Amici di Paganini, venerdì 22 aprile

20/apr/2011 14.52.24 Amici di Paganini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

                                                                                           

 

“Gems à la Paganini”

 

“La Primavera" di L.v. Beethoven, lezione concerto

Genova,  22 aprile 2011, ore 20:30

 

Comunicato stampa

 

 

Nuovo appuntamento gratuito presso l’auditorium dei Musei di Strada Nuova

venerdì 22 aprile alle ore 20:30 offerto dall'Associazione Amici di Paganini.

 

Paolo Andreoli, violinista, accompagnato dalla pianista Marcella Coletti, 

illustra la celebre sonata in fa maggiore detta "La Primavera" di Ludwig van Beethoven,

composta fra il 1800 e il 1801 e dedicata al Conte Moritz Von Fries.

 

La Sonata op. 24 in Fa maggiore detta "La Primavera" fu composta da Beethoven tra il 1800 e l'inizio del 1801,

e pubblicata nello stesso anno da Artaria. Con questa sonata, e con quella op. 23, in la minore, coeva,

il compositore fornisce un proprio contributo al modello mozartiano della sonata per violino e pianoforte,

che vede i due strumenti dialogare in maniera concertante - a differenza di quanto avveniva nel periodo barocco,

che sanciva il predominio del violino, o nel secondo Settecento, in cui era il fortepiano a dominare il discorso.

La musicalità del brano è fresca, e le idee scorrono in maniera abbondante e naturale -

tanto da meritare l'appellativo di "Primavera", ma la mano è sicura, e ad un approfondimento analitico

si rivela tutt'altro che superficiale, come taluni hanno voluto far intendere,  o accademica;

il carattere beethoveniano è inconfondibile, anche se di lì a poco avrebbe preso strade ben più originali:

la composizione della Sonata a Kreutzer solo un anno dopo, ne è palese dimostrazione.

La lezione-concerto proposta vuole proprio far luce sul pensiero dell'autore e mettere in evidenza
le strutture compositive e le caratteristiche della scrittura, aiutando gli ascoltatori a penetrare nel mistero
della creatività di uno dei grandi geni della storia musicale.

 

PAOLO ANDREOLI, nato a Genova nel 1980, si diploma in violino nel 2000 col massimo dei voti e la lode,

presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova, sotto la guida dei Maestri Alessandro Ghè e Joseph Levin.

Partecipa dall'età di dieci anni a numerosi concorsi di violino del Nord d'Italia ottenendo numerosi Primi Premi nella sua categoria.

Nel Settembre 1999 frequenta un corso di Perfezionamento tenuto dalla violinista russa Zoria Chikhmourzaeva (docente presso il Conservatorio di Mosca)

Termina nel mese di Maggio 2001 la collaborazione con l'Accademia di perfezionamento per

Professori d'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano alla quale è stato ammesso previa audizione nazionale.

Ha suonato con l'Orchestra dell'Accademia in qualità di violino di spalla.

Ha approfondito in seguito i suoi studi con i Maestri Anthony Flint e Giulio Franzetti in campo solistico,

mentre in campo cameristico ha seguito i corsi dei Maestri Danilo Rossi e Massimiliano Damerini.

Dal 2002 ricopre il ruolo di 2° violino del Quartetto di Cremona, col quale ha intrapreso da subito la carriera internazionale.

 
  

Marcella Coletti è nata a l’Aquila, ha  studiato al Conservatorio “Casella” ottenendo il Diploma Accademico di  II Livello  con 110 e lode.

A nove anni  ha iniziato ad esibirsi in pubblico nella provincia dell’Aquila e di Rieti e da  allora 

ha  intrapreso con successo una promettente carriera concertistica sia come  solista che  in  gruppi da camera.

Vincitrice del II Premio al  V Concorso Nazionale “Hyperion”, ha  suonato in numerose  occasioni

nell’ ambito della rassegna “Giovani Artisti per l’Ospedale” al Policlinico Gemelli, ed  è stata ospite

come solista del Festival Internazionale “Pietre  che cantano”,

che da anni, con crescente successo, affianca giovani talenti ad interpreti di prestigio internazionale. 

All’esperienza concertistica ha affiancato la partecipazione a Seminari e Master- Class sia  in Italia che all’estero

presso l’Accademia Musicale di  Tallinn  e l’Accademia “Chopin” di Varsavia, 

affinando le proprie potenzialità con  artisti quali  Andrea Lucchesini, Luisa Prayer,

Peep Lassman, Valery Voskoboinikov, Ida  Cernecka, Frantisec Pergler.

Recentemente ha interpretato e affiancato il soprano Susanna Rigacci i Liebeslieder op. 52 e op. 65 di Brahms

all’ interno della stagione concertistica dell’Universita Cattolica di Roma.

Suona in duo con il violinista Paolo Andreoli,  secondo violino del Quartetto di Cremona.           

 

L’ingresso è  libero

 

L’ospitalità è grazie alla collaborazione con il Polo Museale di Strada Nuova.

Il pianoforte Steinway è concesso da Dynamic, casa genovese di produzioni audio-video.

La stagione è resa possibile anche dal contributo di SINM, studio di ingegneria navale.

 

All: foto

Per informazioni:

Associazione Amici di Paganini

Telefono 010 318503

e.mail:amici@niccolopaganini.it/ web site: www.niccolopaganini.it

 

con preghiera di pubblicazione

Marvi Rachero

Relazioni esterne

Amici di Paganini

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl