Stagione teatrale 05/06 - Programmazione di dicembre

14/nov/2005 13.00.00 Teatro Comunale di Monfalcone Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Teatro Comunale di Monfalcone

www.teatromonfalcone.it

 

 

Stagione teatrale 2005/2006 - Programmazione di dicembre

 

Prosegue la stagione di prosa e concerti del Teatro Comunale di Monfalcone. Il mese di dicembre si apre con il primo appuntamento di “contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici”, la rassegna interna al cartellone di prosa dedicata alle nuove tendenze che caratterizzano la scena teatrale italiana degli ultimi anni: si tratta di Todos Caballeros, lo spettacolo scritto e interpretato da David Riondino e Dario Vergassola liberamente ispirato al Don Chisciotte di Cervantes. Il cartellone dei concerti propone al pubblico il pluripremiato Quartetto di Cremona e la celebre pianista canadese Angela Hewitt che, dopo aver eseguito nel corso della passata stagione le celeberrime Variazioni Goldberg, si cimenta quest’anno con una fra le pagine più importanti dell’intera storia della musica occidentale, Il clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach. A chiudere il mese di dicembre, lo spettacolo musicale di e con Moni Ovadia Es iz Amerike!.

 

mercoledì 7 dicembre 2005, ore 20.45 / contrAZIONI. Nuovi percorsi scenici – FUORI ABBONAMENTO

Todos Caballeros ovvero Ballate per Don Chisciotte y Sancho Panza

scritto, diretto e interpretato da

David Riondino e Dario Vergassola

A 400 anni dalla pubblicazione della celeberrima opera del Cervantes, David Riondino decide con grande gioia di interpretare un personaggio letterario di tale spessore e accetta, “a malincuore”, la scelta caduta su Dario Vergassola per l’interpretazione del fido scudiero Sancho Panza.

Come allora, i moderni interpreti viaggiano fra visioni e incantamenti, amori, follie e epiche avventure: ne deriva un gioco surreale e farsesco, in bilico fra la Spagna medioevale e l’Italia dei nostri giorni, in cui il pubblico viene continuamente coinvolto, fino al totale inserimento nella storia.

Accettare questa sfida significherà, forse, essere scambiati per pazzi ma almeno nessuno (né gli interpreti né gli spettatori) avrà rinunciato ad essere paladino dell'ideale, portabandiera di un sogno per il quale vale la pena di battersi!

Perché tutti hanno bisogno d’incantamento e tutti, alla fine, saranno cavalieri. Todos caballeros!


giovedì 8 dicembre 2005, ore 20.45
Quartetto di Cremona
Cristiano Guaico violino                                                                       

Paolo Andreoli violino

Simone Gramaglia viola

Giovanni Scaglione violoncello

In programma musiche di Franz Joseph Haydn, Luciano Berio, Franz Schubert

Di recente costituzione, ma già pluripremiato in numerosi concorsi internazionali, il Quartetto di Cremona si è formato all’Accademia “Stauffer” diretta da Salvatore Accardo, ed è cresciuto in seno al prestigioso contesto della Scuola di Musica di Fiesole. Una veloce e profonda maturazione artistica lo vede oggi protagonista in molte piazze europee (Wigmore Hall di Londra, Beethoven Haus di Bonn), apprezzato per la finezza del fraseggio e per la forza comunicativa delle sue secuzioni.

Originalissima la scelta del programma monfalconese: dalla brillantezza della scrittura haydniana, efficace è il passaggio a Berio e al linguaggio discontinuo di Glosse, appoggiato a una sturttura cameristica quasi “virtuale”; il celeberrimo quartetto schubertiano La morte e la fanciulla, tra le più toccanti pagine cameristiche mai scritte, concede agli interpreti di liberare, attraverso un approccio tecnico quasi sinfonico, il loro toccante lirismo espressivo.

 

lunedì 12 dicembre 2005, ore 18.00, Sala Conferenze della Biblioteca Comunale
Johann Sebastian Bach – Il clavicembalo ben temperato

Lezione del prof. Carlo de Incontrera
Ingresso libero

 

giovedì 15 dicembre 2005, ore 20.45 / progetto Bach

Angela Hewitt pianoforte

Johann Sebastian Bach:

Das wohltemperirte Klavier oder Praeludia, und Fugen durch alle Tone und Semitonia

BWV846-869 - volume I (Il Clavicembalo ben temperato)

Non ha bisogno di molte presentazioni la protagonista del primo appuntamento bachiano: l’eleganza, l’incisività e il nitore dello splendido tocco della pianista canadese Angela Hewitt, hanno da poco coinvolto il pubblico monfalconese con le celeberrime Variazioni Golberg, applauditissime nella stagione appena trascorsa. Universalmente riconosciuta come la principale interprete di Bach, la pianista si cimenta questa volta con un’opera dall’importanza storica senza pari nella produzione bachiana: il primo volume del Clavicembalo ben temperato. (Das wohltemperirte Klavier). La tastiera si scompone e si diversifica nello sviluppo tecnico del contrappunto, e il tessuto armonico è denso di emotività e di quella folgorante umana passione tipica del linguaggio bachiano. L’intensità dell’interpretazione di Angela Hewitt restituirà nuovamente al palcoscenico del Comunale l’atmosfera magica e sospesa della perfezione bachiana.


venerdì 16, sabato 17 dicembre 2005, ore 20.45

Es iz Amerike. Cosa ci vuoi fare, è l’America!

di e con Moni Ovadia

e con Lee Colbert e la Stage Orchestra

L’incontro fra la cultura yiddish e quella occidentale, in particolare fra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, periodo dei ripetuti flussi di emigrazione verso gli Stati Uniti, ha dato vita ad una fra le “contaminazioni” artistiche più fertili della storia dello spettacolo.
La canzone in yiddish conobbe una gloriosa stagione anche negli Stati Uniti e la presenza di autori ebrei sulla scena musicale americana è assolutamente determinante (si pensi a Gershwin, Rogers, Bernstein).
Il recital di Moni Ovadia esplora tutti gli affluenti ebraici che si sono riversati nel fiume impetuoso della cultura musicale e di spettacolo degli States.
Al fianco di Ovadia, Lee Colbert, cantante dalla voce superba e di raffinata sensibilità culturale. Insieme ai musicisti della Stage Orchestra accompagneranno il pubblico in un sorprendente viaggio che parte dall’interiorità musicale e umoristica della yiddishkeit e arriva fino ai confini dei compositori minimalisti, alla scoperta del genio ebraico statunitense.

sabato 17 dicembre 2005, ore 18.00, Sala Conferenze della Biblioteca Comunale

Incontro con Moni Ovadia

Ingresso libero

 

 

I biglietti sono in vendita presso la Biglietteria del Teatro (corso del Popolo 20, tel. 0481 790 470, da lunedì a sabato, ore 17-19) e in prevendita presso Ticketpoint di Trieste e ACUS di Udine. E’ possibile, per chi risiede fuori Monfalcone, prenotare telefonicamente i posti.

 

 

AVVERTENZA | Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali. Gli indirizzi E-Mail presenti nel nostro archivio provengono da richieste di iscrizioni pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. I Vs. dati sono acquisiti, conservati e trattati nel rispetto del Decreto Legislativo 196/2003 art. 13. Il titolare dei dati potrà richiederne in qualsiasi momento la conferma dell'esistenza, la modifica o cancellazione come previsto dall'articolo 13. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta ma può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate, in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo scrivendo come indicato l'indirizzo di posta elettronica che desiderate rimuovere dalla lista. Abbiamo cura di evitare fastidiosi invii multipli; laddove ciò avvenisse ce ne scusiamo sin d'ora invitandovi a segnalarcelo immediatamente.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl