maggio 2010 alle ore 18,30 la Chiesa di San Francesco accoglierà il
"Concerto Classico – Romantico" cui daranno vita il pianoforte di
Christoph Cornaro e il violoncello di
Yvonne Timoianu.

A seguire il programma.

 

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

- Selezione da “Variazioni Goldberg” BWV 988 (adattamento per violoncello e pianoforte di Y. Timoianu)

- Aria

- Variazioni 1, 2, 15

 

Robert Schumann (1810 – 1856)

- Fantasiestücke op. 73 (Tranquillo, con espressione - Vivace, leggiero - Rapido, con fuoco)

 

Johann Sebastian Bach

- Selezione da “Variazioni Goldberg” BWV 988

- Variazioni 25, 30 (Quodlibet)

- Aria

 

Johannes Brahms (1833 – 1897)

- Sonata per pianoforte e violoncello in Mi minore op.38 (Allegro non troppo – Allegretto quasi Menuetto / Trio – Allegro)

 

Christoph Cornaro

in età giovanile ha dovuto scegliere una tra le due strade: la carriera diplomatica o la carriera concertistica (ha studiato musica all’Università di Vienna con il Maestro Josef Dichler, diplomandosi giovanissimo in pianoforte). Ha scelto la prima senza abbandonare la seconda. Dopo una lunga carriera come Ambasciatore d’Austria, ora dedica tutte le sue energie alla musica. Suona in complessi da camera, accompagna al pianoforte solisti e dirige un Coro austriaco che si dedica alla musica sacra. Da alcuni anni ha formato il duo pianistico con James Gray con il quale ha eseguito concerti a quattro mani in varie città dell’Inghilterra, Galles, Austria e Italia.

 

Yvonne Timoianu

nata a Bucarest, ha iniziato lo studio del violoncello all'età di cinque anni presso l'Accademia di Musica Ciprian Porumbescu e si è laureata giovanissima al Conservatorio Gorge Enescu. A Salisburgo, dove risiede attualmente, ha ricevuto il diploma d'onore dall'Università della Musica Mozarteum. I suoi maestri più importanti sono stati Serafim Antropov, Stefan Popov e Mstislav Rostropovic. Dopo i primi successi a Bucarest (a sedici anni ha eseguito il concerto per violoncello e orchestra di Saint-Saëns op.33), ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo: come solista con i concerti di Dvorak, Kabalewskij, Saint-Saëns, Gulda e in più di mille recitals con vari pianisti tra cui P. Badura-Skoda, J. Menuhin, C. C. Schuster, T. Kerbl e Alexander Preda (pianista del Mozarteum con il quale forma stabilmente il Duo di Salisburgo e partecipa ai più rinomati Festival di Musica da Camera. Premiata più volte in prestigiosi concorsi internazionali, è chiamata spesso come docente ai corsi internazionali di violoncello. Ha registrato per la Sony le Sonate per violoncello di Johan Brahms (2000), per la Preiser Records Schubert und Onslow (2002) e Le Grand Tango (2004). Suona un violoncello costruito da Giovanni Grancino nel 1721.

 

Roma. Domenica 23 maggio 2010 alle ore 17 la Basilica di San Giovanni dei Fiorentini – via Acciaioli, 2 – farà da cornice al concerto "Ave Maris Stella - Liturgie organistiche mariane nell’Italia rinascimentale e barocca". All'organo il M° Andrea Coen.

 

Di seguito il programma.

 

Gerolamo Cavazzoni (1520 – 1577)
- Hymno Ave Maris Stella
- Ricercare Primo
- Canzon sopra i le bel e bon
- Magnificat primi toni
(Magnificat - Quia respexit - Deposuit, a tre voci – Suscepit - Gloria Patri)


Luzzasco Luzzaschi (1545 – 1607)
- Fantasia a quattro sopra Ave Maris Stella

Giovanni Salvatore (1610 – 1688)
- Toccata
- Durezze [e] Ligature
- 5 Versi per la Messa della Madonna

Giovanni Battista Fasolo (1598 – 1644)
- Gravis modulatio pro Offertorio (dalla Missa Beatae Mariae Virgini)

Gerolamo Frescobaldi (1583 – 1643)
- Toccata V per l’organo sopra i pedali (da Il Secondo Libro di Toccate)
- Inno Ave Maris Stella (idem)
- Magnificat primi toni (idem)
- Bergamasca (da I Fiori Musicali)

Alessandro Scarlatti (1660 – 1725)
- Varie Partite obbligate al basso (Laus Deo Mariae Virgini Semper)
- Toccata per organo

 

Andrea Coen

ha conseguito il diploma di clavicembalo presso il Royal College of Music di Londra e la Laurea in Lettere con indirizzo musicologico presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Interessatosi fra i primi in Italia alla prassi esecutiva degli antichi strumenti a tastiera, svolge da più di venti anni attività concertistica in Italia, in Europa e negli USA come clavicembalista, organista e fortepianista per le più prestigiose istituzioni musicali. Incide per EMI, Denon, Deutsche Harmonia Mundi, Musicaimmagine Records, Dynamic, Bongiovanni e Stradivarius. Ha collaborato con solisti, direttori ed ensembles cameristici di fama quali fra gli altri Aris Christofellis, Christopher Hogwood, Monica Huggett, la Cappella Musicale di San Giacomo, l’Ensemble Seicentonovecento, L'Arte dell'Arco, Odhecaton, i Solisti Italiani oltre che con le attrici Ottavia Piccolo e Monica Guerritore. Ha pubblicato l'edizione critica dell'integrale delle Sonate per strumento da tasto e dei Sestetti di D. Cimarosa, l’"Intavolatura di Ancona" (1644), gli Intermezzi "Don Chisciotte" di G. B. Martini, rappresentato nella stagione 1992-93 dei "Concerti Italcable" al Teatro Sistina di Roma; sta portando a termine la pubblicazione delle opere organistiche, pianistiche e vocali in seno alla edizione degli Opera Omnia di Muzio Clementi (per la quale è membro del Comitato Scientifico) per i tipi della Ut Orpheus di Bologna. Fa parte dell’Advisory Board del semestrale Ad Parnassum (Journal of Eighteenth- and Nineteenth-Century Instrumental Music). È in corso di pubblicazione, a sua cura, la prima edizione critica moderna dell’Estro poetico-armonico di Benedetto Marcello, in collaborazione con M. A. Cancellaro, commissionatagli dalla Fondazione Locatelli di Cremona per la collana Monumenta (Editions Brepols , Belgio). È uno dei curatori dell’Edizione Nazionale degli Opera Omnia di Luigi Boccherini e membro del Comitato Scientifico della Fondazione “Le Colonne del Decumano” e Consulente artistico dell’Istituto Musicaimmagine di Roma. Dall’anno 2001 è membro della Societé de l’Orchestre de Sion.

Dal 1986 al 2000 ha collaborato ai programmi musicali di Radio Rai; ha realizzato il ciclo completo del programma televisivo Anteprima Note&Teatri per Stream TV in veste di curatore e conduttore e collaborato con la Radio Vaticana.

Nel 1993 ha ottenuto la "Chiave d'oro" del Teatro dell'Opera di Roma per meriti artistici. E' titolare della cattedra di clavicembalo presso il Conservatorio A. Casella de L’Aquila, docente di fortepiano presso il Conservatorio di S. Cecilia di Roma e organista della Basilica di San Giacomo in Augusta in Roma. Per l'anno 2001 è stato invitato quale membro della giuria internazionale del Premio Bonporti di Rovereto presieduta da Gustav Leonhardt. Nel corso del 2002 ha eseguito inediti organistici e pianistici di M.Clementi a Friburgo, Zurigo, Sion, Leeds, Saragozza, Los Angeles, Parma e Roma. Nel mese di marzo del 2007 è stato invitato da Leon Plantinga e Malcolm Bilson a tenere concerti e conferenze presso la Yale University la Cornell University. Nel 2008 ha presentato al Fitzwilliam College (Cambridge University) il suo ultimo recital: Italian keyboards thorough History. Nel 2009 gli è stato assegnato il Premio Cimarosa, e nel 2010 è entrato nel catalogo dell’etichetta Brilliant Classics con 3 CD dedicati alla prima integrale delle Sonate di L. Giustini da Pistoia eseguite sullo strumento di Cristofori e in quello della CPO con brani organistici di A. Scarlatti.

 

 

 

La manifestazione è realizzata con il contributo ed il patrocinio delle seguenti istituzioni:

Regione Lazio, Provincia di Viterbo, Comune di Orte, Fondazione Carivit, Fondazione Carit, Archivio di Stato di Viterbo, Soprintendenza Archeologica per l'Etruria Meridionale, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Università degli Studi della Tuscia, Istituto dell'Organo Storico Italiano, Confesercenti, Assoturismo, Camera di Commercio di Viterbo, Tuscia Viterbese.

 
Il programma completo del Festival è consultabile al link

http://www.cittadiorte.it/festivalorgano/festival_nonaed/programma_pag.htm

 

 

Per info:
Incontri Mediterranei” Associazione Culturale
Palazzo Archi, via Principe Umberto, 16
01028 Orte (VT)
Tel. 0761 402893 – 339 1803561
festivalorgano@email.it
www.cittadiorte.it

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl