Al Teatro del Giglio recital straordinario del tenore GIANLUCA ZAMPIERI

Zampieri, reduce dai successi estivi al prestigioso festival di Erl - il Tiroler Festspiele diretto dal celebre Gustav Kuhn,- in cui è stato il tenore principale, presente sia nel ruolo di Siegfried del Gotterdammerung wagneriano che nel Guntram di Richard Strauss, ha una voce tenorile potente, e tuttavioa carezzevole e agile nelle coloriture che rivela una precisione vincente, oltre ad un fine timbro lirico.

07/ott/2005 15.43.52 studiomusica PRESS | PR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

GIANLUCA ZAMPIERI

canta Puccini
al Teatro del Giglio di Lucca


 


6 ottobre 2005 – Sarà il tenore Gianluca Zampieri, il prossimo 7 ottobre, il protagonista del recital pucciniano Un bel dì vedremo al Teatro del Giglio di Lucca, appuntamento inserito nel calendario del Convegno Nazionale A.N.F.A.C.I., promosso e organizzato dalla Prefettura e previsto in città nelle giornate di giovedì e venerdì prossimo .



Una selezione di arie e duetti – questi ultimi eseguiti insieme al soprano italo-russo Olga Romanko - a firma pucciniana tratte dalle opere Madama Butterfly, Tosca e Turandot costituiranno il percorso d’ascolto di un concerto d’eccezione riservato agli ospiti del convegno stesso.



Zampieri, reduce dai successi estivi al prestigioso festival di Erl - il Tiroler Festspiele diretto dal celebre Gustav Kuhn,- in cui è stato il tenore principale, presente sia nel ruolo di Siegfried del Gotterdammerung wagneriano che nel Guntram di Richard Strauss, ha una voce tenorile potente, e tuttavioa carezzevole e agile nelle coloriture che rivela una precisione vincente, oltre ad un fine timbro lirico. Il recital, pur differente nell’offrire – rispetto ad un’intera opera – un percorso completo che sveli  la concezione musicale e drammaturgica di un  unicum renderà immediatamente percepibile al pubblico la ricca qualità della sua elegante e flessibile vocalità.



Tra i prossimi appuntamenti di rilievo nell’agenda di Zampieri un recital al Festival di Cartagine il 14 ottobre – che ha ospitato, tra l’altro, un memorabile Mefistofele diretto da Muti – insime al pianista Maurizio Colacicchi e il debutto all’Opera Nazionale di Moravia il 10 dicembre in una nuova produzione delle Passioni Greche di Martinu per la regia di Tarant.




 



GIANLUCA ZAMPIERI

tenore


A partire dal 1992, anno in cui è risultato vincitore del Concorso Battistini di Rieti, si è esibito in numerosi teatri nazionali (Bologna, Venezia, Genova, Roma, Palermo, Catania, Torino) ed internazionali (Francoforte, Lima, Zurigo, Budapest, Praga, Monte-Carlo, Taipei...). Ha interpretato alcuni tra i principali ruoli del repertorio italiano e francese accanto a Bruson, Nucci, Dessì, Furlanetto, Raimondi, Salvadori, Valayre, Pons, con grandi direttori - Kuhn, Arena, Santi, Bartoletti, Guadagno, Nelson, Oren, Severini - e registi come Fassini, De Tomasi, De Ana, Cavani, Savary, Tarant.
Nel 2001 è stato invitato dal Collegium Musicum di Basilea per le celebrazioni verdiane. Successivamente si è esibito a Cagliari nel Nabucco, a Nizza ancora per un omaggio a Verdi, a Bergamo, Pisa, Lucca e Livorno ne La Fanciulla del West e ancora a Lucca nel Don Carlo. In novembre ha partecipato alla prima mondiale della Carmen 2 di Bizet/Savary a Torino. Nel gennaio del 2002 ha inaugurato la stagione lirica di Monte-Carlo con una nuova produzione di Nabucco (Santi-Bruson-Neves-Prestia). In seguito è stato invitato dall’Opera Nazionale di Moravia per la prima assoluta nella Repubblica Ceca della Giovanna D’Arco di Verdi a cui hanno fatto seguito Tosca all’Estate Fiesolana e Manon Lescaut in una nuova, applauditissima produzione del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Ha poi preso parte alla Traviata allo specchio di Pani al Teatro Piccinni di Bari. Nel 2003 è apparso in nuove produzioni di Gotterdammerung di Wagner al Festival di Erl, di Aida al Festival di Monschau e di Cavalleria Rusticana e Madama Butterfly all’Opera Nazionale di Moravia oltre ad essere protagonista di una nuova edizione dell’ Otello di Verdi a Bari.
Nel 2004 è tornato all’Opera di Roma ne Il Cordovano di Petrassi. Nel ruolo di Laca ha debuttato nella Jenufa di Janacek all’Opera Nazionale di Moravia in giugno – ruolo ripreso a ottobre al Festival janacek di Brno - seguito da Carmen all’Estate Fiesolana e a Stoccarda. In dicembre ha partecipato alla nuova produzione del Macbeth verdiano a Ostrava.
Il 2005 lo ha visto nel Guntram di Strauss al Bellini di Catania, ripreso poi al Tiroler Festspiele di Erl sotto la direzione di  Gustav Kuhn, e come Siegfried nel Gotterdammerung, sempre a Erl. Ancora una volta è stato Laca (Jenufa) al Teatro Nazionale di Praga, aggiudicandosi un prestigioso riconoscimento per l’esecuzione in lingua originale.  
Nel 2006 e 2007 parteciperà ad una nuova produzione del Ring wagneriano a St. Polten (Siegfried e Siegmund).


Per ulteriori informazioni, foto, richiesta interviste
la stampa è cortesemente pregata di rivolgersi a:


 

Isella Marzocchi, cell. +39 340 7763045

isella.marzocchi@studiomusica.net
studiomusica PRESS l PR
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl