ANDE, BALI E CANTE - UN MAGNIFICO DECENNALE - Rovigo tornerà a essere la capitale del folk tra il 9 e l'11 settembre

Allegati

08/set/2011 17.48.07 Studio PRP Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 

 

FESTIVAL  DI MUSICA E CULTURA POPOLARE
“ANDE, BALI E CANTE - UN MAGNIFICO DECENNALE”
Decima Edizione
Rovigo, 9-10-11 settembre 2011

 

Tra il 9 e l'11 settembre Rovigo tornerà a essere la capitale della musica folk. «Ande bali e cante» si appresta a riempire il capoluogo polesano di spettacoli, stage e animazioni in «Un magnifico decennale», con una selezione dei nomi più apprezzati delle edizioni passate.

La 10° edizione del Festival internazionale di musica e cultura popolare “Ande, bali e cante ", organizzato dall’associazione culturale Minelliana e promosso dalla Regione del Veneto con il sostegno della Provincia e del Comune di Rovigo e Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, si svolgerà tra il centro storico del capoluogo, l’ex monastero olivetano e il Cen.Ser (viale Porta Adige, 25) il 9, 10 e 11 settembre 2011

“C’è stato un momento in cui abbiamo temuto di non farcela ad organizzare questa edizione - ammette Roberto Tombesi, direttore artistico dal 2002 del Festival di Rovigo e fondatore del gruppo Calicanto, che quest’anno festeggia il suo trentennale- poi, forti del prestigio che il nostro Festival ha guadagnato in questi primi dieci anni abbiamo superato le difficoltà di natura economica e  richiamato sul palco gli artisti più apprezzati, non solo da noi, ma dal pubblico che a gran voce chiedeva il loro ritorno”.

In cima alla lista ci sono certamente i Milladoiro, prestigioso gruppo spagnolo legato alla musica e alle tradizioni della Galizia nell’unica tournée italiana. “Ci saranno, però, anche volti nuovi - precisa il direttore artistico- inseriti sia nel programma dei concerti serali al Cen.Ser, sia in quello dell’animazione in piazza Vittorio Emanuele. Tra questi il più atteso è Ambrogio Sparagna, già ideatore e direttore del mitico Festival “Notte della Taranta”. Gli aperitivi musicali, da sempre tra gli appuntamenti più coinvolgenti del Festival, saranno quest’anno particolarmente ricchi”. Sabato e domenica l'ex monastero olivetano ospiterà gli stage, gli aperitivi musicali e le mostre di liuteria, mentre le piazze del centro saranno animate da musiche e balli.

Il connubio tra musica colta e musica popolare, tema particolarmente caro agli organizzatori de Festival, si conferma quest’anno nel concerto d’apertura, venerdì 9 settembre, che, a partire dalle 21, vedrà sul palco dell’auditorium del Cen.Ser, Calicanto e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. “Nell’incontro di queste due musiche, quella popolare e quella colta - spiega Tombesi - la nostra sarà orchestrata da un ensemble classico di 25 elementi per dar vita ad un confronto e ad una fusione di linguaggi certamente inediti nel Nordest italiano”.

Per informazioni www.minelliana.it.

 

Studio Pierrepi
Alessandra Canella
Via del Vescovado 79
35141  Padova
049-8753166
canella@studiopierrepi.it
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl