Com_stampa: domenica 7 novembre concerto Teatro Troisi_ Paolo Marzocchi (1/2 segue foto)

11/mag/2010 10.53.54 AMICIdellaMUSICA MODENA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA DEL 7 Novembre 2010.

 

Amici della Musica di Modena

SECONDO APPUNTAMENTO DELLA RASSEGNA NOTE DI PASSAGGIO

 

Domenica 7 Novembre a Nonantola

IL FASCINO DISCRETO DELLA MUSICA POPOLARE

 

La vitalità e la ricchezza della musica popolare hanno da sempre attirato la fantasia dei compositori di ogni epoca. Bartòk, in particolare, parlava delle melodie popolari come di pietre preziose a cui il compositore-orafo deve costruire una montatura che ne esalti la bellezza.

Domenica 7 Novembre 2010 (ore 17 :00 Nonantola, Teatro M.Troisi) torna il pianista-compositore Paolo Marzocchi che il pubblico degli Amici della Musica già conosce per aver dato nella scorsa stagione preziosi contributi al successo delle rassegne. In questa occasione Marzocchi illustrerà l’incontro fra compositori “colti” e musiche “popolari” dell’est europeo con composizioni di Chopin, Liszt, Bartòk e sue proprie.

Il viaggio parte da una rarità: i “Sei Canti Polacchi” di Chopin nella trascrizione per pianoforte solo di Franz Liszt, del quale poi si ascolteranno le quasi sconosciute “Cinque melodie popolari ungheresi”, dal pianismo minimo e intimista, e la celeberrima Rapsodia Ungherese N°2. Il percorso prosegue con le melodie ungheresi che Bartòk incastona nella raccolta “For Children”, e con le famose “Danze Rumene”; si chiude poi sulle complesse poliritmie dei Cinque Canti di Scutari, dello stesso Marzocchi, basati su antiche melodie del nord dell’Albania, di grande impatto sul pubblico.

Le esecuzioni sono accompagnate da brevi racconti dei testi delle canzoni e da esempi musicali, che rendono questo concerto un’esperienza divertente ed emozionante, consigliata anche per il pubblico più giovane.

Il concerto, realizzato in collaborazione con il Comune di Nonantola e con il contributo finanziario della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e della Regione Emilia Romagna, come tutti i concerti della rassegna, è ad ingresso libero. Tutte le informazioni su contenuti artistici, aspetti organizzativi, modalità di sostegno e di adesione alle attività degli Amici della Musica di Modena sono disponibili all’ingresso delle sale.

Il concerto è preceduto alle ore 15:15 da una visita guidata e gratuita all’Abbazia di Nonantola. Prenotazione presso la segreteria entro il 06/11/2010 fino ad esaurimento posti (20). Per comunicazioni:  tel 059372467 - www.amicidellamusica.info

 

 

BREVE (RADIO)

 

Domenica 7 Novembre, alle ore 17:00,  a Nonantola (teatro Massimo Troisi) secondo appuntamento della stagione 2010-11 degli Amici della Musica di Modena, in collaborazione col Comune di Nonantola e col contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e della Regione Emilia Romagna.

Ospite Paolo Marzocchi, pianista e compositore. Tema del programma è l’incontro tra compositori “colti” e musiche “popolari” dell’est europeo illustrato con l’esecuzione di musiche di Copin, Liszt, Bartòk e Marzocchi. Ingresso gratuito.

Alle ore 15:15 è organizzata una visita guidata e gratuita all’Abbazia di Nonantola. Prenotazione presso la segreteria (tel 059372467) entro il 06/11/2010 fino ad esaurimento posti (20)

 

 

 

7/11/2010 domenica �“ ore 17:00

Nonantola �“ Teatro M. Troisi (ingresso gratuito)

Note di Passaggio �“ Autunno Musicale Nonantolano          

PAOLO MARZOCCHI �“ pianoforte

Musiche di Chopin, Liszt, Bartók, Marzocchi

Compositori “colti” e musiche “popolari”. Un incontro che ha dato grandi frutti nella storia della musica e che continua a darne anche oggi (da ascoltare le rielaborazioni di melodie albanesi di Paolo Marzocchi).

La vitalità e la ricchezza della musica popolare hanno da sempre attirato la fantasia dei compositori di ogni epoca. Bartòk in particolare, parlava delle melodie popolari come di pietre preziose a cui il compositore-orafo deve costruire una montatura che ne esalti la bellezza. In questo concerto Paolo Marzocchi propone un percorso sulle musiche dell’est europeo interpretate da compositori di epoche diverse, tra cui lui stesso.

Il viaggio parte da una rarità: i “Sei Canti Polacchi” di Chopin nella trascrizione per

pianoforte solo di Franz Liszt, del quale poi si ascolteranno le quasi sconosciute

“Cinque melodie popolari ungheresi”, dal pianismo minimo e intimista, e la celeberrima

Seconda Rapsodia. Il percorso prosegue con le melodie ungheresi che Bartòk incastona nella raccolta “For Children”, e con le famose “Danze Rumene”, per poi chiudere sulle complesse

poliritmie dei Cinque Canti di Scutari, dello stesso Marzocchi, basati su antiche melodie del nord dell’Albania, di grande impatto sul pubblico.

Le esecuzioni sono accompagnate da brevi racconti dei testi delle canzoni e da esempi musicali, che rendono questo concerto un’esperienza divertente ed emozionante, consigliata anche per il pubblico più giovane.

 

Franz Liszt (1811-1886)

6 Chants Polonais de Frédéric Chopin (op. 74) - S480

Zyczenie (desiderio), Wiosna (primavera), Pierścień (l’anello), Hulanka (baccanale), Moja Pieszczotka, nocturne (mia diletta), Narzeczony (lo sposo)

 

 5 Magyar népdal, (cinque melodie popolari ungheresi) - S245

Lassan (Lento), Mérsekélve (Allegretto), Lassan (Lento), Kissé éléuken (Vivace), Busongva (Lento)

 

Rapsodia ungherese n.2 (cadenza di Paolo Marzocchi) - S248

 

Bèla Bartòk (1881 - 1945)

Dieci melodie ungheresi (da “For Children”)

Splende il sole nella chiesa, Stelle, stelle splendete lucenti, L’orecchino bianco della dama, Raccolgo i fiori nel giardino, Margitta non è lontana, Quando salgo sull’alto monte di Buda, Ci sono dieci litri dentro di me, Il matrimonio del grillo, Te ne vai, mia cara?, Danza del porcaro

 

Sei danze popolari rumene

Jocul cu bâta (gioco con bastonicini), Brâul (danza del “brâul”), Pe loc (stando in piedi), Buciumeana (danza di Bucium), Poarga Româneascâ (polka rumena), Mărunţel (danza veloce)

 

Paolo Marzocchi (1971)

Cinque canti di Scutari

Kanga i Gyles (canzone di Gyles), Pranvera filloi me ardhë (la primavera sta arrivando), Dalin vajzat prej mejtepit (le ragazze escono dal mejtepit), Vaj si kenka ba dyrnjaja (ma come è diventata la gente), Moj e vogel si floriri (sei piccolina come una moneta d’oro)

 

PAOLO MARZOCCHI. Pianista e compositore, è nato ed ha studiato a Pesaro. Ha composto ed eseguito musica per contesti più diversi: dal teatro, al cinema, alla radio, fino alle sperimentazioni con altri linguaggi e alla composizione “pura”, ricevendo diverse commissioni per la realizzazione di opere pianistiche e orchestrali, e collaborando anche come esecutore con enti ed istituzioni fra cui l’Arena di Verona, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, il Teatro dell’Opera di Roma, la Biennale di Venezia, l’Orchestra Sinfonica Toscanini, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, la Human Rights Orchestra.

E’ membro del movimento “Musicians for Human Rights”.

Collabora attualmente con un gruppo di artisti tra cui il direttore d’orchestra Michele Mariotti, Alessio Allegrini, lo scrittore Guido Barbieri, il poeta Gianni D’Elia, lo scrittore e poeta Joseph Denize, il regista Michal Kosakowsky, i video artisti Stefano Franceschetti e Cristiano Carloni, il regista Henning Brockhaus.

Insegna presso l’Università degli Studi di Macerata e le Accademie di Belle Arti di Urbino e Macerata.

 

7/11/2010 domenica  - ore 15:15

Nonantola Abbazia �“ visita guidata

prenotazione presso la segreteria entro il 06/11/2010 salvo esaurimento posti (20)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_________________________________________________________________________

Associazione Amici della Musica Mario Pedrazzi di Modena Onlus
costituita nel 1919, iscritta Albo Associazioni della Provincia di Modena
viale A. Corassori,24 / 41124 Modena - Segreteria  tel. 059 372467 / 3311065994

www.amicidellamusica.info facebook: AmicidellaMusica Di Modena

5x1000: codice 80011550367

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl