Venerdì primo luglio 2011 il jazz "sacro" di Duke Ellington protagonista alle Terme Preistoriche di Montegrotto

Dopo il successo del primo appuntamento, pochi tavoli ancora disponibili per la seconda jazz night della rassegna Jazz by the pool alle Terme Preistoriche di Montegrotto venerdì 1 luglio 2011 a partire dalle ore 19.00.

Persone Gianfranco Rorato, Marco Ferrazzi, Luca Di Stasio, Francesco Sassanelli, Maddalena Altieri, Rossana Manfrone, Elena Rosolin, Diana Frigato, Berbèn, Oliver Nelson, Miles Davis, Claudio Fasoli, Francesco Cafiso, Paolo Fresu, Cameron Brown Paul Jeffrey, Billy Hart, Marcello Tonolo, Marco Tamburini, Alessandra Fasolo, Ambrogio De Palma, Duke Ellington, Azzurra
Luoghi Roma, Italia, San Francisco, Montegrotto Terme
Organizzazioni Porsche Padova, Turismo Padova Terme Euganee, S. Cecilia, Suite It's, Venezze Jazz Singers, Venezze di Rovigo
Argomenti musica, composizione

28/giu/2011 18.32.02 Studio PRP Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 


 
“Sacred Concert”. Il jazz di Duke Ellington protagonista alle Terme Preistoriche di Montegrotto
La musica indimenticabile di Duke Ellington, declinata in una particolarissima versione “sacra”, sarà la protagonista della serata venerdì 1 luglio tra il verde e le piscine delle Terme Preistoriche a Montegrotto.

Dopo il successo del primo appuntamento, pochi tavoli ancora disponibili per la seconda jazz night della rassegna Jazz by the pool alle Terme Preistoriche di Montegrotto  venerdì 1 luglio 2011 a partire dalle ore 19.00. Protagonista della serata sarà la Venezze Big Band, diretta dal Maestro Ambrogio De Palma, accompagnata dal Venezze Jazz Singers  con il mezzosoprano Alessandra Fasolo alla voce e due ospiti d’eccezione: Marco Tamburini alla tromba e Marcello Tonolo al pianoforte. Una formazione di altissimo livello che presenterà dal vivo il coinvolgente progetto musicale The  Sacred  Concert, nell’arrangiamento del Maestro De Palma.

A partire dal 1965 quando eseguì i Sacred Concerts nella Grace Cathedral di San Francisco, Duke Ellington, si dedicò su commissione alla composizione di tre concerti sacri che furono da lui diretti in tutto il mondo fino alla sua morte nel 1974. Queste musiche rappresentano un punto culminante nel suo iter artistico comprendendo tutte le sue idee, tecniche e stilistiche, e presentando anche nuovi elementi. La musica di Ellington, composta negli anni della lotta degli afroamericani per la loro emancipazione, ha una forte valenza sociale: afferma ciò che doveva essere detto in modo penetrante, ma non stridente. Significativa la Suite It’s freedom che conclude l’opera con un forte messaggio di speranza.

La versione dei Concerti sacri di Duke Ellington arrangiata da Ambrogio De Palma è senza dubbio più vicina all’originale rispetto alla versione danese normalmente eseguita in Italia, e contiene composizioni che non sono presenti in altre versioni.

I cori accompagnati dall’orchestra sono all’unisono o al massimo a due voci come nelle intenzioni del Duca. La stessa scelta operata da De Palma di utilizzare un coro di voci non uniformi, liriche e non, rende l’esecuzione più metropolitana e sicuramente in un’ottica conforme alla preghiera universale delle musiche di Ellington.

La Venezze Big Band è nata sei anni fa dall’iniziativa didattica di Marco Tamburini, titolare di Musica Jazz al conservatorio “Venezze” di Rovigo, e oggi si afferma come band professionista di tutto rispetto vantando collaborazioni prestigiose con Billy Hart, Cameron Brown Paul Jeffrey, Paolo Fresu, Francesco Cafiso e Claudio Fasoli.


A dirigerla sarà Ambrogio De Palma, classe 1963, direttore d’orchestra, compositore e arrangiatore che si dedica da alcuni anni prevalentemente al jazz orchestrale. Tra i suoi lavori principali ricordiamo la rielaborazione di “Porgy and Bess” di Miles Davis e Gil Evans e il “Pierino e il lupo” di Oliver Nelson. De Palma ha all’attivo numerose pubblicazioni per Berbèn, Mela Music, Eridania e i suoi lavori sono presenti nella discografia di Azzurra Music, Inedita Cd, Panda, Ariston e Bongiovanni. Titolare della cattedra di Esercitazioni orchestrali al Conservatorio S. Cecilia di Roma, attualmente è docente di Orchestrazione e strumentazione jazz e di Musica d’insieme per grandi organici jazz al Conservatorio Venezze di Rovigo.

Il Venezze Jazz Singers è una formazione mista composta da appartenenti alle scuole di canto lirico e da musicisti del Dipartimento jazz del Conservatorio “Venezze di Rovigo”. I componenti sono: Diana Frigato, Elena Rosolin, Rossana Manfrone, Maddalena Altieri, Francesco Sassanelli, Luca Di Stasio, Marco Ferrazzi e Gianfranco Rorato.


La mezzosoprano Alessandra Fasolo già protagonista nella prima assoluta di opere contemporanee (“Lo Psicovalzer” e “La Conchiglia di Visnù” di M.Deoriti) e impegnata in concerti, recitals e galà lirici, sarà la voce solista della serata.

Ospiti della serata saranno Marco Tamburini, trombettista versatile ed eclettico che, oltre ad una carriera intensa e ormai ventennale sulla scena jazz italiana,  vanta diverse esperienze importanti anche in ambito classico e pop, e Marcello Tonolo che da oltre vent’anni è fra i più ricercati ed affidabili pianisti italiani di jazz, facendosi apprezzare sia per la solidità ritmica che per il sopraffino gusto musicale.


Patrocinato della Città di Montegrotto Terme e dall’Azienda Turismo Padova Terme Euganee, realizzato con il contributo del Centro Porsche Padova e in collaborazione con WhyNet Multimedia, la rassegna Jazz by The Pool offre per la sua terza edizione, tutti i venerdì, dal 24 giugno al 29 settembre dodici appuntamenti con la musica jazz rigorosamente dal vivo.


Due i momenti live: un breve assaggio durante l’aperitivo (dalle 20 alle 20.30) e il concerto vero e proprio dopo cena, dalle 22 in poi. Il pubblico potrà ascoltare la musica, di forte suggestione, non solo a bordo piscina, ma anche nell’acqua, coccolato dal tepore delle terme e dagli idromassaggi.

Forti di una consolidata tradizione, che si rinnova da tre generazioni, le Preistoriche affiancano al fascino liberty del primo Novecento le proposte più nuove, come appunto Jazz by the pool. Le piscine, circondate da un immenso prato verde e da alberi secolari, e affiancate da un moderno reparto fitness, sono mantenute a temperature diverse per soddisfare sia lo sportivo sia chi desidera un piacevole relax, abbandonandosi al caldo, salutare abbraccio dell’acqua termale.

Costo ingresso:
Ingresso piscina e concerto € 15
Ingresso piscina concerto e cena (bevande escluse): € 30

Per informazioni:
Piscine Preistoriche Montegrotto Terme
eventi@termepreistoriche.it
www.jazzbythepool.it
 
Ufficio Stampa
STUDIO P.R.P.
Alessandra Canella
canella@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it 

 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl